Teatro per Passione – Auditorium Stefanini


Teatro per Passione – Seconda Edizione 2015. Ridere, sorridere (e qualche lacrima) Rassegna di teatro amatoriale in dialetto veneto e in trevisan. La rassegna si terrĂ  a Treviso presso l’Auditorium Stefanini in viale III Armata nei giorni del 19, 22, 26 e 30 agosto 2015. Teatro Per Passione, cioè il teatro pensato, organizzato, realizzato da persone che non hanno altro scopo se non quello di divertire e divertirsi, si presenta con un cartellone che non vuole essere solamente stimolo alla risata, ma come indicato nel sottotitolo mira a far ridere, sorridere (e qualche lacrima) in veneto e in trevisan.
La rassegna infatti si caratterizza per il repertorio del teatro dialettale: l’uso del dialetto che potrebbe rappresentare un vezzo letterario o un giuoco è invece lo strumento necessario per tradurre in pagine di teatro realtà altrimenti inaccostabili. E dire dialetto è riduttivo: in effetti ci si trova davanti ad espressioni dialettali diverse.
Si inizia con il Teatro dei Pazzi di San donà di Piave (VE) che mercoledì 19 agosto presenterà Storie de casa nostra. Giovanna Digito, accompagnata alla fisarmonica dal Maestro Dante Borsetto, ci condurrà alla scoperta di situazioni, parole e musica della nostra terra e di un tempo quasi dimenticato ma non così distante da noi. E il dialetto si fa strumento letterario per comunicare poeticamente le immagini del territorio e l’anima dei suoi abitanti.
Sabato 22 agosto sarà la volta del Satiro Teatro di Vedelago (TV) con il pluripremiato Mato de Guera, con il quale Gigi Mardegan, nell’anno in cui si commemora la tragedia che un secolo fa tanti lutti, distruzioni, sventure ha causato al Veneto ed ai nostri paesi in particolare, interpreterà magistralmente il calvario tra il drammatico ed il grottesco del fante Ugo Vardanega.

Parentesi di schietto divertimento mercoledì 26 agosto con L’incidente, tuta colpa de l’elastico, che la compagnia Trentamicidellarte di Saonara (PD), ha sapientemente adattato in vernacolo, dal testo di Luigi Lunari. La commedia, dall’andamento boccaccesco, mira a colpire i difetti, i piccoli vizi, i facili compromessi, le ambigue grettezze di una certa società italiana e – perché no? – veneta.
A chiudere domenica 30 agosto, I Rusteghi di Carlo Goldoni, nell’interpretazione della compagnia Rinascita di Paese (TV), una fra le più famose e rappresentate commedie dell’autore veneziano, che nel dialetto, ma meglio sarebbe chiamarlo lingua veneta, castiga con una satira senza appello la misoginia di quattro padri padroni, severissimi nemici, di tutte le novità.
Quattro appuntamenti teatrali all’insegna dell’emozione e del divertimento per guardare ai fatti della storia e della tradizione per provare a meglio comprendere ciò che siamo.

Gli spettacoli si terranno all’Auditorium Stefanini in viale III Armata n. 35 a Treviso, con inizio alle ore 21.00.
Ingresso a pagamento: €. 6,00 intero; €. 3,00 ridotto fino a 12 e oltre 65 anni e persone disabili (incluso accompagnatore).
La rassegna gode del patrocinio della Regione Veneto – F.I.T.A. Veneto, dei Lions di Treviso, oltre al prezioso sostegno del Comune di Treviso.

info e fonte; Commedianti di Marca Associazione Culturale
Gasparini Stefano – cell. 3473847775
stefano.gasparini.tv@gmail.com www.commediantidimarca.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio