Carnevale al teatro l’Avogaria – Venezia 2014-02-25
Time To Lose

Calendario

Carnevale al teatro l’Avogaria – Venezia

Carnevale a teatro a l’Avogaria di Venezia: surrealismo e comicità tutta veneziana nela rassegna di tre appuntamenti che il Teatro a l’Avogaria di Venezia, Dorsoduro 1607, Corte Zappa, propone per celebrare la kermesse. Si parte venerdì 28 febbraio, ore 21.00, e replica sabato 1 marzo ore 21.00, con “Tutta colpa di mio marito” del drammaturgo Angelo Callipo intrepretato dall’autore stesso con Elisabetta Mason.

Una divertente storia d’amore dove protagonisti sono Clelia e Renato, due perfetti sconosciuti che casualmente, complice una spiaggia, il sole, la brezza del mare, sono travolti dalla passione. . L’amore ha dunque bisogno di occasioni impreviste? Non lo si può escludere del tutto, ma una coincidenza non basta mai da sola, così per Clelia e Renato cominciano una serie di incontri sempre meno fortuiti, ma sempre più rocamboleschi, grotteschi, addirittura surreali. Fino a quando decideranno di imprimere alla loro storia una direzione del tutto inaspettata, inaspettata e fatale insieme, che trascina ad un finale assurdamente esilarante.

Domenica 2 marzo 2014, ore 18.00, da trascorrere in allegria con un must del Carnevale, che fa registrare sempre il sold out ad ogni edizione: “Bricola e Regina”, due personaggi nati dalla creatività e dalle radici veneziane di due attori, Giorgio Bertan ed Eleonora Fuser. Dopo circa vent’anni dalla loro invenzione, queste due maschere ci intratterranno ancora con nuove ed esilaranti trovate, intervallate a momenti di intimità comico-grotteschi, conditi con un linguaggio popolare ormai quasi estinto. Il pubblico, coinvolto dal loro saporito mondo, viene idealmente fatto proseguire lungo l’antica via della Commedia dell’Arte, di cui i due attori sono magistralmente interpreti.
In questo spettacolo, i due protagonisti, reduci dall’ospizio di S. Lorenzo a Venezia, seduti sulla panchina di un campiello, tra temi universali e vita quotidiana, dialogano ai margini della società sul difficile mondo della terza età, e sono pronti a ragionarci sopra con chiunque, all’insegna di un grande amore per la vita. La loro storia di coppia, il passato di ricordi, i rimpianti, le delusioni, le paure ,il cinismo, (se stava megio co se stava pezo) si alternano tra litigi, scherzi e tenerezze e, nella loro pur scomoda vita di strada, esprimono tutto il loro amore per la vita (stemo sempre ramperai).

Martedì grasso, 4 marzo 2014, ore 18.30, lo spettacolo “ E… se gavesse vinto Napoleon?” una suposta storica de Maurizio Bastianetto. Una rivelazione di importanza incalcolabile, che costringerebbe gli studiosi a ripensare e di riscrivere quel periodo storico, partendo dalla battaglia di Waterloo, anzi da qualche giorno prima. E’ quanto verrà proposto dallo show del celebre attore.
Lo spettacolo è basato su documenti storici scoperti proprio da Bastianetto e rischia (ma forse è proprio quello che l’autore vorrebbe) di provocare polemiche e risse fra storici di ogni nazione ma soprattutto francesi e inglesi.

L’Associazione Teatro a l’Avogaria, nasce nel 1969 dalla passione e dalla tenacia di Giovanni Poli, già fondatore del Teatro Universitario Cà Foscari di Venezia, e dagli esordi si pone come laboratorio di ricerca che coniuga un metodo d’improvvisazione teatrale tra la Commedia dell’Arte e le Teorie dell’Avanguardia. In più di quarant’anni di attività ha prodotto oltre sessanta spettacoli tra cui la “Commedia degli Zanni” rappresentata con successo sui più importanti palcoscenici internazionali. Riconosciuta come uno dei centri di formazione professionale di riferimento nel Triveneto, ogni anno organizza corsi, dedicati ad appassionati e professionisti, su discipline quali recitazione, Commedia dell’Arte, dizione, storia del teatro, canto, tecnica dell’interpretazione.

Gli spettacoli su prenotazione telefonica ai numeri 0410991967-335372889
avogaria@gmail.com
Info:www.teatro-avogaria.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply