Giro d’Italia 2016 – La carovana Rosa traversa la Marca


Giro d’Italia 2016 – La carovana Rosa traversa la Marca

Giro d’Italia 2016: Passaggi orari, blocchi del traffico e viabilitĂ  alternative – La Carovana Rosa della 99° EdizIone del Giro d’Italia sarĂ  ospite del territorio della marca trevigiana i giorni del 18 e 19 maggio 2016. Mercoledì 18 maggio Asolo sarĂ  cittĂ  d’Arrivo di Tappa mentre l’indomani, giovedì 19, la Tappa Noale/Bibione sarĂ  pedalata per buona parte lungo le strade trevigiane.

Vi raccomandiamo la massima attenzione durante gli orari e lungo il percorso segnalati, il massimo rispetto nei confronti degli atleti oltre ad offrire la vostra disponibilitĂ  verso gli organizzatori e volontari impegnati durante una giornata di sport e spettacolo.
Le informazioni pubblicate hanno come fonte; www.gazzetta.it

Tappa n°11
Modena /Asolo 227 km
18 maggio 2016

Tappa divisa nettamente in due parti: la prima totalmente pianeggiante da Modena fino ai piedi di Asolo di circa 200 km e una seconda molto più complessa e articolata che porta all’arrivo. Si attraversa tutta la pianura Padana. Anche in questa tappa gli attraversamenti urbani sono caratterizzati da rotatorie, cordoli, spartitraffico e dossi. Dopo Maser si affronta la salita breve, ma molto impegnativa della Forcella Mostaccin (fino al 16%) con successiva discesa impegnativa che porta alle colline di Monfumo e Castelcucco con una serie di saliscendi che immette sulla salita finale di Asolo. A 5 km dall’arrivo si sale a Asolo con una rampa di 1 km attorno al 7% che immette nel centro storico attraverso una porta medievale e un tratto in pavé. Segue una veloce discesa su strada larga che termina all’ultimo km. Ultima curva a 900 m e quindi lungo rettilineo leggermente arcuato largo 7.5 m sul asfalto perfettamente livellato. Primo e unico arrivo ad Asolo nel 2010, tappa terminata con la vittoria di Vincenzo Nibali.

ULTIMI KM ED ARRIVO AD ASOLO

PLANIMETRIA DELLA TAPPA

 

Tappa n°12
Noale/Bibione
19 maggio 2016 182 km

Tappa completamente pianeggiante. Si svolge quasi interamente su strade larghe e rettilinee. Nella prima parte si segue la Riviera del Brenta per poi entrare nel Trevigiano mediante strade statali. Anche in questa tappa gli attraversamenti urbani sono caratterizzati da rotatorie, cordoli, spartitraffico e dossi, in particolare negli abitati di Mestre, Treviso e Portogruaro. Giunti a Bibione si affronta un circuito di 8 km da ripetere 2 volte. Circuito finale di 8 km con 14 curve e lunghi tratti rettilinei su strade prevalentemente ampie e ben pavimentate. Rettilineo finale di 300 m in asfalto di larghezza 7.5 m. Cinque volte arrivo di tappa nella storia del Giro d’Italia, l’ultima nel 2000.

PLANIMETRIA DELLA TAPPA

CRONOTABELLA E PASSAGGI STADALI

Info e fonte; www.gazzetta.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio