Feltre Jazz Festival 2012 – Programma 2012-09-08
Time To Lose

Calendario

Feltre Jazz Festival 2012 – Programma

Feltre Jazz Festival 2012 – Il calendario dei concerti. Ancora una volta Feltre si trasforma nella Cittadella del jazz. Il Feltre Jazz Festival giunge quest’anno alla terza edizione, con musica, suoni e emozioni per le piazze e i vicoli del centro storico. Un grande palcoscenico da vivere per tre intense giornate. Jazz in piazza :L’ingresso alla Cittadella storica di Feltre inizia con Porta Imperiale, pochi passi e si incontra la magica cornice di piazza Trento e Trieste dove si trova il palco principale del Festival con due concerti ogni sera dalle 19:00 a mezzanotte. Jazz A TEATRO Il Teatro della Sena, da tutti ribattezzato “la piccola Fenice”, risorge inondato dalle note di alcuni tra i più importanti artisti della scena italiana che faranno rivivere questo piccolo gioiello per tre eventi speciali da non perdere.
Jazz nel club; per tutti gli appassionati, la conclusione di ogni serata all’Unisono Jazz Club con concerti e jam session.

Venerdì 14 settembre: Jazz a teatro TRIO 3
Pier Carlo Penta – pianoforte
Mauro Mussoni – contrabbasso
Daniele Marzi – batteria
Teatro della Sena (Piazza Maggiore) – inizio ore 21:00
INGRESSO 20,00€

Jazz in Piazza Alessandro Dotto 4et
Alessandro dotto – sax baritono
Franco Todesco – pianoforte
Nicola Barbon – contrabbasso
Francesco Franzoi – batteria
Piazza Trento e Trieste – inizio ore 19:00

Nina and Illa El Salvador

David Soto Chero – chitarra
Nina Carraro – voce
Pasquale Cosco – basso elettrico
Joram Giudici – batteria
Marco Bonutto – percussioni
Piazza Trento e Trieste – inizio ore 21:00

Jazz nel club; Alessandro Mozzi
Alessandro Alba – sax alto
Alessandro Mozzi – pianoforte
Francesco Lion – contrabbasso
Andrea Cardin – batteria
Presso Unisono Jazz Club – inizio ore 23:00

Sabato 15 settembre: Jazz a teatro Danilo Rea
Beatles Tribute
Teatro della Sena (Piazza Maggiore) – inizio ore 21:00
ingresso 30,00€

Jazz in Piazza; Stefano Barbieri Jazz 5et
Aldo Calvi – sax
Stefano Barbieri – Flauto
Marco Fiori – pianoforte
Mauro Canton – contrabbasso
Andrea Carnio – batteria
Piazza Trento e Trieste – inizio ore 19:00

Aaron Tesser and new jazz affair
Fabrizio Rispoli – voce
Aaron Tesser
Lino Brotto – chitarra
Nicola Dal Bò
Federico Malaman – basso
Marco Carlesso – batteria
Piazza Trento e Trieste – inizio ore 21:00

Jazz nel club; Danilo Memoli 6et
Michele Polga – sax
Beppe Calamosca – trombone
Marco Privato – contrabbasso
Fabrizio Gaudino – tromba
Danilo Memoli – pianoforte
Mauro Beggio – batteria
Presso Unisono Jazz Club – inizio ore 23:00

Domenica 16 settembre:
Jazz a teatro Rosario Bonaccorso Trevel Notes 4et

Rosario Bonaccorso – contrabbasso
Andrea Pozza – pianoforte
Fabrizio Bosso – tromba
Nicola Angelucci
Teatro della Sena (Piazza Maggiore) – inizio ore 21:00
Ingresso 30,00€

Jazz in PiazzaGianluca Viano dj -VS- Aaron Tesser (live sax)
Piazza Trento e Trieste – inizio ore 19:00
Ettore Martin 5et
Ettore Martin – sax
Davide Zambon – chitarra
Luca Moresco – trombone
Alessandro Fongaro – trombone
Marco Soldà – batteria
Piazza Trento e Trieste – inizio ore 21:00

Jazz nel club Jam session!
Presso Unisono Jazz Club – inizio ore 23:00

Info fonte e prenotazioni;
Tel: 392 8667648 info@feltrejazz.org www.feltrejazz.org

Gli Artisti:
Trio 3:
Trio3 è un ensemble musicale formatosi alla fine del 2007 dall’incontro di tre musicisti provenienti da esperienze diverse, ma col comune desiderio di eseguire musica inedita nella quale convivessero in maniera armonica linguaggi diversi. Linguaggi che intrecciano lo stile contrappuntistico di gusto classico e fraseggi aspetti armonici e citazioni tematiche appartenenti al jazz e al progressive.
La peculiarità che fonde coerentemente questi stili così diversi nei singoli brani è lo stile compositivo di Pier Carlo Penta, autore del repertorio originale di TriØ3, che regala al pubblico un viaggio visuale, cinematografico, con la sola forza della suggestione emotiva.
Il suo stile permette ai musicisti dell’Ensemble di creare un’interazione libera da schemi,piena di sorprese e invenzioni interpretative nella quale oltretutto si abbandona il tradizionale rapporto leader/sidemen, per arrivare all’esecuzione equilibrata e compatta di un’identità sola, pur all’interno di un Trio.
myspace.com/tri03

Danilo Rea
Audace improvvisatore dalla spiccata sensibilità melodica, Danilo Rea è certamente uno dei pianisti che più ha segnato la scena jazz in Italia negli ultimi decenni.
Nato a Vicenza nell’agosto del 1957, si è presto stabilito a Roma, dove condivide i primi anni di attività con il contrabbassista Enzo Pietropaoli e il batterista Roberto Gatto, vale a dire lo storico “Trio di Roma”. “Certamente – ricorda Rea – la nascita del Trio di Roma sancisce il mio ingresso nel mondo del jazz. Nei primi anni d’attività abbiamo avuto l’opportunità di collaborare con grandi musicisti della scena internazionale, Art Farmer a Steve Grossman, da Chet Baker a David Liebman, a Randy e Michael Brecker”.
Contemporaneamente alla pratica jazzistica, Rea mostra interesse per la musica rock progressive di Emerson Lake and Palmer e degli Yes e ottiene il diploma in pianoforte classico presso il conservatorio di Santa Cecilia di Roma. Rea parteciperà con vigore e grande capacità a tutta la felice epopea musicale della capitale tra la fine degli anni ’70 e l’inizio del decennio successivo, città nella quale gravitano musicisti italiani e stranieri di passaggio. “La partecipazione ai progetti di Maurizio Giammarco per Lingomania – aggiunge Rea – o al fianco di grandi maestri quali il batterista Peter Erskine, che militava nei Weather Report, e il contrabbassista Marc Johnson , rappresentano tappe importanti per me”.
Alla carriera di pianista jazz affianca considerevoli interventi con protagonisti di primo piano della musica leggera italiana, con Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia e soprattutto Mina. Considera l’incontro con Mina “un momento davvero particolare, molto formativo”. Fonda il Doctor 3 con Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra, concentrando la propria estetica in una rivisitazione del repertorio jazz, rock e pop:
una sintesi che colpisce pubblico e critica. Negli ultimi anni di attività raggiunge alte quote di maturità e perfezione, tanto che diventano sempre più frequenti i lunghi recital solitari al pianoforte. myspace.com/danilorea

Rosario Bonaccorso Travel Notes 4et: myspace.com/rosariobonaccorso

Alessandro Dotto 4et:
Alessandro dotto – sax baritono
Franco Todesco – pianoforte
Nicola Barbon – contrabbasso
Francesco Franzoi – batteria

Nina and Illa El Salvador:
David Soto Chero – chitarra
Nina Carraro – voce
Pasquale Cosco – basso elettrico
Joram Giudici – batteria
Marco Bonutto – percussioni

Alessandro Mozzi 4et:
Alessandro Alba – sax alto
Alessandro Mozzi – pianoforte
Francesco Lion – contrabbasso
Andrea Cardin – batteria

Stefano Barbieri Jazz 5et:
Aldo Calvi – sax
Stefano Barbieri – Flauto
Marco Fiori – pianoforte
Mauro Canton – contrabbasso
Andrea Carnio – batteria

Aaron Tesser and new jazz affair:
Fabrizio Rispoli – voce
Aaron Tesser
Lino Brotto – chitarra
Nicola Dal Bò
Federico Malaman – basso
Marco Carlesso – batteria

Danilo Memoli 6et

Michele Polga – sax
Beppe Calamosca – trombone
Marco Privato – contrabbasso
Fabrizio Gaudino – tromba
Danilo Memoli – pianoforte
Mauro Beggio – batteria
Gianluca Viano dj

Ettore Martin 5et:
Ettore Martin – sax
Davide Zambon – chitarra
Luca Moresco – trombone
Alessandro Fongaro – trombone
Marco Soldà – batteria

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply