Comoda_mente Festival 2010 – Vittorio Veneto 2010-06-27
Time To Lose

Calendario

Comoda_mente Festival 2010 – Vittorio Veneto

La quarta edizione di COMODA_MENTE, città e parole in festival, si svolgerà i prossimi 3.4.5. settembre 2010 a Vittorio Veneto (TV), nuovamente nello splendido scenario del centro storico di Serravalle.

Protagonista sarà la Leggerezza: un concetto di non facile definizione, consistente ma senza peso, ovvio solo ad un primo epidermico contatto.

Anche quest’anno i dialoghi, le esperienze, gli eventi musicali e le esposizioni d’arte avranno luogo in aree dismesse della città, sconosciute ai più ma di grande impatto architettonico ed emozionale, nell’ottica di una riqualificazione urbana. Ricordiamo, proprio a questo proposito, che la punta di diamante della scorsa edizione è stata la riapertura dallo spazio Italcementi, una “cattedrale industriale” chiusa da oltre ottant’anni.

Durante questa tre giorni il pubblico potrà così vivere non solo il festival, ma l’intera città, ed esperire una situazione unica capace di coinvolgere in modo attivo corpo e mente.

IV edizione – 3.4.5. settembre 2010 – Vittorio Veneto (TV)

fonte: comodamente.it

Il festival Comoda_mente nasce per fondere in un unico messaggio i temi della riqualificazione urbana e della cultura contemporanea e offrire quel nutrimento culturale vivo che ormai è diventato un bisogno socialmente percepito.

Sono tre giorni di parole, storie, immagini, esperienze, suoni, progetti e sapori per riscoprire spazi urbani abbandonati e sondare i confini dell’ovvio, mettendo in discussione le proprie comodità attraverso un confronto trasversale tra il pubblico e intellettuali, scrittori, scienziati, artisti, giornalisti, docenti universitari, imprenditori e politici sui temi della nostra contemporaneità.

I dialoghi, gli eventi musicali e le esposizioni d’arte hanno luogo in ambiti dismessi della città, riallestiti su progetto delle facoltà di architettura ed ingegneria italiane con pezzi unici messi a disposizione dalle grandi case del design Made in Italy.

Ma che cos’è veramente oggi la comodità?

La si acquista o la si conquista? E come? Di certo la sola ricchezza non basta a raggiungerla, né la povertà necessariamente vi prescinde. Si può apprezzare in solitudine, ma anche in compagnia. Sempre più spesso, però, tradendo il proprio significato originale, comodità è diventata sinonimo di autoconservazione, si è fusa e confusa con appiattimento, opportunismo, rassegnazione, pigrizia, indifferenza, calcolo e ipocrisia, fino a tradursi nell’arido “sedersi ed omologarsi”.

Tre giorni, quindi, per scomodare il conosciuto e prendersi una rivincita su tutto quello che facilmente definisce il Reale scartando il Possibile, comodamente seduti in un avvolgente salotto urbano.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply