Andar per borghi a visitar righee 2011 2011-04-12
Time To Lose

Calendario

Andar per borghi a visitar righee 2011

Andar per borghi a visitar righee. Dal 24 aprile al 1° maggio 2011 ritorna “Natura & Righee Il gioco con le uova sode della tradizione pasquale 14 campi da gioco e tante novità. Associazione Insieme per Ceneda. Fervono i preparativi tra le varie associazioni e gruppi che compongono la Comunità Ludica della Righèa per la nuova edizione dell’“Andar per borghi a visitar righèe – Natura&righèe”, un’edizione, quella 2011, ricca di novità tutte da scoprire.
L’appuntamento con il gioco con le uova sode della tradizione pasquale è nei 14 campi – c’è quindi solo l’imbarazzo della scelta – che dal 24 aprile al 1° maggio accoglieranno le sfide “all’ultimo uovo” di questo gioco che da sempre unisce grandi e piccini. Gli organizzatori sono al lavoro per ultimare la realizzazione dei “catini” di argilla in cui far rotolare le proprie uova variopinte.
Da Forcal, a nord di Vittorio Veneto, a Conegliano, in Piazza Cima, la Comunità Ludica della Righèa da oltre dieci anni mantiene viva una tradizione dell’Alta Marca Trevigiana che con il tempo rischiava di sparire. Un gioco, quello della righèa o rigolana, legato al periodo della Pasqua che si può far risalire, sulla base di antichi documenti, all’Ottocento. Vi sono stati periodi nei quali ogni borgo, ogni “cortivo”, costruiva una o più righèe. Negli anni la tradizione andò declinando, per rinascere con la Comunità Ludica della Righèa, tanto che questa manifestazione ha ricevuto il riconoscimento della Regione, quale evento che tiene viva l’identità veneta, e della Provincia di Treviso, che l’ha inserita nel circuito Rete Eventi Marca Storica.
Novità 2011
• Tre nuovi campi da gioco: a Conegliano nella centralissima Piazza Cima, a Vittorio Veneto nel Parco Fenderl e a Colle Umberto presso il Bar Centrale.
• Righèa & Natura
Righèe in mezzo ai borghi o tra i prati, righèe lungo la pista ciclabile o tra le colline: la Comunità Ludica della Righèa ha organizzato quest’anno, in collaborazione con varie associazioni sportive, una serie di appuntamenti per scoprire i vari campi da gioco, ma anche le bellezze naturalistiche dell’Alta Marca Trevigiana, in bici, a piedi o sui pattini.
Righèa della solidarietà
Anche quest’anno le righèe sostengono “Casa Antica Fonte”, l’hospice che l’Ulss 7 sta costruendo nei pressi dell’ospedale vittoriese e in grado di accogliere dieci malati di tumore in fase avanzata e offrire loro cure in un ambiente famigliare. Come nell’edizione 2010, in tutti i campi da gioco sarà presente una cassettina per la raccolta fondi in favore della realizzazione di quest’opera.

Quando e dove si gioca alla righèa
Dal 24 aprile, giorno di Pasqua, a domenica 1° maggio nei comuni di Cappella Maggiore, Colle Umberto, Conegliano, San Fior, San Vendemiano e Vittorio Veneto. Il clou della manifestazione sarà nel pomeriggio di Pasquetta, 25 aprile: attesi migliaia di visitatori e giocatori.
14 i campi da gioco per l’edizione 2011:
• al Circolo di Forcal (Vittorio Veneto)
• in centro presso il Parco Fenderl (Vittorio Veneto)
• a Costa presso le Vecchie Scuole (Vittorio Veneto)
• a Ceneda presso Casa Baccichetti in via Francesconi, da una famiglia che da un secolo costruisce il campo da gioco nella corte di casa (Vittorio Veneto)
• alla Casa delle Ochette, al centro della pista ciclabile che scorre lungo il fiume Meschio, lontana dalla città, ideale per i più piccoli (Vittorio Veneto)
• a San Giacomo nel caratteristico Borgo Al Ponte (Vittorio Veneto)
• a Cozzuolo, nel verde prato di San Valentino (Vittorio Veneto)
• a Carpesica nel Borgo Pretura, in una corte del veneto contadino (Vittorio Veneto) dove nel pomeriggio di Pasquetta si sfideranno i sindaci di Vittorio Veneto e Conegliano
• nel Borgo S. Pierin vicino alla suggestiva omonima chiesetta di Scomigo (Conegliano)
• a S. Vendemiano presso il Municipio
• Ai Castellari nell’area panoramica della storica Pieve a Castello Roganzuolo (San Fior)
• ad Anzano nel parco giochi con la regia dell’associazione Tra contrade
• a Conegliano in Piazza Cima
• a Colle Umberto presso il Bar Centrale
In tutti i campi da gioco saranno allestiti stand con prodotti tipici locali.

Chi organizza
La Comunità Ludica della Righèa, ovvero:Associazione Insieme per Ceneda, Associazione San Valentino – Cozzuolo, Associazione Sant’Elena – Scomigo, Casa delle Ochette, Bar Centrale di Colle Umberto, La Fabbrica dei Coriandoli, Tra Contrade Anzano, Giovani San Vendemiano, Genitori Castel Roganzuolo, Borgo Al Ponte – San Giacomo, Pro Loco Cappella Maggiore, Giovani Costa, Val Lapisina Iniziative, Famiglie di Borgo Pretura, Casa Baccichetti, Dama Castellana.

Che cos’è la righèa
È un gioco proprio della cultura contadina che da secoli si pratica nella settimana successiva a Pasqua.
Si costruisce un piccolo catino di terra e sassi, creta e fango: si lavora di gruppo, di pala, cazzuola e olio di gomito. Lungo le sponde del catino a turno i giocatori fanno rotolare uova sode, dipinte da ciascuno a colori vivaci per distinguerle; lo scopo è di colpire le uova avversarie, ammaccandole senza danneggiare le proprie, o di far raggiungere all’uovo la moneta gettata nel campo, che viene vinta. Una pasqualissima combinazione di bocce e biliardo… che coinvolge giocatori da 0 a 99 anni. E quando le uova a furia di tirarle si ammaccano? Un po’ di sale, e gnam! Il dialetto vittoriese ancora conserva i nomi specifici delle pratiche e degli strumenti del gioco della righèa: come il ranzìn, un bastoncino ripiegato ad una estremità, utilizzato per ripescare dal catino le uova.

Info e fonte
Associazione Insieme per Ceneda
Vittorio Veneto 347 4918658 insiemeperceneda@gmail.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply