Antennacinema 2013 – Appuntamento 2013-10-31
Time To Lose

Calendario

Antennacinema 2013 – Appuntamento

Multisala Méliès di Conegliano la Edizione 2013 di “Antennacinema“.

Programma Antennacinema 2013
Multisala Méliès – Conegliano
Il lavoro della memoria
Martedì 5 novembre ore 18.00
Oblio del tempo
To be or not to be ( USA, 1942, 99’ )
di Ernst Lubitsch
Interpreti: Carole Lombard, Jack Benny, Robert Stack, Felix Bressart
Joseph e la moglie Maria dirigono una compagnia teatrale polacca, rimasta senza lavoro dopo l’occupazione tedesca del ‘39. Quando il tenente Sobinski chiede loro aiuto per la causa della Resistenza, il talento dell’intera compagnia finisce al servizio di un esilarante e sempre più rischioso complotto antinazista fatto di travestimenti e scambi di persona. Il congegno narrativo perfetto e un cast formidabile assicurano un divertimento sfrenato e momenti di sincera commozione.
Commedia capolavoro di Hollywood in versione restaurata e rimasterizzata (versione in lingua originale con sottotitoli in italiano)

ore 20.45
Inaugurazione di Antennacinema Edizione 2013/14
Partecipano:
Floriano Zambon Sindaco di Conegliano e Assessore a Cultura e Turismo della Provincia di Treviso
Stefano Dugone Assessore a Cultura e Turismo del Comune di Conegliano
Fabio Sforza Sindaco del Comune di Pieve di Soligo
Nicola Sergio Stefani Assessore alla Cultura del Comune di Pieve di Soligo
Massimo Mario Presidente del Comitato Incontri di Cinema e Televisione

ore 21.00
Memoria del luogo
Proiezione di Sacro GRA ( Italia, 2013, 93’ )
di Gianfranco Rosi
Rosi ha deciso di raccontare un angolo dell’Italia, girando e perdendosi per più di due anni con un mini-van sul Grande Raccordo Anulare di Roma per scoprire i mondi invisibili e i futuri possibili che questo luogo magico cela oltre il muro del suo frastuono continuo. Lontano dai luoghi canonici di Roma, il GRA si trasforma in collettore di personaggi altrimenti invisibili, di apparizioni fugaci, di storie a margine di un universo in espansione.
Leone d’oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2013
Evento in collaborazione con PaesAgire
Martedì 12 novembre ore 18.00
Oblio dell’individuo
Il volto di un’altra ( Italia, 2013,84’ )
di Pappi Corsicato
Interpreti: Laura Chiatti, Alessandro Preziosi, Lino Guanciale, Iaia Forte, Angela Goodwin
Bella, esuberante conduttrice televisiva, viene licenziata perché gli ascolti dello show sono in calo e il pubblico è stanco ormai di vedere la sua faccia. La donna sulla via del ritorno a casa ha un brutto incidente d’auto che la lascia sfigurata. Quello che potrebbe sembrare il colpo di grazia che sancisce la fine della carriera di Bella, si rivela essere un’ottima occasione per rilanciare la propria immagine. Una riflessione sul concetto dell’apparire e della sua esasperazione ai giorni nostri, che affronta anche temi legati alla chirurgia estetica e al sensazionalismo televisivo.
ore 21.00
Memoria dell’individuo
Che strano chiamarsi Federico ( Italia, 2013, 93’)
di Ettore Scola
Interpreti: Sergio Rubini, Antonella Attili, Vittorio Viviani, Sergio Pierattini, Tommaso Lanzotti
Ritratto di Federico Fellini dal suo debutto nel 1939 come giovane disegnatore al suo quinto Oscar nel 1993, anno del suo settantatreesimo e ultimo compleanno, ricordato dall’amico Scola come un grande Pinocchio che, per fortuna, non è mai diventato “un bambino perbene”. Un film forse un po’ cubista, fatto di frammenti, momenti e impressioni sparse, che alterna alle scene scritte, ricostruite e girate a Cinecittà, materiali di repertorio d’epoca, scelti dagli archivi delle Teche Rai e dell’Istituto Luce.

Martedì 19 novembre ore 18.00
Oblio del luogo
L’ intervallo ( Italia/Svizzera/Germania 2012, 90’ )
di Leonardo Di Costanzo
Interpreti: Francesca Riso, Alessio Gallo, Antonio Buil Puejo, Carmine Paternoster, Salvatore Ruocco
Gli adolescenti Salvatore e Veronica sono costretti a convivere per un giorno all’interno di un edificio disabitato nella periferia di Napoli, dove un boss della zona ha rinchiuso la ragazza obbligando Salvatore a sorvegliarla. Dopo i primi attriti i due cominciano a conoscersi, a sperimentare i luoghi della loro reclusione a condividere i sogni.Un racconto d’amore spezzato, di poesia calpestata, per narrare la liberazione dal peso della realtà e il tentativo di trovare una salvezza almeno temporanea.

ore 21.00
Memoria dell’individuo
Gloria ( Cile /Spagna 2013, 94’ )
di Sebastian Lelio
Interpreti : Paulina García, Sergio Hernández, Marcial Tagle, Diego Fontecilla, Fabiola Zamor
La storia di una 50enne che con compostezza e serietà vive come un’adolescente fuori tempo massimo, attraverso il lento accumularsi di eccessi, passioni e delusioni aliene alla sua età, è attraversata con una grazia ed un’urgenza morale che impediscono al personaggio di scivolare nel ridicolo anche quando questo è palesemente nell’aria. Lelio con audacia non comune prende le distanze dai più illustri esempi del cinema passato in materia di profili femminili e sceglie un registro da commedia sebbene si attacchi alla protagonista come in un dramma, trovando in lei una forza motrice inesauribile.
Orso d’argento al Berlino Film Festival 2013 alla migliore attrice Paulina Garcia

Martedì 26 novembre ore 18.00
Memoria del tempo
Tutto parla di te ( Italia, 2012, 83’ )
di Alina Marazzi
Interpreti:Charlotte Rampling, Elena Radonicich, Valerio Binasco, Maria Grazia Mandruzzato.
Tornata dopo molti anni a Torino per fare i conti con un passato doloroso, Pauline inizia a collaborare con un centro maternità dove incontra Emma, giovane ballerina alle prese con una depressione post – partum. L’una troverà conforto nell’altra. Combinando finzione e ricerca documentaria, in equilibrio fra realtà e inconscio, Tutto parla di te sonda il mistero della maternità, al centro della poetica di Alina Marazzi, territorio rimosso di tenerezza e sofferenza.

ore 21.00
Oblio dell’individuo
Il caso Kerenes (Pozitia copilului, Romania, 2013, 112’ )
di Calin Peter Netzer
Interpreti: Luminita Gheorghiu, Bogdan Dumitrache, Natasa Raab, Florin Zamfirescu, Vlad Ivanov, Ilinca Goia
Oltre a frequentare l’élite che guida la Romania, Cornelia è una madre invasiva. Dopo aver ucciso un ragazzino in un incidente d’auto, il figlio ormai adulto è costretto a dipendere da lei e dalle sue molte conoscenze. Nel ritratto complesso di una donna si intuisce quello di un Paese diviso tra deboli e potenti, a più di vent’anni dalla morte di Ceausescu.
Orso d’oro al Berlino Film Festival 2013

Ingresso libero e gratuito
info e fonte; www.antennacinema.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply