FaiMarathon 2016 a Treviso 2016-10-10
Time To Lose

Calendario

FaiMarathon 2016 a Treviso

Fai: Fondo Ambiente Italiano presenta la quinta edizione di FaiMarathon 2016. Domenica 16 ottobre visite a contributo libero in 25 luoghi speciali e poco conosciuti in tutto il Veneto. Una vera maratona di cultura a Feltre, Padova, Fossalta di Portogruaro, Lendinara, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza. Itinerari tematici in tutto il Veneto a cura delle Delegazioni e dei Gruppi FAI Giovani

Treviso
Dai sotterranei di Porta San Tomaso agli interni di Porta Santi Quaranta attraversando lo storico Palazzo dei Trecento, centro della vita politico-amministrativa della città. L’itinerario scelto dal FAI giovani, in accordo con il Comune di Treviso, si inserisce nel folto calendario di eventi programmato per celebrare i cinquecento anni della cinta muraria. A Treviso si potrà visitare il Palazzo di Trecento, una delle architetture più importanti del centro storico di Treviso, affacciata su Piazza dei Signori costruito attorno al 1185 come sala per assemblee dei diversi organi del Comune di Treviso (Domus Comunis) sostituendo l’antico edificio nei pressi del Duomo; il suo completamento risale al 1268. I giovani del Fai vi accompagneranno alla scoperta di dettagli e curiosi inediti sulla sua storia. Da non mancare la maestosa Porta San Tomaso e Porta Santi Quaranta.

Domenica 16 ottobre 2016 l’appuntamento è con la quinta edizione di FAImarathon – Partecipa alla Giornata FAI d’Autunno e scopri centinaia di luoghi in tutta Italia con visite a tema, evento nazionale ideato cinque anni fa grazie alla collaborazione con Il Gioco del Lotto e realizzato dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi Ricordiamoci di salvare l’Italia, attiva fino al 31 ottobre.

Belluno
Per la FAImarathon 2016, il gruppo Fai Giovani di Belluno presenta un percorso storico-culturale alla scoperta delle ville, chiese e dimore storiche del Feltrino. Il percorso condurrà i partecipanti alla scoperta di quattro caratteristici luoghi: Villa Zugni Tauro de Mezzan: una villa veneta padronale è del XVIII secolo, mentre l’imponente barchessa che l’affianca, è della fine del Settecento; Chiesa di Santo Stefano: datata 1320, conserva affreschi di buona mano ed una complessa pala d’altare del XVI secolo, raffigurante i santi Stefano, Lorenzo, Sebastiano e Rocco; e la Chiesa di San Marcello: del XIII secolo caratteristica per la decorazione e numerosi rimaneggiamenti stilistici.

Padova
In provincia di Padova il tema della giornata sarà Dal Guariento allo Jappelli – palazzi, teatri, luoghi di culto e archeologia industriale che ci porterà a Piove di Sacco. Situata a una ventina di chilometri a Sud-Est di Padova, Piove di Sacco si presenta come una città ricchissima di storia e cultura. Importante nodo di scambio fin dall’epoca romana, nel Medioevo diventa proprietà del fisco regio prima di passare al vescovado di Padova. Nei secoli successivi subisce numerosi cambi al potere: dai Carraresi di Padova alla Repubblica veneziana, finendo poi in mano austriaca. Ogni passaggio ha contribuito a cambiare il volto della città, a volte demolendo il passato, altre arricchendola di nuovi palazzi. In questa occasione, si potranno visitare alcuni luoghi che rispecchiano i pilastri di ogni comunità. Il centro politico, Palazzo Jappelli, aprirà le sue porte a tutti i cittadini e visitatori. La Chiesa di San Nicolò offrirà un inedito aspetto della devozione locale. Il Teatro Filarmonico, invece, rappresenterà la vita sociale e mondana ottocentesca. Infine, l’Antica Fornace Carraro testimonierà il duro lavoro dei Piovesi nell’artigianato di alto livello mantenendo così vivi i saperi secolari della produzione di laterizi.

Portogruaro
Le Confessioni d’un Italiano di Ippolito Nievo è uno dei romanzi di formazione più celebri dell’800. Ambientato com’è, tra la Venezia orientale e il Friuli occidentale, costituisce ancora oggi una sorta di filo d’Arianna in grado di far scoprire un paesaggio incantato, fatto di praterie vallive e limpide correnti. La Delegazione di Portogruaro (VE) ha voluto concentrare l’iniziativa a Fratta per far scoprire e riscoprire un luogo tra i più letterari d’Italia, che il Nievo così descrive all’inizio del romanzo: Io vissi i miei primi anni nel castello di Fratta, il quale è adesso nulla più d’un mucchio di rovine donde i contadini traggono a lor grado sassi e rottami per le fonde dei gelsi; ma l’era a quel tempo un gran caseggiato con torri e torricelle, un gran ponte levatoio scassinato dalla vecchiaia e i più bei finestroni gotici che si potessero vedere tra il Lemene e il Tagliamento. Da non perdere la visita al Teatro all’aperto pienamente in uso per gli spettacoli, in una cornice paesaggistica di grande suggestione.

Rovigo
A Lendinara (RO) è stata organizzata una camminata alla scoperta di alcuni monumenti e chiese della città. Per l’occasione visita in anteprima al Museo Civico del Risorgimento che verrà inaugurato ufficialmente il 22 ottobre e ospiterà interessanti testimonianze storiche e documentarie dell’epoca. Sarà dato spazio alle figure di Alberto Mario e della moglie Jessie White, non senza ricordare l’ingresso a Lendinara, nel 1867, di Giuseppe Garibaldi. Inoltre si potrà visitare la torre campanaria del Duomo di Santa Sofia che fu realizzata dall’architetto e sacerdote Francesco Antonio Baccari. che realizzò due progetti; venne scelto quello che prevedeva la realizzazione del campanile con base a forma quadrangolare. Il 27 marzo si diede inizio alla costruzione, che terminò nel 1804. Si potrà accedere all’interno con visite guidate. Da non perdere il Sacrario di San Rocco.

Venezia
La Delegazione FAI di Venezia e il Gruppo FAI Giovani di Venezia organizzeranno un percorso che si articolerà per tutta la città di Venezia e vedrà il coinvolgimento anche del Lido. I luoghi interessati saranno l’Antico Cimitero Ebraico (in esclusiva per gli iscritti al FAI), la chiesa di Santa Maria dei Derelitti con l’annessa Sala della Musica (Complesso dell’Ospedaletto) e la chiesa di San Rocco.

Verona
A Verona il percorso si svolgerà attraverso tre siti: Porta Vescovo, Bastione delle Maddalene ed ex caserma della Santa Marta con visita alla Biblioteca esclusiva per gli iscritti al FAI e mira alla riscoperta delle architetture militari di Verona, in occasione dell’anniversario dell’unione di Verona e del Veneto al regno d’Italia, avvenuto 150 anni fa. Tale evento vuole inoltre esporre un recupero propositivo delle aree dismesse e loro riqualificazioni.

Vicenza
A Vicenza è stato organizzato un percorso dedicato a Canova Palladio e Natura. Il percorso può essere svolto a piedi dai partecipanti, ai quali si consiglia di partire dal complesso di San Pietro, ove si trova la Chiesa di San Pietro, parte del complesso architettonico dell’omonima Abbazia, che comprende l’Ospizio, il Chiostro e l’Oratorio dei Boccalotti. Proseguendo poi lungo Contrà San Pietro in direzione viale Margherita, si giunge alla congiunzione stradale con Viale Risorgimento Nazionale, in corrispondenza della quale si erge l’Arco delle Scalette eretto nel 1595 da un progetto risalente al 1576 circa ed attribuito all’architetto Andrea Palladio. Seguire la pista ciclabile a sinistra fino a svoltare leggermente a destra in Via Tiepolo e oltrepassare Villa Valmarana ai Nani. Proseguire quindi lungo il sentiero che porta a Villa la Rotonda fino all’incrocio con Stradella della Rotonda dove si trova la terza e ultima tappa dell’itinerario: il parco naturalistico-didattico Oasi Valletta del Silenzio.

Partecipare il 16 ottobre a questa Giornata FAI d’Autunno consentirà agli italiani di riappropriarsi del loro patrimonio in modo spontaneo e coinvolgente. Palazzi, chiese, castelli, teatri, parchi, cortili, ma anche quartieri e interi borghi, luoghi dello sport e della produzione industriale, spesso inaccessibili al pubblico, a volte poco conosciuti oppure appena restaurati o ancora in costruzione, apriranno le loro porte e si sveleranno agli occhi del pubblico.
L’elenco completo delle aperture e tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione sono disponibili su www.faimarathon.it

Info e fonte;
Per informazioni www.faimarathon.it
Oppure Ufficio FAI Veneto tel. – fax 041 719707
segreteriafaiveneto@fondoambiente.it
Ufficio Stampa Delegazione FAI Veneto Studio Pierrepi

Carlo Del Zotti TTL Founder & CEO. Appassionato di informatica, esperto in Digital PR, mi occupo dal 1990 di Comunicazione legata alle vendite.Contatta la redazione per richieste e rettifiche in Contact us.
TimeToLose non può essere ritenuta responsabile delle eventuali modifiche al programma degli eventi pubblicati in Agenda.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply