Apre la Mostra El Greco metamorfosi di un Genio a Treviso


Apre la Mostra El Greco metamorfosi di un Genio a Treviso

Venerdì 23 ottobre 2015 inaugura la Mostra El Greco in Italia: Metamorfosi di un genio in Casa dei Carraresi  a Treviso. Questo il titolo della prima retrospettiva che il nostro Paese dedica al decennio italiano del grande Maestro della pittura del Cinquecento. Doménikos Theotokópoulos, nato a Creta nel 1541 quando l’isola era ancora un possedimento della Repubblica di Venezia, è noto al grande pubblico con l’appellativo di El Greco.
Un soprannome fortemente evocativo in quanto di espressione italiana che, se da una parte richiama le origini geografiche dell’artista, comunica al tempo stesso un legame forte con il nostro Paese e la cultura che più l’ha plasmato. Una dichiarazione di gratitudine, quindi, per la terra, l’Italia, in cui avvenne la stupefacente metamorfosi che vide l’artigiano di icone di tradizione bizantina, diventare un protagonista indiscusso della cultura figurativa occidentale, riscoperto nell’800 e divenuto poi fonte d’ispirazione per le avanguardie del ‘900.
La mostra, organizzata da Kornice con la collaborazione di Art for Public e Fondazione Cassamarca, e ospitata presso la prestigiosa sede della Casa dei Carraresi, è imperniata proprio sul decennio 1567 – 1576, il periodo che El Greco trascorse in Italia.
A partire dalle carte d’archivio e dai documenti a disposizione, il curatore della mostra, Lionello Puppi, emerito di Ca’ Foscari, con mezzo secolo alle spalle di studi sull’artista e coadiuvato da un comitato scientifico di respiro internazionale composto da eminenti studiosi di prestigiose realtà accademiche, ricostruisce con molteplici spunti inediti il percorso dell’artista durante quel suo soggiorno consumato tra Venezia e Roma.

L’obiettivo della mostra sarà ripercorrere insieme ai visitatori le tappe di un’avventura irripetibile, illustrata attraverso un percorso di opere prodotte dall’artista in Italia e arricchite anche dall’esposizione a confronto di opere dei grandi artisti da lui amati e che hanno influenzato il suo lavoro, tra cui: Tiziano, Tintoretto, Jacopo Bassano, Parmigianino, Correggio, Zuccari.
Un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso la progressiva trasformazione dell’artista e il percorso che lo porterà alla creazione di un linguaggio che non ha paragoni possibili e alla realizzazione di capolavori assoluti.
“La genialità de El Greco sta nell’essere riuscito a fondere due culture contrapposte: quella greca ortodossa e quella rinascimentale cattolica romana – afferma Serena Baccaglini, della Università Cattolica di Milano e membro del comitato scientifico della mostra. “Sorprendente è la sua capacità di non negare nessuno dei due linguaggi e riuscire a fonderli insieme in uno stilema originale e unico. È questo che fa de El Greco l’artista eminentemente visionario che sconvolse Manet, Cezanne e Picasso”.
La mostra vedrà l’esposizione di alcune tra le opere tra le più importanti dell’artista, grazie alla significativa adesione di grandi istituzioni museali internazionali e di celebri collezioni particolari.

Il percorso espositivo, suddiviso in 4 macro sezioni, coinvolgerà il pubblico in un affascinante viaggio sulle tracce dell’attività dell’artista tra Venezia, Roma e l’Italia centrale, dove El Greco ebbe modo di entrare in contatto diretto con la coeva arte di Tiziano, Bassano e Tintoretto, artisti che influenzarono profondamente la sua opera.
La prima parte espositiva introdurrà il visitatore attraverso un video emozionale che racconterà l’artista e gli aneddoti legati alla sua personalità carismatica e alla sua vita avventurosa; la seconda è dedicata a Creta, l’isola in cui è nato, all’epoca territorio veneziano, e al linguaggio della tradizionale icona bizantina che ha contraddistinto i suoi primi anni come artista; la terza parte, quella centrale e dominante della mostra, metterà a confronto le principali opere del periodo italiano con quelle di artisti che hanno fortemente influenzato il suo lavoro. Tra i capolavori: il San Francesco Riceve le Stimmate di Tiziano (1525 ca.), la Madonna di San Zaccaria del Parmigianino (1530-1533 ca.), l’Allegoria della Battaglia di Lepanto del Veronese (1572-1573 ca.) e l’Allegoria del Fuoco del Bassano (1580 ca.).
Tra le opere principali del primo blocco e di quello centrale: il San Demetrio (ante 1567), l’altarolo detto Trittico di Modena (1567-1568 ca.), l’Adorazione dei Pastori (1568-1569 ca.), il Ritratto di Giulio Clovio (1571 ca.), la Guarigione del Cieco (1573 ca.), la Crocifissione (1575-1577 ca.), il San Francesco (1595), il Salvatore Benedicente (1595 ca.), il Polittico di Ferrara (1568), oltre a un’opera misteriosa mai mostrata prima al pubblico che sarà esposta in anteprima mondiale per l’evento.
La parte finale sarà dedicata alle influenze che El Greco ha esercitato sugli artisti delle avanguardie del ‘900, tra cui geni del calibro di Pablo Picasso e Francis Bacon. Saranno infatti in mostra i capolavori di questi artisti, regalando così al visitatore un’esperienza unica, un viaggio tra l’arte rinascimentale e moderna che rivelerà, inequivocabilmente, come i colori acidi, il movimento ascensionale delle figure, l’impressionante rappresentazione psicologica dei ritratti, gli sprazzi di luce rubati alle tenebre tipici de El Greco abbiano incantato molti artisti famosi, secoli dopo la morte del Maestro, al punto tale da renderlo uno degli artisti più imitati al mondo.
In occasione della mostra, Casa dei Carraresi, centro congressi ed esposizioni di Fondazione Cassamarca, ha riportato alla luce le sale dei Brittoni con i loro meravigliosi affreschi che saranno riaperte al pubblico. Nell’attesa della pubblicazione del catalogo della mostra, edito da Skira, aneddoti, curiosità sull’artista e il backstage della preparazione della mostra si possono seguire sulla pagina Facebook Mostre-Treviso e i profili Twitter e Instagram.

info e fonte; www.casadeicarraresi.it
La sede espositiva si trova in Via Palestro, 33/35 31100 Treviso
Tel: 0422 513150 Fax: 0422 513151
casadeicarraresi@fondazionecassamarca.it

Mostra a cura di: Lionello Puppi
Comitato Scientifico:
Serena Baccaglini, Alessandra Bigi, Nano Chatzidakis, Agnese Chiari Moretti Wiel, Robin Cormack, Andrea Donati, Mariella Lobefaro, Maria Paphiti, Paula Revenga Dominguez

Organizzata da: Kornice di Andrea Brunello con la collaborazione di Fondazione Cassamarca
Con il patrocinio di: MIBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Regione Veneto Provincia di Treviso Comune di Treviso

Con la collaborazione di: Polo Museale del Veneto
Orari:
Martedì – Venerdì 09:00 – 19:00,
Sabato e Domenica 09:00 – 20:00
Ingresso:
Intero 12€ Ridotto 10€
Info e prenotazioni:
www.elgrecotreviso.it, + 39 0422 513150,
info@elgrecotreviso.it, Facebook: Mostre-Treviso
Catalogo: Skira Editore

***************

Elenco dei migliori ristoranti di Treviso e provincia; dove andare mangiare specialità di cucina di carne e di pesce, la migliore cucina tipica della marca trevigiana, oltre ai migliori Ristoranti e Trattorie ed Osterie dotate delle più importanti liste dei vini. Entra in “Places“ e crea il profilo del locale selezionando o rimuovendo con un click una o più icone tra quelle presenti nelle schede Tipologia Dotazioni Servizi e Posizione e dai avvio alla tua ricerca.

Crea il profilo del locale selezionando o rimuovendo con un click una o più icone tra quelle presenti nelle schede Tipologia Dotazioni Servizi e Posizione e dai avvio alla tua ricerca selezionando i suggeriti da TTL – The Best Of – o Tutti.

Cerca e scegli dove mangiare dormire alloggiare bere e divertirti nei migliori locali di Treviso e provincia

Entra nel nostro portale !

Entra in “Places“, combina le icone per cercare il profilo del “tuo” locale ideale in decine di differenti combinazioni

Scarica QUI la Guida turistica e la mappa di Treviso con i migliori Ristoranti ed Hotel .pdf

Ristorante
Locale dove pasti e il servizio rispondono a caretteristiche e qualità superiori
-> Pubblic space where service and food are far better than ever.
Trattoria
Pubblico esercizio caratterizzato da un ambiente di tipo familiare con cucina tradizionale.
-> Eatery featuring a family environment with traditional cuisine.
Hosteria
Nell’hosteria solitamente si serve prevalentemente vino e, in alcuni casi, cibi tipici e spuntini.
-> Traditional bar which serves mainly wine and, in some cases, typical foods and snacks.
Pizzeria
Nelle pizzerie italiane è possibile trovare anche altre tipologie di pietanze.
-> In the Italian Pizzerias you can also find other types of dishes.
*****************************************************************
Ufficio IAT
Palazzo Scotti Via S.Andrea, 3 31100 Treviso Tel: (+39) 0422.547632 Fax: (+39) 0422.419092
Ufficio I.A.T. Aeroporto
c/o Terminal Aeroporto “A. Canova” Via Noalese, 63 31100 Treviso Tel: (+39) 0422.263282
Consorzio Marca Treviso
Via Venier, 55 – 31100 Treviso tel: (+39) 0422 541 052 fax: (+39) 0422 591 195
PUBLIC TRANSPORT
ACTT
Trasporto Pubblico Cittadino Tel: (+39) 0422 3271
Stazione Ferrovie di Stato Call Center Tel: (+39) 892 021
Aeroporto di Treviso A.Canova Tel: (+39) 0422 315 111
Aeroporto di Venezia M. Polo Tel: (+39) 041 260 92 60
Taxi Treviso Tel: (+39) 0422 431 515
P.zza Indipendenza • Ospedale Stazione FS • Aeroporto
SAFER CITY NUMBERS
LEGENDA
Carabinieri Tel: (+39) 112
Polizia Tel: (+39) 113
Polizia Locale Tel: (+39) 0422 301 140
Emergenza Sanitaria Tel: (+39) 118

info e fonte; www.casadeicarraresi.it
La sede espositiva si trova in Via Palestro, 33/35 31100 Treviso
Tel: 0422 513150 Fax: 0422 513151
casadeicarraresi@fondazionecassamarca.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio