Concerto – Fasol Menin Plays Jazz, Elisabeth Geel 2009-05-14
Time To Lose

Calendario

Concerto – Fasol Menin Plays Jazz, Elisabeth Geel

Giovedì18 GiugnoSesto appuntamento Fasol Menin Plays JazzCon grande piacere ospitiamo per questo sesto appuntamento del Fasol Menin Plays Jazz, Elisabeth Geel, musicista e pittrice, olandese di nascita, ma che da molti anni vive nella nostra regione… Già nel 2007 aveva presentato in cantina il suo CD “So cool”, mentre nel 2008 è stata ospite speciale, sempre al Fasol Menin Plays Jazz, di Aaron Tesser and the New Jazz Affair.

Elisabeth accompagnata dal Quintetto d’Archi dell’Orchestra dell’Accademia di Schio, presenterà il suo nuovo album “Preface to a Dream”. Le composizioni richiamano a tratti il fusion degli anni ’70 e il grande jazz vocale degli anni ’50, con sonorità attuali che si colorano di sfumature dal gusto piacevolmente retrò. I testi raccontano situazioni in cui si evidenzia l’incompatibilità tra sogno e realtà, quando ci si trova in balia degli opposti. Il significato dei testi si rispecchia nelle melodie, a tratti malinconiche e dolci, in altri passaggi energiche e sempre intense.

A dare maggiore rilievo al gruppo orchestrale, la presenza di musicisti jazz d’eccezione:

Elisabeth Geel: voce, chitarra
Marta Guarda: viola

Mattia Martorano: primo violino

Toni Moretti: contrabbasso
Martina Pettenon: viola
Massimiliano Varisio: violoncello

Curriculum artisti a fondo pagina

Mostra personale di Elisabeth Geel

“L’Arte è una cosa seria”

una passeggiata con Paffy nella natura storta

Elisabeth Geel, artista di origine olandese e italiana di adozione, si esprime non solo attraverso la musica, ma anche attraverso la pittura, la fotografia, la scrittura, e nemmeno all’interno delle diverse forme d’arte si limita ad un solo linguaggio. Per lei l’arte è, prima di tutto, comunicazione. Ama la sperimentazione ed insegue da sempre un percorso in ricerca di libertà, sia per quanto riguarda lo stile che l’appartenenza. La mostra al Fasol Menin rispecchia questo modo di vivere l’arte. La pittura, il fumetto, la realtà virtuale di internet, la fotografia e la musica si riuniscono per trasmettere un unico messaggio, ovvero che: l’arte è una cosa seria..

“La potenza del messaggio sfocia, inserto bizzarro, come un masso buttato in faccia allo spettatore con ironica leggerezza e disinvoltura. La narrazione è indagine interiore, sintesi vibrante contemplazione purissima dell’usa-e-getta e del riciclaggio. È una sorta di recupero crediti, di vissuto rimosso riemerso, è l’attuale descrizione del nucleo che procede energicamente in un volteggio che fissa il desiderio del “morire-ogni-tanto”, ma anche il nascondimento e l’unione.” Marisa Lina Rapita, criptico d’arte

Prenotazione
Vista la limitata disponibilità di posti vi preghiamo di inviarci una Mail di prenotazione a myprosecco@fasolmenin.com, specificando il nome e cognome ed il numero di cellulare, Vi risponderemo con una nostra eMail di conferma. In alternativa alla Mail potete chiamarci allo 0423.974262.

Durante l’intervallo, avrete l’opportunità di scambiare idee ed opinioni e di parlare con i musicisti degustando i  nostri Fasol Menin Valdobbiadene DOC, Brut e Extra-Dry, recentemente insigniti alla autorevole 39a mostra del Valdobbiadene Prosecco e Cartizze DOC di San Pietro di Barbozza, rispettivamente con la medaglia d’oro e con il diploma di merito.

Sarà inoltre possibile acquistare il nostro vino, oltre che nelle classiche confezioni da 6 bottiglie, anche nello nostre eleganti confezioni da 2 e da 3 bottiglie, ideali per celebrare una ricorrenza o come omaggi. Spediamo anche il nostro vino in tutta Italia con corriere, per maggiori informazioni scrivete a myprosecco@fasolmenin.com e consultate le nostre condizioni su www.fasolmenin.it.

Vi aspettiamo numerosi
Silvana e Massimo
Cantina Fasol Menin
Via Fasol e Menin, 22
31049 Valdobbiadene – TV 0423-974262

myprosecco@fasolmenin.com

www.fasolmenin.com

*Il programma potrà subire variazioni, per gli aggiornamenti consultate il sito www.fasolmenin.com. Il concerto si terrà sotto il portico della nostra cantina immmerso nel verde dei vigneti di Valdobbiadene o in caso di maltempo, all’interno.

Curriculum

Elisabeth Geel

Dopo gli studi soggiorna per alcuni anni negli Stati Uniti, cantando nei locali dell’Alaska, California ed Arizona, e perfezionandosi come pittrice/illustratrice studiando con artisti locali. Ritorna in Europa e svolge l’attività di pittrice e illustratrice contemporaneamente a quella di cantante, in Olanda, Germania e Italia.

Dal ’88 è attiva come cantante a tempo pieno, senza però mai abbandonare l’arte visiva. Dal ’93 al ’02 canta prevalentemente all’estero (Austria, Germania, Svizzera, Olanda, Danimarca, Dubai, Stati Uniti, Singapore), cantando e suonando musica proveniente dalle più svariate tradizioni. Dal ’03 si è stabilita nuovamente in Italia, dove svolge l’attività concertistica proponendo le proprie composizioni e rivisitazioni di brani tratti dal repertorio classico jazzistico in diverse formazioni. Nel 2006 esce l’album “So Cool” con l’etichetta Mprecords. Nello stesso anno registra alcuni brani live per l’album “Zooga Jazz 2” di Zoogami, che vede Fabrizio Bosso alla tromba. Nel 2007 trascorre alcuni mesi a Los Angeles dove collabora con numerosi musicisti di fama internazionale sia nell’ambito del Latin Jazz [Randy Tico, bassista di Flora Purim, Ruben Estrada] che del Funk. Nel 2008 in Italia esce il cd “Lookin’ ahead, di Aaron Tesser&The New Jazz Affair con Irma Records, che la vede sia come autrice che come cantante. Nel mese di aprile 2009 esce l’album “Preface to a Dream” con l’Orchestra dell’Accademia Musicale, produzione dell’Accademia Musicale di Schio.

Curriculum musicisti

MATTIA MARTORANO violino

Mattia Martorano compie gli studi con Sonick Tchakerian, conseguendo a 19 anni il diploma di violino e successivamente diplomandosi brillantemente in Musica Jazz con Paolo Birro. Già vincitore negli anni della formazione del concorso “Città di Stresa ’94” ha collaborato in Italia e all’estero con diverse formazioni orchestrali tra cui  Orchestra Pietro D’abano e Orchestra delle Venezie anche come prima parte e solista . Speciale la sua collaborazione con Alma Swing affermata realtà nel panorama dello swing manouche con cui ha ottenuto importanti riconoscimenti su scala nazionale e ha sviluppato diversi progetti discografici. Ha suonato con artisti del jazz internazionale ed italiano di assoluto rilievo.

MARTA GUARDA, violino

Si è diplomata presso il Conservatorio di Musica “A. Pedrollo” di Vicenza. Ha inoltre frequentato diversi stages orchestrali e di musica da camera con i maestri Giorgio Fiori e Marco Fornaciari. Nel 2006 ha partecipato al masterclass violinistico del Maestro Cristiano Rossi. Nel 2009 ha approfondito il repertorio con il Maestro Dorothea Sessler, Konzertmeister della Tiroler Symphonieorchester Innsbruck.

Attualmente suona nell’ Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza partecipando a numerose tournées in Italia e all’estero (New York, Philadelphia, Madrid, Valencia, Oviedo, Cuenca) e collaborando con artisti di fama internazionale come Uto Ughi, Sergei Krylov, Enrico Bronzi, Ivo Pogorelich.

MARTINA PETTENON, viola

Si è diplomata in viola studiando con G. Di Vacri e D. Zaltron e in violino con G. Fava presso il conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Ha studiato successivamente sotto la guida di Bruno Giuranna frequentando i corsi estivi di Sermoneta e Gubbio e i corsi di alto perfezionamento dell’ Accademia “Walter Stauffer” di Cremona. Ha inoltre partecipato ai corsi di alto perfezionamento per quartetto d’archi tenuti da Franco Rossi presso la Fondazione Levi a Venezia. E’ componente stabile di vari gruppi cameristici e orchestrali quali: Orchestra dell’ Accademia Musicale, MozArtensemble, Concentus Musicum, Orchestra da Camera Città di Thiene, Daphne Chamber Orchestra con i quali si esibisce in qualità di prima viola.  Ha inoltre collaborato con l’Orchestra del Teatro Olimpico, l’Orchestra d’ Archi Italiana, l’ Orchestra da Camera di Padova e del Veneto e numerose altre compagnie.

Dal 2007 affianca all’attività classica anche la ricerca nel campo della musica tradizionale irlandese frequentando corsi e workshop nella County Clare irlandese con eminenti esponenti del settore quali Martin Hayes e Pat O’ Connor.

MASSIMILIANO VARUSIO, violoncello

Musicista vicentino inizia lo studio del violoncello con Stefania Cavedon, successivamente si diploma brillantemente sotto la guida del m° G. M. Cecchin presso il Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza. Ha approfondito gli studi con R. Filippi, M. Hugget, C. Hogwood, D. Renzetti e R. Gessi.  Ha collaborato con numerose orchestre venete, vincendo il concorso “Victor de Sabata” di S. Maria Ligure con l’orchestra del Conservatorio Pedrollo, diretta dal m° C. Martignon.  Oltre al repertorio classico e barocco affianca un’intensa attività di violoncellista in ambito Jazz e Rock .

TONI MORETTI, contrabbasso

Diplomato in contrabbasso al conservatorio Pedrollo di Vicenza nel 1992. Diplomato in Musica Jazz al Conservatorio Bonporti di Trento. Laureato con il massimo dei voti e la lode nel biennio di alta specializzazione jazz presso il conservatorio A. Steffani di Casterlfranco Veneto, corso diretto dal M° Pietro Tonolo. Inizia l’attività concertistica negli anni ’80, che lo porterà a suonare con moltissime formazioni musicali, tra le quali: Lara Saint Paul, Leonard Johnson, Ruggero Robin, Gino Bramieri, Federico Stragà, Blues Anytime di Milano, Veneziano Quartet di Modena, Christina Lux, John Surman.

Nel 2006 in occasione con l’anniversario della nascita di Mozart crea il progetto MozArt Ensemble, una formazione di 12 musicisti che rielabora in chiave jazz il Flauto Magico di W.A. Mozart con il quale nel 2007 pubblica il CD.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply