Casa dei Gelsi – Concerto pro ADVAR 2010-01-12
Time To Lose

Calendario

Casa dei Gelsi – Concerto pro ADVAR

L’hospice Casa dei gelsi di Treviso, gestito da Advar Onlus, associazione che prestaassistenza ai malati di cancro inguaribili presso la struttura e a domicilio, anche quest’anno, apre le porte alla cittadinanza, con l’intento di farsi conoscere e mostrarsi nella sua interezza, non solo come luogo di ricovero ma anche come luogo vivace, ricco di iniziative ed opportunità per celebrare la dignità della vita in ogni suo momento.

Il primo appuntamento della rassegna “Incontrarsi alla Casa dei gelsi”, intitolato “Le antiche sonorità del violoncello incontrano le aspre armonie della fisarmonica”, si terrà domenica 21 febbraio alle 20,30 nell’auditorium dell’hospice di via Fossaggera – Treviso.
Si tratta di un raffinato concerto tra musica originale e rivisitazioni che spaziano tra folk e musica contemporanea offerto dal musicista polistrumentista Carmelo Massimo Torre* e dal violoncellista Andrea Cavuoto**. In programma musiche di Carmelo Massimo Torre, Arvo Part, Astor Piazzolla, Patrik Bruce Metheny, Bela Bartok, Rodriguez, Ze Lic.

L’incontro, aperto a tutta la cittadinanza, prevede un contributo di ingresso di euro 10,00 che andrà a favore dell’Advar per il sostegno delle attività svolte dall’associazione.

Per informazioni: Advar, p.le Pistoia 8, Treviso – tel. 0422 432603, email: info@advar.it, sito web www.advar.it.

Fonte: Ufficio stampa Advar Onlus

*Carmelo Massimo Torre inizia il suo percorso musicale studiando fisarmonica con il maestro Angelo Carmine e prosegue con il maestro Sergio Scappini; a questo strumento affianca molto presto lo studio del pianoforte, diplomandosi sotto la guida di Anita Porrini. Successivamente, intraprende lo studio delle tecniche d’improvvisazione con Luigi Ranghino e Franco D’Andrea.

E’ vicepresidente per l’Italia dell’Associazione Internazionale di educazione musicale Willems di Lione e dell’Associazione Culturale “Musica Musica”.

Lavora per due anni al Piccolo Teatro di Milano come fisarmonicista di scena nello spettacolo “Pinocchio”; con sue composizioni vince il concorso nazionale “La rosa del Tirreno”. Scrive la colonna sonora per le musiche di scena dello spettacolo teatrale “The mousetrap” di Agata Christie; incide musiche a lui commissionate dai Padri Guanelliani per ”L’anno della carità” e per “L’anno del Padre”. Collabora con il duo chitarristico “Les divertissements”, che ha recentemente inciso in anteprima mondiale un suo brano. Con Giorgio Merati al clarinetto si occupa di sonorizzare, con musiche ed arrangiamenti originali, spettacoli del teatro studio Melike di Carlo Mega: “Cesare Pavese Uomo e Scrittore” – “Elogio della Malattia” – “Incanti” poesia d’amore del ’900. Crea il trio “Other Voices” con la violoncellista Marleen Berge ed il percussionista Tiziano Tononi in cui, le aspre sonorità della fisarmonica e le ritmiche serrate interagiscono con l’antica eleganza del violoncello creando nuovi orizzonti sonori e immagini inedite scaturite da composizioni originali e dalla rivisitazione di brani celebri. Forma il trio Jazz Torre – Tononi – Alberti. Suona stabilmente in duo con Andrea Cavuto al violoncello per un progetto di musiche originali. Attualmente incide per la MAP di Milano che ha recentemente prodotto Il CD “Back stage”.

**Andrea Cavuoto, romano, si diploma in violoncello nel 1992 sotto la guida del Maestro Alfredo Stengel. Dopo aver collaborato con l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia, entra a far parte dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi” come primo violoncello nel settembre 1993, posizione che mantiene sino all’agosto 1999. Nel frattempo studia alcuni anni con il Maestro Michael Flaksman a Mannheim e a Portogruaro, musica da camera con il Maestro Rocco Filippini e segue una master class in repertorio sinfonico presso il Conservatorio di San Pietroburgo. Successivamente, intraprende un ciclo di studio con il Maestro Marco Scano, e, contemporaneamente, inizia a collaborare con diverse istituzioni, come il Divertimento Ensemble diretto da Sandro Gorli, i Pomeriggi Musicali di Milano (primo violoncello), l’ensemble Asanisimasa di Rimini, e partecipa come solista nella produzione “La vita e sogno” per il Piccolo Teatro di Milano sotto la regia di Luca Ronconi, eseguendo dal vivo improvvisazioni in live electronics. Nel marzo 2000 si reca in Brasile per collaborare per nove mesi con l’Orchestra Sinfonica dello Stato di San Paolo su diretto invito del Maestro John Neschling. All’attività orchestrale, Andrea Cavuoto affianca quella solistica (Orchestra Verdi, Orchestra Regionale del Lazio, Orchestra Benedetto Marcello, Collegium Artis, etc.), e quella cameristica nelle formazioni di trio e quartetto, impegni che lo hanno condotto ad esibirsi in tutta Europa ed in alcuni Paesi dell’America Latina.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply