Conegliano – “Seminare il Futuro” 2011-10-10
Time To Lose

Calendario

Conegliano – “Seminare il Futuro”

Il 16 ottobre 2011 a Conegliano una domenica per “Seminare Il Futuro”. Sta suscitando molto interesse l’evento di semina collettiva che grazie ad EcorNaturasì arriva per la prima volta in Italia il 16 ottobre, Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Nato in Svizzera e quest’anno giunto alla sesta edizione, è proposto in 13 paesi nel mondo. Nelle aziende partecipanti, intere famiglie potranno spargere a mano semi di cereali e veder crescere nel tempo il frutto del loro lavoro: un messaggio per un avvenire senza Ogm, a sostegno della sovranità alimentare.

In Veneto l’appuntamento è all’azienda agricola San Michele  di Conegliano (Treviso), dove  300 partecipanti sono pronti a spargere a mano semi di cereali bio. Raggiunto il sold out  di adesioni in tutte le strutture coinvolte, da Nord a Sud del paese.

Seminare è un gesto nobile e antico, ma attualmente relegato al lavoro isolato e meccanico di un agricoltore. Come recuperare il valore della semina per l’intera collettività? Come creare maggiore consapevolezza sulla sua importanza per l’uomo e per la sua sopravvivenza? Sei anni fa, due svizzeri, Peter Kunz – selezionatore di sementi biologiche –  e Ueli Hurter – agricoltore biodinamico – trovarono le risposte a queste domande ideando “Zukunft säen!” . Un evento di semina collettiva che, domenica 16 ottobre, Giornata Mondiale dell’Alimentazione, dopo aver registrato, nel 2010, 7500 partecipanti, arriva in Italia come Seminare il futuro”, e la risposta dei cittadini non è tardata ad arrivare, infatti le 11 aziende agricole aderenti all’iniziativa hanno registrato il tutto esaurito.

A promuoverlo sono EcorNaturaSì – l’azienda leader in Italia nella distribuzione di prodotti biologici –  insieme ai negozi Cuorebio e NaturaSì, con il patrocinio di Demeter Italia e dell’Associazione per l’agricoltura biodinamica. L’obiettivo è sensibilizzare i consumatori sul tema della provenienza del cibo e del futuro dell’agricoltura, attraverso una proposta originale e coinvolgente che unisca il cuore alla terra.

In Veneto è stata coinvolta l’azienda agricola biodinamica San Michele di Conegliano, Treviso, fondata nel 1987 da un gruppo di studiosi dell’antroposofia e formata da 65 ettari coltivati con metodo biodinamico. Vera e propria ‘fattoria didattica’, l’azienda è diventata luogo di incontro con scolaresche, stagisti e lavoratori stagionali interessati ad apprendere e perfezionare le tecniche di coltivazione biodonamiche ispirate dal maestro e filosofo Rudolf Steiner. Domenica 16 ottobre 300 persone potranno dunque seminare il terreno messo a disposizione per l’occasione, con l’antico metodo a spaglio, ossia con le mani. Giovani e meno giovani, per un giorno, sono invitati a seminare tutti insieme un campo di cereali con semente di produzione biodinamica o biologica.

La porzione di terreno seminata sarà poi contraddistinta da uno striscione sul quale i partecipanti lasceranno la loro firma: per un anno poi, fino alla raccolta, chiunque potrà vedere la crescita dei cereali seminati.

La festa della semina diventa così l’occasione per diffondere  – dal cuore dell’attività agricola – alcuni messaggi forti volti a responsabilizzare il consumatore. Oggi chi fa agricoltura è limitato nella scelta delle sementi, delle colture, del prezzo. E’ chi compie scelte d’acquisto quotidiane, più o meno consapevoli, che può restituire libertà e dignità al produttore. Attraverso “Seminare il futuro” si riafferma l’importanza di alimenti non inquinati da additivi, sofisticazioni, residui chimici, che non siano frutto di sementi selezionate per la produttività, ma poco compatibili con  la nostra salute. Il problema per molte aziende agricole inoltre, sta nel fatto che la produzione delle sementi è concentrata nelle mani di poche aziende multinazionali, che esercitano un potere di decisione su cosa produrre e di conseguenza su cosa mangiare.
Ecco perché la semente biologica e biodinamica che verrà usata il 16 ottobre proviene da un processo di selezione che rinuncia all’uso degli ibridi, alla manipolazione genetica, e mira a ottenere piante sane, robuste, ricche di sfumature e – importante! – riseminabili.
A livello sociale, l’operazione comunica l’importanza della sovranità alimentare locale e la consapevolezza che i semi biologici e biodinamici offrono una alternativa più che valida agli Ogm.
“Seminare il futuro” offre così l’occasione di compiere un gesto simbolico e concreto allo stesso tempo, mettendo in relazione chi produce con chi consuma.

Seminare il Futuro 2011
Quando: domenica 16 ottobre 2011
Che cosa: seminare insieme per lanciare un messaggio di speranza contro le coltivazioni Ogm, a sostegno della sovranità alimentare, stabilendo un legame forte e significativo tra consumatore e produttore.
Dove: Azienda agricola San Michele, Via Manzana, 22 – 31015 Conegliano TV
Programma:
* Ore 10.00 arrivo dei partecipanti e accoglienza
* Ore 10.30 presentazione dell’iniziativa e spiegazione della semina
* Ore 11.00 semina collettiva
* Ore 12.30 semplice buffet con prodotti biologici
Durante la giornata esposizione di prodotti aziendali (ortaggi e formaggi).
Info: EcorNaturaSì: eventi@ecor.it
Web: www.seminareilfuturo.it;
Ufficio stampa: Koiné comunicazione

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply