Castelfranco Jazz Festival 2016 – Programma della 2^ edizione


Castelfranco Jazz Festival 2016 – Programma della 2^ edizione

Castelfranco Jazz Festival 2016 – 2^ edizione: dall’ 11 al 17 luglio 2016. Il programma della rassegna di serate musicali in programma dentro le mura di Castelfranco Veneto. Il Festival è oganizzato con il collaborazione con il Conservatorio Musicale A. Steffani. Concerti alle ore 22:00. Inoltre, ogni sera ci sarà un mercatino vintage lungo la centrale Via Filzi.

Lunedì 11 luglio ore 21.30
Piera Acone Marco Castelli M&S Band

La Bicyclette – French Songs Books
Piera Acone, voce
Marco Castelli sassofoni
Paolo Vianello pianoforte
Daniele Vianello contrabbasso
Marco Vattovani batteria
French Songs Book è un viaggio nella grande storia della canzone d’autore francese, un progetto di Piera Acone e Marco Castelli che in autunno vedrà la pubblicazione del CD intitolato La Bicyclette, brano reso celebre da Yves Montand negli anni ’60. La Foulle, Sous le ciel de Paris, C’est si bon, Que reste-t-il de nos amours, alcuni dei titoli protagonisti del live, rivisitati dalla M&S Band in una chiave originale ed inedita che mescolerà la canzone francese con i ritmi tipici della band che utilizza una miscela di swing, ska, latin, reggae, bogaloo in un concerto divertente, ricco di energia, di invenzioni e di colori imprevedibili ma anche raffinato ed elegante nelle sue esecuzioni.

Martedì 12 luglio ore 22.00
Hiper – Amir Elsaffar

Amir Elsaffar: trumpet
Nicola Fazzini: alto & soprano saxes, flute
Alessandro Fedrigo: electric & acoustic bass guitars, effects
Luca Colussi: drums
Ospite di Hyper+ è uno tra i musicisti che meglio rappresentano la nuova scena newyorkese odierna, Amir Elsaffar, trombettista di origine irachena che vanta collaborazioni degne di nota con Vijay Iyer, Rudresh Mahanthappa, Don Byron, Cecil Taylor, Marc Ribot e molti altri. Il suo approccio inedito al jazz ma anche l’interesse dimostrato nei confronti delle direzioni del disegno proposto da nusica.org, fanno di questo eccellente strumentista il compagno ideale per questo progetto. L’intento è infatti quello di raccogliere e moltiplicare le varietà di un linguaggio musicale già rinnovato e contemporaneo, andando ad arricchire talvolta a completare il vocabolario oltrejazzistico di partenza.

Mercoledì 13 luglio ore 22.00
Barbara Casini Trio

Terras – viaggio musicale nel Nordeste del Brasile
Barbara Casini voce e percussione
Roberto Taufic chitarra e voce
Seby Burgio pianoforte
Piuttosto che celebrare repertori brasiliani più noti, come quelli legati al samba e alla bossanova, il trio, con grande complicità e maestria, porta sul palco l’amore per il Nordeste del Brasile, rivisitando il repertorio antico e contemporaneo di questa vasta area di cultura musicale popolare che ha sposato influenze nord europee e africane e ha dato vita a un folto insieme di ritmi e danze, una tradizione ancor oggi molto viva e che continua a ispirare compositori e interpreti.

Giovedì 14 luglio ore 22.00
Layers Progression 4et

Andrea Pimazzoni, tenor sax
Dario Volpi, guitar, effects
Roberto Caon, double bass
Marco Carlesso, drums
Spazi che si intersecano, scale interrotte, geometrie che si deformano. Layer Progressions prende le mosse dall’arte di M.C. Escher, ispirandosi alla sua ricerca di punti di vista alternativi dai quali ammirare la realtà, scoprendone sfumature e simmetrie prima ignorate. Lo stesso si propone questo progetto: cercare nuove prospettive sonore, giocando con i vari livelli che costituiscono le composizioni musicali.

