Giornate FAI di Primavera 2017 a Treviso e provincia


Giornate FAI di Primavera 2017 a Treviso e provincia

Le Giornate FAI di Primavera – Fondo Ambiente Italiano 25° edizione il 25 e 26 marzo 2017. Programma in provincia di Treviso. In questi 24 anni questo evento unico in Italia ha contribuito a ricostruire un ponte tra i 9 milioni di persone che hanno partecipato e il territorio in cui vivono attraverso la riscoperta luoghi speciali, dove è scritta la nostra storia e la nostra identità . Spenti i riflettori sulle Giornate FAI di Primavera il nostro lavoro però non si ferma.

Tutto l’anno ci impegniamo concretamente perché il paesaggio italiano, i suoi luoghi e i suoi monumenti, i capolavori d’arte che custodisce e che raccontano la storia, la memoria e l’identità del nostro Paese non vengano dimenticati, ma siano protetti, rispettati e valorizzati, per sempre e per tutti.

Cappella dei Rettori del Monte di Pietà
Il palazzo del Monte di Pietà, sotto il profilo artistico, è uno dei più interessanti di Treviso e, contemporaneamente, uno dei meno conosciuti. Vero gioiello è la Cappella dei Rettori piccolo ambiente risalente al cinquecento molto bel conservato e riccamente decorato da cuoi decorati (XVII sec.), notevole il soffitto a travicelli dipinti ad intreccio e le sei storie e parabole, che richiamano il tema della carità ai bisognosi e sono considerate il capolavoro del pittore fiammingo Ludovico Toeput detto il Pozzoserrato. Nella parete absidale di fondo è rappresentato ad affresco il miracolo della Moltiplicazione dei pani e dei pesci attribuito a L. Fiumicelli.
Treviso – Piazza Monte di Pietà, 3
Orario sabato 14.30 – 18
Orario domenica 10 – 12.30 / 14.30 – 18
Contributo suggerito a partire da 3 €

Chiesa di Santa Lucia
La Chiesa di Santa Lucia, suggestivo scrigno d’arte e di storia della fine del XIV secolo, mantiene ancora oggi l’aspetto simile quasi a una cappella palatina per le sue contenute dimensioni e per la sua decorazione pittorica. Sulla parete destra al centro si trova la Madonna del Pavegio (farfalla), in origine collocata sopra l’altare del 1350 c.a, con il bambino in braccio che segue il volo di una farfalla, ai lati angeli di Tomaso da Modena. Le volte delle tre campate di fondo della chiesa, così pure le pareti, sono affrescate con raffigurazioni di storie di santi del XIV secolo. La chiesa fu ingrandita nel 1389 e riconsacrata il 13 dicembre (S. Lucia).
Treviso – Piazza San Vito
Orario sabato 14.30 – 18
Orario domenica 10 – 12.30 / 14.30 – 18
Contributo suggerito a partire da 3 €

Villa Valier Loredan Perocco di Meduna
La Villa, ora di proprietà dei Perocco di Meduna, è meravigliosamente conservata, bianca e luminosa, in uno scenario verde e lussureggiante. Si compone di un corpo centrale affiancato da due barchesse con porticato perfettamente simmetrico. La facciata ha al centro quattro colonne ioniche al primo piano sovrastate da un timpano con foro centrale. All’interno conserva un importante salone affrescato da Gerolamo Brusaferro. L’artista, nato a Venezia nel 1679, fu allievo di Nicolò Bambini. Il salone presenta una decorazione ispirata a episodi leggendari della storia romana, inquadrati in fastose architetture illusionistiche.
Carbonera – Via A. Diaz
Orario sabato 14.30 – 18
Orario domenica 10 – 12.30 / 14.30 – 18
Contributo suggerito a partire da 3 €

info e fonte; www.giornatefai.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio