Giallo Artistico agli Spazi Bomben


Giallo Artistico proiezione pubblica e incontro con il regista che dialogherà con Massimo Giacon. Il film di Andrea Malandra dedicato ad Andrea Pazienza sarà proiettato mercoledì 19 ottobre 2016 alle ore 21 nell’auditorium della Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso. Evento in collaborazione con il Treviso Comic Book Festival, propone la visione del film sperimentale Giallo Artistico (2016, 38’).

Il medio-metraggio, prodotto da Fondazione Pescarabruzzo e Nohaybanda Associazione Culturale, nasce dall’idea del suo regista e sceneggiatore, Andrea Malandra, di dedicare un’opera filmica al fumettista e pittore Andrea Pazienza (1956-1988) e di ispirarsi al suo mondo immaginario, proseguendo in modo per lui naturale un discorso intrapreso da vari anni sulla sperimentazione del linguaggio cinematografico intrecciando diversi generi, in particolare quello fumettistico e quello dell’arte contemporanea.

La proiezione del film sarĂ  accompagnata da una conversazione tra il regista e Massimo Giacon, fumettista, artista e designer.
Giallo Artistico si svolge a Pescara. La trama surreale è sorretta da personaggi inverosimili che abitano e percorrono spazi sia istituzionali che periferici con una inversione semantica, per cui le istituzioni sono in abbandono e le periferie riacquistano una centralità narrativa. Il lavoro degli attori e la loro immersione nell’ambiente e nei personaggi fanno parte di una sperimentazione che mostra in successione caotica la storia di oggetti smarriti, di persone svanite, di ricordi dimenticati, di relazioni umane sfibrate, dando vita ad alternanze fra stati onirici e gag comiche. Le varie atmosfere, il rapporto tra immagine-suono e tra narrazione lineare-narrazione destrutturata fanno di Giallo Artistico un brandello di film che parte da stralci di linguaggi fumettistici (primo fra tutti quello di Pazienza) evocati come pretesti di creazioni filmiche. La storia in realtà non potrebbe essere narrata: è l’incalzante attaccamento alla consapevolezza che il concetto di senso compiuto non esiste a tenere l’attenzione dello sguardo.

Andrea Malandra (Pescara)
Ha realizzato vari video tra cui: 1994, Isofromatem: Concorso Scrittura e Immagine del festival del cortometraggio di Pescara ’94; selezionato al Nickelodeon di Spoleto ’94. 1995, Buccia riciclata: finalista a Bellaria Festival ’95 nella sezione 150 a tema fisso, segnalato alla Biennale Visiva Festival di Roma ’95. 2001, Musica da camera: menzione speciale della Presidenza all’VIII Festival Internazionale del Cortometraggio Concorso Monique Barberini, Pescara. 2005, Pescara, Pescara: video realizzato per la manifestazione Politiche della Bellezza del Comune di Pescara. Ha realizzato inoltre un video scenografico per Tipiche vite atipiche, spettacolo teatrale selezionato al Premio Ustica 2007. Tra il 2010 e il 2012 il film in tre atti, Daviding, tratto dalla graphic novel David Boring di Daniel Clowes; nel 2013 il cortometraggio, Pescara 2013 – Il tipolo dannunziano, film surreale sulla figura di D’Annunzio.
Laureato al DAMS di Bologna in Filmologia. Ha frequentato seminari dei registi Anghelopulos e Ioseliani. Inoltre ha organizzato, con l’associazione Nohaybanda, un tour di video suoi e di altri filmaker abruzzesi con il titolo Bandalarga a Bamberg (Baviera-DE). Con la Nohaybanda cura varie rassegne tematiche di film meno distribuiti sul mercato nazionale. Come fotografo (Digital Art/Mobile Art) realizza il progetto NovaPe, una riflessione di estetica urbana sulla città e la periferia contemporanea.
Massimo Giacon (Padova)
Classe 1961, fumettista, illustratore e designer.
Ha iniziato a fare fumetti con le più importanti riviste a partire dal 1979 («Frigidaire», «Linus», «Alter», «Dolce Vita», «Cyborg», «Nova Express», «Blue»), diventando subito un punto di riferimento per quello che viene definito fumetto bizarre. Contemporaneamente ha iniziato l’attività musicale creando diverse band indie. Nel 1981, assieme a Vittore Baroni e Pieramario Ciani ha preso parte al progetto multimediale TRAX, precursore delle future attività del sovversivo Luther Blisset. Ha poi iniziato una costante attività di performance di arte contemporanea che l’ha portato a esporre nell’ambito di eventi in Italia, USA, Grecia, Portogallo e Svizzera. Dal 1985 in poi ha iniziato a lavorare nel mondo del design e ha lanciato diverse collaborazioni: Sottsass, Mendini, Thun, creando inoltre design e personaggi per brand come Memphis, Swatch (suo il famosissimo e ricercato modello GULP), Artemide, Alessi.
Ha realizzato il design di tappeti, laminati, illustrazioni per magazine di moda, per siti web, cravatte e tessuti, personaggi virtuali, canzoni per serie tv, ceramiche e di recente ha realizzato due magnifiche graphic novel: Il mondo così com’è con Tiziano Scarpa (Rizzoli Lizard, premio Boscarato 2015) e Ettore (Sole 24 ore).

Ingresso libero. Auditorium spazi Bomben, via Cornarotta 7, Treviso.
Per informazioni: Fondazione Benetton Studi Ricerche, tel. 0422.5121, www.fbsr.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio