Eventi

Michael Wollny e Fred Hersch in concerto – Piano Jazz 2015

Piano Jazz 2015 4° edizione. Due appuntamenti di grande musica alla Fazioli Concert Hall di Sacile; Michael Wollny il 27 marzo e Fred Hersch il 17 aprile 2015. Due date, due indiscutibili maestri del pianismo jazz, due generazioni a confronto: Michael Wollny e Fred Hersch. Fin dalla sua nascita Piano Jazz ha inteso proporre una varietà di stili pianistici, senza mai perdere di vista la progettualità, per dare vita a una proposta musicale e culturale che sia mezzo di crescita, che incuriosisca, stimoli e stupisca. Questo incontro di stili è rivolto a un pubblico curioso, aperto alle contaminazioni, che in questa edizione sarà accolto in un contesto, la Fazioli Concert Hall, un luogo in cui musicista e pubblico diventano un tutt’uno.

Venerdì 27 Marzo H 20.45
Michael Wollny – Pianoforte

Michael Wollny è una delle rising star del pianismo jazz europeo. Nato nel 1978 a Schweinfurt e ora residente a Francoforte, si segnala per un approccio alla tastiera dinamico, lirico eppure energico, marcatamente ritmico. Il suo marchio di fabbrica è l’imprevedibilità, la ricerca musicale della novità, il coraggio di dedicarsi all’istante, alla resa dell’imprevisto sonoro come evidente in se stesso. Il suo desiderio di continuare a reinventarsi, sia dal punto di vista sonoro che da quello compositivo, lo rende un superbo maestro del pianoforte, come l’ha definito il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung. La Act Records diMonaco l’ha preso sotto la propria ala protettrice e nel giro di pochi annigli ha fatto incidere diversi dischi, sia nelle vesti di partner del sassofonista Heinz Sauer, del trombonista scandinavo Nils Landgren e del collega di strumento Joachim Kuhn, sia in qualità di leader del trio [ELM] (la contrabbassista Eva Kruse e il batterista Eric Schaefer, con i quali si èaggiudicato il prestigioso Echo Jazz Award). Molto apprezzato anche il suo ultimo album, Weltentraum, uscito nel gennaio del 2014 e inciso con Schaefer e con la new entry Tim Lefebre al contrabbasso, in cui sogna un mondo fatto di canzoni, melodia e atmosfere.

Venerdì 17 Aprile H 20.45
Fred Hersch – Pianoforte

Nato a Cincinnati nell’Ohio nel 1955, è stato proclamato dalla rivista Vanity Fair Il pianista più innovativo nel jazz negli ultimi dieci anni o giùdi lì. Cinque volte candidato ai Grammy Awards, Hersch equilibra le sue capacità strumentali riconosciute a livello internazionale, con risultati significativi come compositore e direttore d’orchestra. È un grandissimo solista, accompagnatore ed interprete di ballads. Ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di quattro anni. Nel 1977 si è trasferito a New Yorked ha iniziato a collaborare con giganti del Jazz come Stan Getz, Joe Henderson, Toots Thielemans, Art Farmer ed Eddie Daniels. Il New YorkTimes ha pubblicato nel 2010 un meraviglioso e toccante articolo, a firma del critico David Hajdu, che racconta l’incredibile e miracolosa rinascita dell’artista che nel 2008 era stato colpito da una grave malattia. Oggi Hersch è un uomo pienamente recuperato; dopo il ritorno sulle scene ha pubblicato dei bellissimi albums tra cui un concerto dal vivo della sua Pocket Orchestra, una registrazione per piano solo intitolata Fred Hersch Plays Jobim, ed il delizioso Whirl, in trio con il contrabbassista John Hébert ed il batterista Eric McPherson. È una storia toccante quella di Fred, musicista schivo, sottostimato e meritevole di attenzione ben maggiore.

Biglietti: posti numerati 15 euro
I biglietti si possono acquistare sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati.
Biglietti disponibili anche la sera stessa dei concerti dalle 18.30 presso la Fazioli Concert Hall.
Info e fonte; 339 81 09 255 / 347 44 21 717
www.fazioli.com www.controtempo.org

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply