Libri di Acqua: Festival di Serravalle 2016 – Vittorio Veneto


Libri di Acqua: Festival di Serravalle 2016 – Vittorio Veneto

Festival di Serravalle 2016 Libri di Acqua – Sabato 25 giugno al Castrum di Serravalle di Vittorio Veneto. Books and Authors around the World 2016-2017: è una rassegna letteraria ideata dalla psicologa e psicoterapeuta padovana Vera Slepoj che porta scrittori e intellettuali in un tour internazionale. Scrittori in viaggio da un paese all’altro con i loro libri, le storie, le testimonianze. E’ una manifestazione in movimento – sottolinea Vera Slepoj – , un viaggio di scambio tra mondi in cui privilegiamo la narrazione. Al centro la capacità di relazionarsi e di raccontare dello scrittore. Il recupero della parola rispetto all’appiattimento della comunicazione web.

La candidatura della città di Vittorio Veneto (Tv) è stata accettata ed inserita in questa manifestazione internazionale che viene proposta, con il patrocinio dei vari Comuni interessati, a Roma, Bari, Chioggia, Procida, ecc nonché all’estero a Budapest, Vienna, Parigi, Calcutta, Londra e New York, ecc.
A Vittorio Veneto il titolo dell’incontro sarà L’acqua delle spade.
La ragione di questo titolo sta nel fatto che sul fiume Meschio è sorta Serravalle, oggi parte storica della Città di Vittorio Veneto, in età medievale importante centro che divenne rinomato per la produzione delle spade, seconde solo a quelle di Toledo e presenti anche nella collezione del Castello Sforzesco di Milano.

Programma
ore 11.30 Incontro Aperitivo all’ Enoteca al Castrum

ore 17.00
Vera Slepoj presenta il suo ultimo libro La Psicologia Dell’amore, edizioni Mondadori
Introduce Savina Confaloni, giornalista di Matrix.

C’è qualcosa di strano, di paradossale, nell’amore. L’amore è esperienza di tutti. Eppure quando si è innamorati si pensa di essere le sole persone al mondo a essere toccate dalle sue ali celestiali. La Psicologia dell’amore affronta la sua storia, la sua mitologia, la sua psicologia e il suo status attuale: da Platone a Casanova, da Freud alle teorie psicologiche più recenti, dall’amor cortese alle chat su Internet.
Vera Slepoj, laureata in psicologia, specializzata in psicoterapia individuale e di gruppo, vive e lavora tra Padova, Milano e Londra. Molte le attività che l’hanno impegnata negli anni: tra le altre, l’insegnamento presso l’Università di Siena, la presidenza della Federazione Italiana Psicologi e dell’International Health Observatory, la direzione di importanti scuole di formazione in psicologia. Autrice di pubblicazioni scientifiche e divulgative, partecipa a programmi televisivi e collabora con diverse testate. Alcuni dei suoi libri sono stati tradotti da case editrici internazionali, tra cui Payot.

ore 18.00
Andrea Vitali presenta il suo ultimo libro Le Mele Di Kafka, edizioni Garzanti
Introduce Savina Confaloni, giornalista di Matrix.

Abramo Ferrascini, quello della ferramenta di Bellano, è un giocatore di bocce. Come individuale non va bene, ma boccia come dio comanda e in coppia con un buon accostatore diventa imbattibile. Ora il Ferrascini ha tutte le carte in regola per vincere le semifinali del Campionato provinciale in programma a Cermenate domenica prossima. Ma c’è un intoppo. Suo cognato, l’Eraldo, quello che vive a Lucerna, sta male. Quarantotto ore gli hanno dato i medici di là, svizzeri, precisi. E adesso la moglie di Abramo vuole a tutti i costi raggiungere la sorella e dare all’Eraldo un ultimo saluto, magari un ultimo bacio. Ma ce la faranno ad andare e a tornare in tempo per le semifinali?!

Andrea Vitali ha esordito nel 1990 con il romanzo breve Il procuratore, ispiratogli dai racconti di suo padre; nel 1996 ha vinto il Premio letterario Piero Chiara con L’ombra di Marinetti, ma il grande successo lo ha ottenuto nel 2003 con Una finestra vistalago (Premio Grinzane 2004).
Nel 2006 ha vinto il Premio Bancarella con il romanzo La figlia del Podestà; nel 2009 il Premio Boccaccio e il Premio Hemingway.
Tra i numerosi romanzi, ricordiamo: nel 2011 La leggenda del morto contento e Zia Antonia sapeva di menta. Nel 2012 Galeotto fu il collier e Regalo di nozze. L’anno successivo escono Le tre minestre, lungo racconto autobiografico edito da Mondadori-Electa e Di Ilide ce n’è una sola. Nel 2014 Quattro sberle benedette, Premiata ditta Sorelle Ficcadenti e Biglietto, signorina!; nel 2015 La ruga del cretino, scritto con Massimo Picozzi, Le belle Cece, La verità della suora storta, Quattro schiaffi benedetti, Un amore di zitella (tutti editi da Garzanti). Nel 2016 Nel mio paese è successo un fatto strano (Salani) e Le mele di Kafka (Garzanti)
Da ricordare che con il romanzo Almeno il cappello (edito nel 2009 da Garzanti) Andrea vitali ha vinto il Premio Casanova, il Premio Isola di Arturo Elsa Morante, il Campiello sezione giuria dei letterati ed è stato finalista al Premio Strega.
I suoi libri, pubblicati in Italia da Garzanti, sono stati tradotti in molti paesi, tra cui la Turchia, la Serbia e il Giappone.

ore 19.30 Incontro Aperitivo

ore 21.00
Marco Travaglio presenta il suo ultimo libro Slurp. Dizionario delle lingue italiane. Lecchini, cortigiani e penne alla bava al servizio dei potenti che ci hanno rovinati.
Presenta Alessandro Russello, direttore de Il Corriere del Veneto.

Ecco perché l’Italia non è una democrazia compiuta: questo libro ne è la prova. Marco Travaglio racconta come giornalisti e opinionisti di chiara fama (e fame) hanno beatificato la peggior classe dirigente d’Europa. Basta dar loro la parola. Cronache da Istituto Luce, commenti da Minculpop, ritratti da vite dei santi… Un esercito di adulatori in servizio permanente effettivo. Ecco un’antologia, a tratti irresistibilmente comica, di tutto quello che ha cloroformizzato l’opinione pubblica per assicurare consensi e voti a un sistema di potere politico-economico incapace, mediocre e molto spesso corrotto. A Silvio Berlusconi per cominciare, ma anche ai tanti capi e capetti del cosiddetto centrosinistra che hanno riempito i brevi intervalli tra un governo del Cavaliere e l’altro. Fino all’esplosione di saliva modello “larghe intese” per Giorgio Napolitano, Mario Monti e Matteo Renzi. Altro che giornalisti, cani da guardia del potere. Il virus del “leccaculismo” è inarrestabile e con la Seconda Repubblica si è trasformato in una vera epidemia. Dalla tv alle radio ai giornali: un esercito di adulatori in ogni campo, dal calcio allo spettacolo. Questo libro propone un catalogo ragionato della “zerbinocrazia” italiota. Un dizionario dei migliori adulatori e cortigiani dei politici e degli imprenditori italioti che, a leggere i giornali e a vedere le tv, avrebbero dovuto regalarci benessere, prosperità e felicità. E invece ci hanno rovinati…
Marco Travaglio è la penna più sferzante del giornalismo italiano contemporaneo. Formatosi nell’orbita del grande Indro Montanelli, che lo indicò come suo erede, è anche uno scrittore di successo, grazie ai libri-inchiesta sugli scandali della politica italiana.
Nato a Torino, inizia come freelance in giornali di area cattolica, per poi approdare nel 1987 alla redazione de il Giornale di Montanelli, che segue a La Voce nel 1994. Quattro anni dopo passa a la Repubblica, come redattore di cronaca giudiziaria e tre anni dopo sale alla ribalta per le sue inchieste scottanti grazie all’ospitata nella trasmissione Satyricon di Daniele Luttazzi nel 2001.
Nel 2009, insieme ad altri giornalisti, fonda il Fatto Quotidiano, impresa rivoluzionaria nel panorama editoriale italiano per il suo presentarsi libero da condizionamenti politico-economici e per la rinuncia ai finanziamenti pubblici. Da febbraio del 2014 ne è il direttore.
Attivo anche a teatro, dal 2013 Travaglio è protagonista, con Isabella Ferrari, dello spettacolo È stato la Mafia, ispirato alle inchieste sulla presunta trattativa Stato-Mafia.

Ingresso Libero

In caso di pioggia gli incontri con Vera Slepoj, Andrea Vitali e Marco Travaglio si terranno al Teatro Da Ponte, Via Martiri della Libertà
Programma completo su www.serravallefestival.it

Info e fonte; Amici del Castrum
0438-928029 – cell. 348-4238334 castello@serravallefestival.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio