Concerto benefico a Villa Belenda di Colle Umberto 2009-07-03
Time To Lose

Calendario

Concerto benefico a Villa Belenda di Colle Umberto

Concerto benefico a Villa Belenda di Colle Umberto a favore della Divisione di Oncologia Pediatrica di Padova… Diretta dal M° Alessandro Tortato la Accademia Di San Giorgio eseguirà brani tratte da Opere di Mendelssohn, Haydn e Wagner…

il contributo di 60 Euro a persona sarà interamente devoluto all’Associazione «C.A.S.O.P.Onlus»
Comitato Assistenza Socio-sanitaria in Oncologia Pediatrica di Padova
mercoledì 9 settembre 2009
Ora: 20.30 – 23.30
Luogo: villa Belenda – Colle Umberto
in caso di maltempo presso la chiesa San Tomaso Apostolo di Colle
Via Morosini, 7 Colle Umberto, Treviso

programma:
Felix Mendelssohn Bartholdy:
Sinfonia per archi N. 10
in si minore
Adagio
Allegro
Più presto

Franz Joseph Haydn
Sinfonia N. 44 “Trauer”
in mi minore
Allegro con brio
Minuetto: Allegretto
(Canone in diapason)
Adagio
Finale: Presto

Richard Wagner
Idilio di Sigfrido WWW 103

Orchestra Accademia Di San Giorgio
Direttore: Alessandro Tortato

ALESSANDRO TORTATO, nato a Venezia nel 1969, ha conseguito i diplomi di pianoforte, composizione e direzione d’orchestra a Venezia e Vienna. Ha proseguito gli studi di quest’ultima disciplina con i maestri Kuhn, Maag, Gelmetti, Ahronovitch, Karabtchevsky, Renzetti, Jarvi e Panula. Nel luglio del 2003 ha vinto il primo premio al concorso internazionale per direttori d’orchestra di Maikop (Russia), successo che gli ha permesso di esibirsi con alcune tra le più prestigiose orchestre europee tra le quali la Berliner Kammerphilharmonie nella celebre Philharmonie di Berlino. Nello stesso anno l’Associazione Richard Wagner di Venezia gli ha conferito lo “Stipendium” per il Bayreuther Festspiele 2003. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia ed all’estero.

Ha diretto tra le altre le seguenti orchestre: Pomeriggi Musicali (Milano), Orchestra Sinfonica di Pescara, Sinfonica Abruzzese, Orchestra Filarmonica Romana, Orchestra dell’Accademia della Scala (Milano), Orchestra da Camera del Friuli – Venezia Giulia, Filarmonia Veneta, I Cameristi della Fenice, Filarmonica Marchigiana, Kajaani Chamber Orchestra (Finlandia), Parnu City Orchestra (Estonia), Edinburgh Youth Orchestra (Scozia), Moscow Chamber Orchestra (Russia), Adygeya Republic National Symphony (Russia), Berliner Kammerphilharmonie (Philharmonie, Berlino, Germania), Ensemble Orquestra de Cadaques (Spagna), Kharkov Philarmonic (Ucraina), Filharmonia Sudecka (Walbrzych, Polonia), Orchestra Filarmonica di Sibiu (Romania). Dal gennaio 2009 è direttore principale dell’Orchestra Accademia di San Giorgio presso la Fondazione Cini di Venezia.

Laureato in scienze storico-politiche presso l’Università di Padova con Piero Del Negro ed in storia presso l’Università di Venezia con Mario Isnenghi, ha pubblicato per Rossato Ortigara, la verità negata, oggi in settima ristampa e per Mursia La prigionia di guerra in Italia 1915-1919. Scrive per le pagine culturali del Corriere del Veneto – Corriere della Sera.

L’Accademia musicale di San Giorgio

L’orchestra nasce a Venezia nel 1994 grazie all’incontro tra il celebre violinista e didatta Rony Rogoff, allievo prediletto di Celibidache, con venti giovani musicisti. Dal 1999 trasferisce la sua sede nell’isola di San Giorgio Maggiore, presso la Fondazione Cini, con la quale instaura un rapporto di stretta, collaborazione finalizzato all’indagine di repertori musicali poco noti. Da quella data assume il nome di Accademia di San Giorgio.

Formata da strumentisti che hanno inciso l’integrale della musica da camera di Johannes Brahms per la RAI, l’Accademia musicale di San Giorgio ha collaborato con famosi direttori d’orchestra e prestigiosi solisti Apprezzata dal pubblico e premiata dalla critica per la singolarità delle sue esecuzioni, l’orchestra è stata invitata dal Bologna Festival, dal Festival di Salisburgo, dal Festival di Città di Castello, da Settembre Musica, dagli Amici della Musica di Firenze, dai Concerti della Normale di Pisa, dal Teatro Manzoni di Milano, dal Teatro Comunale di Treviso.

La consuetudine a suonare insieme e il grado di affiatamento raggiunto consentono all’orchestra di esibirsi anche senza direttore. Il repertorio spazia dal barocco alla musica contemporanea, includendo i più importanti capolavori scritti per orchestra d’archi

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply