La chitarra di Alex Britti sul palco del Suoni di Marca 2017


La chitarra di Alex Britti sul palco del Suoni di Marca 2017

La chitarra di Alex Britti sale sul palco del Suoni di Marca Festival 2017. Sarà Alex Britti il grande ospite della serata del 24 luglio sul main stage di Suoni di Marca Festival sulle mura trevigiane, sempre ad ingresso gratuito. Una serata a suon di buona musica italiana che fonde pop e rock, e sorprendentemente anche blues, jazz e l’inconfondibile suono della chitarra che contraddistingue il cantautore romano: la fedele acustica a sei corde, la sorella a dodici, lo strumento classico e quello elettrico che si avvicenderanno nel corso del concerto in cui Alex Britti sfoggerà dimestichezza anche con le percussioni e con l’elettronica.

Ma a Suoni di Marca ne vedremo delle belle: presenterà il suo nuovo album : In nome dell’amore – volume 2, che segna il nuovo percorso umano e musicale di Alex Britti. Un disco importante, dove il cantautore romano si mette in gioco evidenziando la continua ricerca musicale, mentre l’amore è il sentimento protagonista.
Un ritorno in piena regola quello del cantautore ed eclettico chitarrista romano che, con il suo nuovo disco, rimette l’auto in moto e fa una decisa retromarcia verso armonie e melodie che lo riportano agli esordi, al Britti più leggero e spensierato degli inizi. L’album – ancora fresco di stampa – chiude e completa il progetto discografico In Nome dell’Amore, volutamente pensato in due capitoli – il Volume 1 uscito nel 2015 e il recente Volume 2. Un unico disco, quindi, diviso in due sezioni, per cantare l’amore a 360° dal tramonto all’alba, dai toni più malinconici e cupi del primo volume sino ai ritmi più vivaci e solari del secondo volume, fresco e rigenerante come un mojito in una giornata al mare. Summer is coming e non poteva esserci periodo migliore per salutare l’arrivo di un album che con una facilità pazzesca ti ritrovi a canticchiare e fischiettare già dal primo ascolto. È questa la ricetta con cui Alex Britti, reduce dalla recente partecipazione a Celebrity MasterChef Italia, ha voluto augurare una buona stagione dell’amore ai suoi fans. Sono un artista artigiano, non ho la fabbrica delle canzoni, ho la bottega delle canzoni. Quindi non sono un McDonald’s, sono il ristorante che cucina in altro modo gli abbiamo sentito ammettere in un’intervista di pochi giorni fa. Gli ingredienti sono misurati a puntino. Il numero di tracce/portate è quello giusto: sette, che non suonano né troppe, né troppo poche. Nulla da dire sulla qualità dei prodotti scelti: musica leggera doc e q.b., un pizzico del blues brittiano che tanto ci è caro, un filo di rock and roll.

Ne scaturiscono più di due ore di concerto, in cui alle canzoni di questo ultimo album, si alternano alle tante hit del passato e a brani che non si sentivano da tempo, rimessi in pista per accentuare lo spirito blues, rock o jazz dei vari passaggi o perché particolarmente adatti all’assetto solista.

Chitarrista e cantautore, Britti inizia a lavorare nel mondo della musica fin dalla gioventù. Nel ’98 pubblica il singolo Una sola volta ( o tutta la vita ) grazie al quale inizia a farsi conoscere a livello nazionale. L’anno successivo si presenta a Sanremo tra le Nuove Proposte con il singolo Oggi sono io vincendo e affermandosi nel panorama musicale italiano. Il vero successo però lo raggiunge nel 2000 con l’album La vasca, che si posiziona al primo posto delle classifiche e vincendo il triplo disco di platino con l’omonimo singolo. Numerosi sono gli album pubblicati nel corso degli anni, da 3, a Festa, a Bene così per citarne alcuni, ma la carriera di Britti vanta anche parecchie collaborazioni con nomi nazionali ed internazionali quali Pavarotti e Joe Cocker nel concerto Pavarotti & Friends, Sergio Cammariere, con il quale ha scritto la colonna sonora del film Uomini senza Donne del 1996, i Neri per caso, Ray Charles, Edoardo Bennato e molti altri. Seguono anni ricchi di soddisfazioni internazionali: la partecipazione all’evento «Jimi Hendrix Experience» con due dei Simple Minds – uno storico tutto esaurito a Londra – e il duetto con Patti Smith al concerto di Natale di Rai Due ne hanno definitivamente certificato lo status di chitarrista di fama mondiale.

info e fonte; www.suonidimarca.it

TTL Staff © redazione@time-to-lose.it - www.time-to-lose.it












Categorie

Archivio