Venerdì 15 luglio ore 22.00
Lydian Sound Orchestra

Robert Bonisolo,sax tenore e soprano
Mattia Cigalini sax alto
Rossano Emili sax baritono e clarinetti
Gianluca Carollo tromba e flicorno
Roberto Rossi trombone, Glauco Benedetti tuba
Paolo Birro pianoforte,
Marc Abrams contrabbasso
Mauro Beggio batteria.
Riccardo Brazzale, Direttore e Arrangiatore
La Lydian Sound Orchestra, formata nel 1989 dal compositore-arrangiatore Riccardo Brazzale (musicista, ma anche studioso, insegnante e promoter), è senza dubbio la più apprezzata medium-band nel campo del jazz italiano degli ultimi anni, così come è attestato da molteplici referendum specialistici. Un tentette atipico (alla maniera della Tuba Band di Miles, della Monk’s Town Hall Orchestra o della Mingus’ Black Saint Band) che si concentra principalmente sulla rielaborazione della tradizione jazz, secondo un approccio contemporaneo, e su una tecnica compositiva il cui scopo principale è di mettere in luce lo spirito live e il work in progress fra i musicisti. Applaudita su molti palcoscenici italiani ed europei, da Umbria a Manchester, da Torino a Nis, spess assieme ad ospiti internazionali (da Paul Motian a David Murray, passando da Kenny Wheeler, Enrico Rava, Charles McPherson, Paolo Fresu, Palle Danielsson, Manfred Schoof, Don Moye, Mingus Dynasty), ha all’attivo molti cd.

Sabato 16 luglio ore 22.00
Sacred Concert Duke Ellington

Ore 21.30
Big Band Steffani
Diretta da Gianluca Carollo
Coro del Conservatorio
Diretto da Roberta Paraninfo
Voce solista Rita Bincoletto
Ore 23.00
Big Band Steffani

Special Guest: Mattia Cigalini
La Big Band Steffani è formata da alcuni dei migliori allievi del dipartimento jazz del Conservatorio A. Steffani di Castelfranco Veneto. Nasce nel 2013 per volontà del m° Gianluca Carollo e vanta già importanti partecipazioni a Rassegne e Festival come: il Venezia Jazz Festival, Veneto Jazz, il Festival Internazionale Nei suoni dei Luoghi di Udine-Gorizia, Operaestate Festival, Chiave Classica di Castelfranco Veneto (ospite Fabrizio Bosso), al Jazz at Conservatory di Caligola e Treviso Suona jazz
E’ stata invitata inoltre al 51° Premio Letterario organizzato dalla Regione Veneto e dagli Amici della Musica di Mestre tenutosi presso il Teatro Toniolo. Oltre a Fabrizio Bosso la big band ha collaborato con altri importanti solisti tra i quali Mauro Ottolini, Michele Polga e Beppe Calamosca.

Domenica 17 luglio ore 22.00
Alma Swing Feat. Francesca Bertazzo

Francesca Bertazzo voce
Lino Brotto chitarra solista
Mattia Martorano violino
Diego Rossato chitarra
Andrea Boschetti chitarra
Beppe Pilotto Basso
Defilandosi dall’esperienza d’oltre oceano, Alma Swing raccoglie le basi estetiche di un jazz a corde legato al chitarrismo di Django Reinhardt e alla finesse di Stéphane Grappelli, icone del jazz francese, aprendo alla modernità i contenuti più peculiari di questa musica, a cominciare da repertorio, prassi esecutiva, strumentazione tipica e sovrapposizione dell’idioma jazzistico e gitano. Alma Swing interpreta con personalità le suggestioni di un’epoca impresse nel vinile e nella voce dei grammofoni, sottolineando l’attualità e il successo ancora oggi tributati a questa esperienza artistica dalla temperie culturale internazionale. Per l’importante occasione si unirà al quintetto Francesca Bertazzo, nota ed affermata cantante jazz.

Organizzazione e info
Conservatorio di Musica A. Steffani – Castelfranco Veneto
0423/495170 338/4007097 concerti@steffani.it conscfv.it
Arena del Maniscalco, Porta Vicenza, giardino ovest delle mura cittadine – Via Filzi
Ingresso libero

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio