Tremilioni a Teatro – Auditorium Dina Orsi


Cartellone della XVIII° Rassegna autunnale Tremilioni a Teatro 8° edizione, novembre 2015. 4 sabato di spettacolo, con inizio alle ore 21:00, sul palco dell’Auditorium Dina Orsi di Parè di Conegliano Veneto.

sabato 7 novembre 2015 – ore 21
PICCOLI CRIMINI CONIUGALI di E. E. Schmitt – regia di Marina Morra – Compagnia La Corte dei Folli di Fossano (CN)
Gilles e Lisa, una coppia come tante. Da ormai quindici anni si trovano a vivere un apparentemente tranquillo ménage familiare. Un piccolo incidente domestico in cui Gilles, pur mantenendo intatte le proprie facoltà intellettuali, perde completamente la memoria, diventa la causa scatenante di un sottile e distruttivo gioco al massacro. I tentativi di Lisa di aiutare il compagno a riappropriarsi della sua identità e del loro vissuto comune diventano un percorso bizzarro, divertente e doloroso, che conferma il sospetto di molti: anche la coppia più affiatata spesso è composta da due estranei. Gilles e Lisa avranno un bel da fare per cancellare l’immagine di sé che ciascuno ha dell’altro, percorso che passerà attraverso rivelazioni sorprendenti, scoperte sospettate, ma sempre taciute, rancori, gelosie, fraintendimenti mai chiariti, in una lotta senza esclusione di colpi.

sabato 14 novembre 2015 – ore 21
VECI SE NASSE, NO SE DEVENTA di Giovanni Giusto – Compagnia Teatro dei Pazzi di San Donà (Venezia)
E’ una commedia divertente e profonda al tempo stesso, con centinaia di repliche e tanti premi per uno spettacolo in lingua veneta che sa far ridere e riflettere sui problemi della terza età.
La vicenda si svolge all’interno della modesta casa di Memo e Gina , che, davanti a una spettatrice d’eccezione come la cagnetta Bice, fra pettegolezzi e chiacchiere scontate, vivono la propria quotidianità, cercando di sopportarsi e di non incolparsi reciprocamente del proprio isolamento. Questa routine si spezza con l’arrivo di Peppe, che, nonostante l’età, vecchio non è, ma pieno di buonumore e vitalità, particolarmente graditi a Gina…. Da qui le scenate comiche di gelosia di Memo, che finisce per allontanare dalla casa il buon Peppe. Ma tornano tra quelle pareti il grigiore e la tristezza, per cui anche il brusco e rude Memo cambierà idea, contagiato da quel vento di giovinezza (che ognuno invecchiando dovrebbe conservare dentro di sè). Questa lezione di filosofia spicciola è infine densa di una viva comicità, anche per l’uso delle maschere.

sabato 21 novembre 2015 – ore 21
GLI INNAMORATI di Carlo Goldoni – regia Gi orgio Sangati – Compagnia Teatro Bresci di Limena (Padova)
Carlo Goldoni è forse il più grande autore italiano di sempre, è tra i più rappresentati nel mondo ed è diventato oggi un’icona del teatro veneto; ma, a differenza di quello che si potrebbe immaginare e che, di fatto, si immagina, è tra i più difficili da mettere in scena. Gli innamorati, capolavoro assoluto, non sfugge a questa realtà e nasconde, dietro un’apparente e divertentissima trama di corteggiamento, la riproduzione schietta e cinica di un’intera società in crisi, decadente e morente. L’amore è un campo di battaglia che fa emergere tutta la fragilità dell’essere. E’ in questa profondità di lettura psicologica che sta la grandezza e la modernità o, meglio, la novità dell’autore.

sabato 28 novembre 2015 – ore 21
IL GIUOCO DELLE PARTI di Luigi Pirandello – regia di Enzo Rapisarda – Nuova Compagnia Teatrale di Verona
La commedia è costruita sul grottesco, sul capovolgimento di situazioni, sull’ironia. I personaggi principali costituiscono il solito triangolo: moglie, marito e amante, ma non si tratta di un dramma a sfondo borghese, bensì del dramma del protagonista Leone Gala, il quale, per sfuggire alla tragedia di una vita di dolore, decide di estraniarsi, rifiutando i sentimenti e le passioni. Egli soffre della separazione della moglie e ancora l’ama, ma riesce a mascherare tutto benissimo, perché s’è vuotato di ogni passione, appagandosi del gioco dell’intelletto. Ma il logico giuoco delle parti, si trasformerà in una razionale vendetta di Leone. Leone Gala è un tipico personaggio pirandelliano, che cerca in tutti i modi di sottrarsi alla fiumana dei sentimenti che suo malgrado lo travolge, mentre tenta di ancorarsi saldamente al baluardo della ragione. Ma la vita non è un ragionamento dice Pirandello e anche il più freddo logico ragionatore non può fare a meno di vivere la sua parte di dolore e di pena, inconsolabile e incomunicabile.
Informazioni generali: Auditorium Dina Orsi Conegliano – Sabato: 7 – 14 – 21 – 28 novembre 2015, ore 21 –
Ingresso: (posti numerati): Adulti € 12,00 – Ragazzi (fino 14 anni) € 8,00 –

spettacoli alle ore 21:00
Auditorium Dina Orsi
Via Luigi Einaudi 136 (Pare’), Conegliano

Ingresso (posti numerati):
Adulti € 12,00 – Ragazzi (fino 14 anni) € 8,00
Prevendite e info: Cancian Calzoleria – Via G. Marconi, 11 – Conegliano – Tel. 0438.411413
Info e fonte; compagnia@tremilioni.it – www.tremilioni.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio