Tags: ,
Categorie: Eventi

Simone Cristicchi a Zero Branco; mio nonno è morto in guerra


Simone Cristicchi a Zero Branco; mio nonno è morto in guerra

Zeroifinito 2017 Simone Cristicchi porta all’Auditorium Giovanni Comisso di Zero Branco di Treviso; mio nonno è morto in guerra. Domenica 29 gennaio, alle 18.00, la seconda edizione della rassegna teatrale promossa da Comune di Zero Branco e Echidna Paesaggio Culturale amplia lo sguardo alle mille piccole storie della seconda guerra mondiale: il cant-attore romano presenta uno spettacolo che è un album di ricordi che ancora gridano rabbia per un dolore gratuito e inutile e, d’altra parte, esprimono bisogno di leggerezza per sopravvivere.

Dopo lo spettacolo sarà possibile continuare a godere della compagnia di Cristicchi durante la Cena con l’artista, su prenotazione al ristorante Villa Guidini.

A due giorni dalla ricorrenza della Giornata della Memoria, il Comune di Zero Branco e l’associazione Echidna Paesaggio Culturale per il sesto appuntamento della rassegna teatrale ZeroInfinito 2016-17 domenica 29 gennaio alle 18.00 portano all’Auditorium Giovanni Comisso di Villa Guidini a Zero Branco, Treviso, Simone Cristicchi con Mio nonno è morto in guerra, un lavoro che racchiude storie di piccoli eroi quotidiani, uomini e donne attraversati da uno dei più violenti terremoti della storia: la seconda guerra mondiale.

Lo spettacolo è tratto dall’omonimo libro di Cristicchi (Mondadori, 2012), che raccoglie 57 piccole storie di reduci, partigiani, civili sopravvissuti al secondo conflitto mondiale. A seguire c’è la possibilità di partecipare alla ‘Cena con l’artista’ al ristorante di Villa Guidini (prenotazione necessaria).
Non è uno spettacolo sulla Shoa quello di Cristicchi, quanto invece un percorso più ampio sul filo della memoria: come ha spiegato l’artista, è un omaggio ai nonni e da ciascuna delle storie che si susseguono sulla scena emerge un’umanità che è più grande della guerra e il palco diventa cassa di risonanza alle emozioni.
Le vicende di reduci, partigiani, civili sopravvissuti alla seconda guerra mondiale sono rappresentate da altrettante vecchie sedie accatastate, che proiettano sullo sfondo una ragnatela di luce. Una dopo l’altra si delineano le vite di 14 piccoli eroi quotidiani che hanno attraversato o sono stati attraversati da un uragano della storia, la seconda guerra mondiale. Storie di bombardamenti nelle borgate, di fame, storie di madri coraggiose, di prigionieri in Africa, di soldati nella ritirata di Russia, di lotta partigiana e di fascisti. Campi di concentramento ed esuli fuggiti dall’Istria.

Biglietti
Prevendita dei biglietti in Biblioteca sabato 28 gennaio ore 10,30 – 12,30.
Biglietti: euro 23,00 interi, 18,00 ridotti
Biglietteria on line: mailticket.it
Biglietteria il giorno dello spettacolo un’ora prima dell’orario di inizio.
Prenotazioni Telefoniche: biglietti prenotati vanno ritirati entro 20 minuti prima dell’orario di inzio; si consiglia di arrivare con anticipo.
Per informazioni:
Echidna Associazione Culturale tel. 041412500 – 3409446568
www.echidnacultura.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio