Chiave Classica 2014 – Teatro Accademico 2014-03-04
Time To Lose

Calendario

Chiave Classica 2014 – Teatro Accademico

Chiave Classica 2014 – La stagione di concerti del Conservatorio Steffani di Castelfranco. Omaggio ad Anton Bruckner, nel 180^ dalla nascita giovedì 6 marzo (ore 20.45) prima data strumentale al Teatro Accademico (ore 20.45) un ensemble strumentale costituito dal celebre violinista austriaco Thomas Christian e da Michele Lot, Mario Paladin (viola), Simone Tieppo (violoncello), Andrea Dominijanni (contrabbasso), Roberto Scalabrin (clarinetto),Gabriele Falcioni (corno), Irene Russo (pianoforte), Paola Chiarion (armonium) presenta un originale omaggio ad Anton Bruckner nel 190^ dalla nascita.

La Sinfonia in Mi Maggiore è la più nota delle sinfonie di Anton Bruckner. Iniziata il 23 settembre 1881 e conclusa il 5 settembre del 1883, questa sinfonia nasce sotto il segno di Wagner e della sua morte imminente. La versione cameristica della Settima Sinfonia di Bruckner (eseguita per la prima volta solamente il 19 marzo 2000), nasce nell’ambito dell’impegno della seconda scuola di Vienna per la divulgazione dei lavori a loro contemporanei.

Tre allievi di Arnold Schönberg hanno progettato questo arrangiamento: Hanns Eisler si è occupato del primo e del terzo movimento, Ervin Stein dell’Adagio e Karl Rankl del Finale. Tutti e tre hanno adottato un metodo comune nella stesura: gli archi sostanzialmente mantengono le parti originali senza significative alterazioni, il clarinetto assume il ruolo di tutti i fiati, il corno quello degli ottoni e il pianoforte e l’harmonium vengono utilizzati dove è richiesto un maggiore sostegno armonico.

L’ensemble cameristico in scena schiera alcuni tra i più apprezzati docenti del Conservatorio castellano e il violinista austriaco Thomas Christian, tra i maggiori solisti oggi in attività, allievo di Jascha Heifez, per anni docente al Conservatorio di Vienna ed oggi decano all’Accademia di Detmold (Germania).

Dieci date, un’ opera lirica, il grande jazz con Fabrizio Bosso, la musica da camera, il ritorno di Uros Lajovic, l’orchestra popolare delle Dolomiti, gli ottoni del Gran Teatro la Fenice e un evento speciale con l’Art Voice Academy. Il teatro in Chiave Classica

alle 20, nel Ridotto storico del Teatro Accademico, introduzione all’ascolto.

“Con Chiave Classica” sottolinea il direttore Paolo Troncon- il Conservatorio sperimenta una modalità forse unica sul territorio nazionale. Il Conservatorio crea un marchio che identifica fortemente, attraverso una direzione artistica chiara, le proposte della stagione. La gestione in proprio, infatti, include anche l’aspetto della contrattualistica e della comunicazione. Chiave Classica è oggi un’interessante realtà di produzione a Nordest: un marchio di qualità che identifica quella particolare produzione musicale che si svolge nel Teatro Accademico, il Conservatorio mira a rendere il Teatro non un semplice contenitore di eventi, ma il luogo di un univoco progetto culturale”.

Biglietti 7 euro, 10 euro
Vendita il giorno stesso dalle ore 16 fino all’inizio dello spettacolo
presso botteghino del Teatro Accademico di Castelfranco
info e fonte; otiumpress.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply