La Traviata di Giuseppe Verdi al Comunale di Treviso 2010-03-08
Time To Lose

Cultura

La Traviata di Giuseppe Verdi al Comunale di Treviso

Venerdì 12 e sabato 13 marzo alle ore 20.45, e domenica 14 marzo alle ore 16.00, al Teatro Comunale di Treviso andrà in scena La Traviata di Giuseppe Verdi nell’allestimento originale dell’Associazione Arena Sferisterio di Macerata, riprodotto in scala ridotta ad opera della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi. L’opera, frutto della coproduzione fra Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, Teatro dell’Aquila di Fermo, Fondazione Nuovo Teatro G. Verdi di Brindisi, e Teatri S.p.A. di Treviso, sarà diretta da Giampaolo Maria Bisanti a capo dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e del Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”, preparato dal M° David Crescenzi. La regia dell’opera è di Henning Brockhaus, le scene di Josef Svoboda, i costumi di Giancarlo Colis.

Nel cast dei cantanti figurano Uni Lee e Valeria Esposito nel ruolo della protagonista, Salvatore Cordella e Piero Pretti nel ruolo di Alfredo Germont, Filippo Bettoschi e Simone Piazzola nel ruolo di Giorgio Germont, Chiara Brunello interpreterà Flora Bervoix, Nan Zheng Annina, Ramtin Ghazavi Gastone, Abramo Rosalen il Dottore Grenvil, Mattia Olivieri il Barone Douphol, Matteo Ferretti il Marchese d’Obigny, Massimiliano Nori Giuseppe, servo di Violetta e  Ferruccio Finetti interpreterà il doppio ruolo del Domestico di Flora  e del Commissionario.

Tratta dalla pièce teatrale La signora delle camelie di Alexandre Dumas (figlio), La traviata è considerata l’opera più significativa e romantica di Verdi e fa parte della trilogia popolare assieme a Il Trovatore e a Rigoletto. La prima rappresentazione avvenne al Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853 ma, a causa soprattutto d’interpreti non all’altezza e della scabrosità dell’argomento, si rivelò un sonoro fiasco; ripresa l’anno successivo con una compagnia vocale all’altezza e retrodatando l’azione di due secoli riscosse finalmente il meritato successo.

L’azione è condotta come una narrazione a ritroso attraverso le note del preludio che apre l’opera: un ritratto musicale della protagonista, colta nello stadio del declino fisico (i diafani violini del primo tema, che caratterizzerà poi l’atto terzo), mentre la mente corre nostalgica ai tempi della tormentata relazione amorosa (è il passionale «Amami, Alfredo» del secondo atto) e ai giorni spensierati delle frivolezze parigine in cui la passione era divampata (ed ecco i guizzi brillanti dei violini a corteggiare il tema amoroso ripetuto con calore dagli archi gravi). L’ascoltatore viene così condotto per mano in questo viaggio a ritroso nel tempo, sino a venire catapultato nel bel mezzo della festa chiassosa che apre l’atto primo, con la consapevolezza che ciò cui assisterà è già ‘passato’: una situazione di euforica allegria, che il tempo ha in realtà ormai travolto e soffocato.

Teatro Comunale Treviso

Venerdì 12 marzo ore 20.45

Sabato 13 marzo ore 20.45

Domenica 14 marzo ore 16.00

Giuseppe Verdi La Traviata

Melodramma  in tre atti

libretto di Francesco Maria Piave

tratto dal dramma La dame aux camélias di Alexandre Dumas figlio

Personaggi                                      Interpreti

Violetta Valéry                                            Uni Lee / Valeria Esposito

Alfredo Germont                                         Salvatore Cordella / Piero Pretti

Giorgio Germont, suo padre                       Filippo Bettoschi / Simone Piazzola

Flora Bervoix                                              Chiara Brunello

Annina                                                       Nan Zheng

Gastone, visconte di Letorières                  Ramtin Ghazavi

Dottore Grenvil                                           Abramo Rosalen

Barone Douphol                                         Mattia Olivieri

Marchese d’Obigny                                    Matteo Ferretti

Giuseppe, servo di Violetta                        Massimiliano Nori

Domestico di Flora / Commissionario       Ferruccio Finetti

direttore
Giampaolo Maria Bisanti

regia
Henning Brockhaus

scene
Josef Svoboda

costumi

Giancarlo Colis

luci

Henning Brockhaus

Fabrizio Gobbi

riduzione allestimento scenico

Benito Leonori

coreografie

Susanna Giarola

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta

Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”

maestro del coro David Crescenzi

In coproduzione con Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, Teatro dell’Aquila di Fermo,

Fondazione Nuovo Teatro G. Verdi di Brindisi, Teatri S.p.A.

Allestimento originale di proprietà dell’Associazione Arena Sferisterio di Macerata. Riproduzione in scala ridotta ad opera della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi

Infoline 0422 540480

Biglietteria

di persona: il giorno dello spettacolo dalle ore 15.00 alle ore 18.00 ed un’ora prima l’inizio dello stesso.

al telefono: 0422 540480, dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.30.

www.teatrispa.it biglietteria@teatrispa.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply