Tags: ,
Categorie: Calendario, Sport

La Pina Cycling Marathon 2016


20^ La Pina Cycling Marathon. Vent’anni di Granfondo Pinarello. Domenica 10 luglio 2016. Il 2016 sarà per noi un anno davvero speciale, sarà per questo che nonostante la stagione sia appena conclusa e l’anno non sia ancora finito noi siamo già con la mente al 10 luglio lio 2016 quando festeggeremo con tutti voi questo traguardo così importante per la nostra Famiglia.

La Pina Cycling Martedìathon del Ventennale si correrà il giorno del compleanno di Giovanni Nani Pinarello, fondatore della nostra azienda, proprio perché il nostro evento era nato per festeggiare i suoi 75 anni in modo speciale. E speciale sapremo rendere la vostra presenza a Treviso per ricordare con noi quel giorno di 20 anni fa e per costruire con voi il futuro di questa bellissima manifestazione.
Abbiamo deciso di non modificare i tracciati che tanto vi sono piaciuti nel 2015. Due percorsi che permettono di scoprire in bicicletta alcune salite suggestive e spettacolari che gli appassionati trevigiani delle due ruote sono un punto di riferimento e che portano in sé la storia del nostro territorio e del nostro Paese.
La partenza da Piazza del Grano nel 2016 avrà un significato ancora più intenso visto che qui si affaccia lo storico negozio con cui Nani diede vita all’azienda che ancora oggi porta il suo nome in tutto il mondo.
Si partirĂ  tutti assieme alle 7:45 in direzione Viale Burchiellati uscendo dalle mura per Varco Manzoni in direzione Pontebbana verso Ponte della Priula.
Chi sceglierà il Lungo dovrà vedersela con le rampe dello storico Passo San Boldo uno dei valichi storici che collega la provincia di Treviso a quella di Belluno. Di origini romane, nell’800 era usato anche dagli zattieri bellunesi quando tornavano a casa dopo aver portato le zattere a Venezia lungo il Piave. E’ chiamata anche la strada dei 100 giorni perché, dopo la disfatta di Caporetto, le truppe austriache costruirono la strada con una serie di gallerie a tempo di record, ritenendolo un passaggio militarmente strategico. E’ una delle salite preferite dai ciclisti trevigiani con suoi 7 km di lunghezza, una pendenza che tocca spesso i 10% e i 18 tornanti, la maggior parte negli ultimi km, che dalla cima regalano un panorama spettacolare. Approdati in terra bellunese si rientrerà nel Trevigiano solo dopo aver conquistato anche Passo Praderadego, con salita dal versante bellunese. E le pendenze non scherzeranno: quasi 9km con alcuni tratti tra il 16 ed il 17%. Una bella impresa da ricordare!
Poi si rientrerà verso Treviso, non prima di aver affrontato un classico de La Pina, l’ultimo tremendo dente: la presa XIV del Montello, poco più di 3km di cui uno con una pendenza che oscilla tra il 10 ed il 12%. Conquistata la cima, dopo una breve sosta al ristoro ci si potrà lanciare verso Treviso e Piazza del Grano per festeggiare l’impresa con una bella fetta di anguria fresca.

info e fonte; www.lapinarello.com

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio