Festival Chitarristico Internazionale 2011 2011-05-02
Time To Lose

Calendario

Festival Chitarristico Internazionale 2011

13ª edizione del Festival Chitarristico Internazionale Mario Castelnuovo Tedesco. Serata di apertura con il trio del chitarrista e compositore trevigiano Tolo Marton. Il Festival, organizzato dagli Amici del Teatro di Treviso e Provincia e Asolo Musica, ha in programma quattro appuntamenti, tra il Teatro Eden e l’Auditorium in Santa Croce nel Quartiere Latino.
Ospiti, oltre al Tolo Marton Trio, venerdì 13 maggio Bernardino Rodriguez Espejo ed Edoardo Cervera Osorio, mercoledì 18 maggio Mauro Zanatta, e venerdì 27 maggio lo statunitense Hopkinson Smith.

 

Tolo Marton Trio Domenica 8 Maggio ore 20.45 – Teatro Eden

Tolo Marton è nato a Treviso nel 1951. Chitarrista e compositore, vanta una carriera più che trentennale

nell’ambito della musica di ispirazione anglo-americana. È uno degli artefici della musica dal vivo nella scena italiana non commerciale.

Sempre più spesso, quando viene presentato vengono usate espressioni del tipo: “la chitarra magica di TM”, “la magia delle sei corde”, “TM, la magia nelle mani”, che dimostra che per molti è come se ci fosse qualcosa di magico nel suo modo di suonare. La sua vittoria al Jimi Hendrix Electric Guitar

Festival, concorso mondiale svoltosi a Seattle (U.S.A), nel ’98, è stata sicuramente clamorosa! L’aver ricevuto il primo premio direttamente dalle mani di Al Hendrix, padre di Jimi, ha posto su Tolo quell’attenzione che fino a prima gli riservavano solo i tanti appassionati che lo seguono da sempre. “Dopo averlo sentito suonare, sono tornata a vederlo ogni volta che potevo”, così la giornalista Sharon Jones scrive di Tolo su Austin Arena Magazine (Texas, aprile 1995). È stato definito “il più intelligente e dotato chitarrista rock che l’Italia abbia mai avuto” (Paolo Vites, Jam, dic 1999). “Non posso fare a meno di pensare che se c’è un chitarrista in Italia che meriti l’appellativo di Guitar Hero, questo chitarrista si chiama Tolo Marton” (Tom Branson, critico americano). È stato richiesto per suonare con Jack Bruce e Ginger Baker, due dei tre leggendari componenti dei Cream (il terzo era Eric Clapton). Nel dicembre 2001 e gennaio 2002 Tolo collabora con l’attore Marco Paolini e il violoncellista Mario Brunello nel progetto teatrale “Carta Bianca”. Questo inedito trio riscuote un grandissimo consenso di pubblico e critica, fin dal debutto al Piccolo Teatro Regio a Torino. Nel marzo 2002 inizia una collaborazione con il batterista dei Deep Purple Ian Paice, con cui si esibisce con grande successo in un primo concerto il 15 marzo. Nell’ottobre 2002 esce il primo ufficiale doppio live intitolato “Dal Vero”. Il 1 gennaio 2003 si esibisce in diretta su RAI International in una trasmissione dal titolo “SOS Argentina” a favore dei bambini di quel paese che viene diffusa in diretta in 33 paesi. La sua particolarissima versione di “All along the watchtower” è stata scelta per essere inclusa in una compilation di artisti internazionali curata dalla BMG, di brani di Bob Dylan, uscita nel 2003. Nel 2005 esce un nuovo disco dal vivo intitolato “Stra Live”. Lo stile di Marton, che si potrebbe definire Classic rock, si riversa su brani originali, dove si rincorrono linguaggi rock, blues, country, psichedelia, melodia e silenzi. “Tolo, da sempre fedele alla linea. Una linea dettata dal suo grande talento, dalla sua ispirazione e dalla sua passione per la musica. Fedele alle sue origini di musicista rigoroso, coerente, mai appagato e da sempre estraneo alla logica del music bussiness. Non ha mai amato ripetersi: ogni volta per lui è una sfida, una continua e affascinante ricerca. Mai un concerto uguale all’altro, come se fosse sempre la prima volta. Tolo è Tolo”. (Daniela Bonanni) La formazione attuale con cui Tolo si esibisce in concerto si chiama “Tolo Marton Trio” che comprende Tolo Marton, chitarra e voce, Walter Dal Farra, basso e Andrea De Marchi, batteria.

Bernardino Rodriguez Espejo ed Edoardo Cervera Osorio

Venerdì 13 Maggio ore 20.45 – Auditorium Santa Croce

Bernardino Rodriguez Espejo è nato l’8 dicembre 1990 a Xalapa, Veracruz, Messico. Ha iniziato gli studi musicali nella Scuola “Juventino Rosas A. C”, proseguendoli con i Maestri Karim Vàzquez e Cutberto Cordova presso la Facoltà di Musica dell’Università dello Stato di Veracruz. Ha vinto i seguenti Concorsi Internazionali: Concorso Nazionale di Paracho 2010 (categoria fino a 20 anni); IV Festival and Competition “Boston Guitar Fest” 2009; “Accademia Mario Santoro” Omaggio a Joaquin Rodrig; “Suoni Nuovi Interpreti 2008” Omaggio a Leo Brouwer. Si è esibito in diversi festival nazionali ed internazionali ed ha preso parte a Masterclasses e corsi di perfezionamento con docenti come Joaquín Clerch (Cuba), Claudio Marcotulli (Italia), Fabio Zanon (Brasile), Paolo Pegoraro (Italia) Rèmi Boucher (Canada), David Jacques (Canada), Pablo Garibay (Messico), Carlos Bonell (Inghliterra), Alejandro Mora (Messico). Attualmente frequenta il Triennio Superiore in Chitarra presso il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine sotto la guida del Maestro Stefano Viola.

Programma

Fernando Sor (1778 – 1839)

Fantasia op. 30

Introduzione, tema, variazioni e finale

Antonio José (1902 – 1936)

Sonata

Allegro Moderato, Minueto, Pavana Triste, Final

Eduardo Cervera Osorio è nato a Xalapa, Veracruz nel 1991. Ha iniziato gli studi musicali sotto la guida di suo fratello Juan Carlos ed in seguito ha studiato con i maestri Jorge Garcia e Manuel Rubio Cano, quindi alla Facoltà di Musica dell’Università di Veracruz con il maestro Massimo Gatta. Si è esibito sia in teatri nazionali che internazionali, come solista e con orchestra, partecipando a diversi festival nazionali e internazionali. Ha vinto i seguenti Concorsi Internazionali: Concorso Europeo di Chitarra Classica “Enrico Mercatali” di Gorizia, “Virtuosismo Chitarrisitico” 2008 Morelia (Michoacan), “Merida Classical Guitar Competition” 2007. Ha preso parte come allievo effettivo a corsi di perfezionamento con Alfredo Sánchez (Messico), Manuel Ramos Lopez (Argentina), Rafael Jimenez (Messico), Stefano Raponi (Italia), Cristina López (Cuba), Enrique Velasco (Messico) Juan Carlos Laguna (Messico), Alexander Dunn (Canada), Paolo Pegoraro (Italia). Attualmente frequenta il Triennio Superiore in Chitarra presso il Conservatorio Statale di Musica “Jacopo Tomadini” di Udine sotto la guida del Maestro Stefano Viola.

Programma

Mauro Giuliani (1781 – 1829)

Rossiniana n° 1 op. 119

Leo Brouwer (1939 – )

Sonata

Fandangos y bolero, Sarabanda de Scriabin, La Toccata de Pasquini

Mauro Zanatta

Mercoledì 18 Maggio ore 20.45 – Auditorium Santa Croce

Mauro Zanatta nasce a Treviso nel 1977 ed inizia giovanissimo lo studio della chitarra al liceo musicale “F. Manzato” e si diploma al conservatorio di Verona “E. F. Dall’Abaco” con il massimo dei voti.

Successivamente si perfeziona presso  “Francisco Tàrrega” di Pordenone con i maestri Paolo Pegoraro e Stefano Viola. Ha vinto i seguenti Concorsi internazionali: “Julian Arcas” di Almerìa, IX Edizione (2008); “Benvenuto Terzi” di Clusone, V Edizione (2001); “Enrico Mercatali” di Gorizia, II Edizione (2005); “Fernando Sor” di Roma, XXXIV Edizione (2005).

Ha frequentato le Masterclass di alcuni tra i più importanti chitarristi nel panorama mondiale come David Russell, Alvaro Pierri, Tilman Hoppstock, Carlo Marchione, Angelo Gilardino, Oscar Ghiglia, Stefano Grondona.

Per due anni consecutivi ha rappresentato la regione Friuli Venezia Giulia esibendosi nella prestigiosissima “Sala delle Colonne” nella Filarmonica di Kiév. Recentemente si è esibito al VI Festival Internazionale di Chitarra “Omaggio a Joaquìn Rodrigo”, al Festival Internazionale di Chitarra “Omaggio ad Andrés

Segovia” di Pordenone, alla XXII edizione del Festival Internazionale di Chitarra di Udine, al X Festival Internazionale di Chitarra del Friuli Venezia Giulia con l’Orchestra sinfonica della suddetta regione, al Festival Internazionale di Chitarra di Lipica (Slovenia). Suona su uno strumento del liutaio Gernot Wagner.

Programma

Francois Couperin (1668 – 1733)

L’Artiste

Le Petite Rien

Les Baricades Misterieuses

Silvius Leopold Weiss (1686 – 1750)

Sonata n° 42 a – moll

Allemande: Largo, Allegro, Bourrée: Posato, Sarabande Gigue: Presto

Giulio Regondi (1822 -1872)

Reverìe, Nocturne op.19

Fernando Sor (1778 – 1839)

Introductiòn, Théme et Variations op. 20

Isaac Albeniz (1860 – 1909)

Mallorca (Barcarola) op. 202

Mario Castelnuovo Tedesco (1895 – 1968)

Sonata op. 77 (Omaggio a Boccherini)

Allegro con Spirito, Andantino, quasi canzone, Tempo di minuetto, Vivo ed energico

Hopkinson Smith

Venerdì 27 Maggio ore 20.45 – Auditorium Santa Croce

Nato a New York nel 1946, Hopkinson Smith si è laureato con onore in musica ad Harvard nel 1972.

L’anno successivo si è trasferito in Europa per studiare con Emilio Pujol in Catalogna e con Eugene Dombois  in Svizzera. Si è quindi dedicato a numerosi progetti di musica da camera, compresa la creazione dell’Ensemble Hesperion XX con Jordi Savall e Montserrat Figueras.

Da metà degli anni 80 il suo interesse si è concentrato quasi esclusivamente nel repertorio solistico per gli antichi strumenti a pizzico, le sue incisioni per Astrée del periodo hanno ottenuto importanti riconoscimenti. In particolare la musica spagnola per vihuela e chitarra barocca, la musica francese rinascimentale e barocca, la musica italiana del primo ’600 e soprattutto il repertorio barocco tedesco.

La registrazione delle sue trascrizioni delle Sonate e Partite di Bach per violino solo, uscita nel 2000, è stata universalmente acclamata dalla stampa specializzata.

La rivista “Gramophone” l’ha definita “the best recording of these works on any instrument”. La registrazione delle opere di Pierre Attaingnant sul liuto rinascimentale, uscita lo scorso anno, ha vinto il Diapason d’Or ed è stata definita “superb” da Le Monde.

Hopkinson Smith ha dato concerti e tenuto master Classes in tutta Europa, Sud e Nord America e Giappone, in uno stile di vita tra lo zingaro girovago e l’eremita.

Nel marzo del 2007, ha dato concerti e tenuto workshops in Palestina col patrocinio del Barenboim-Said Foundation e del Swiss Arts Council. Insegna liuto alla Schola cantorum di Basilea.

Programma

Johann Sebastian Bach (1686 – 1750)

Suite in Do maggiore basata sulla versione per violoncello solo, BWV 1007

– Preludio, Allemanda, Corrente, Sarabanda, Minuetto I, Minuetto II, Giga

Suite in Sol minore basata sulla versione per violoncello solo, BWV 1008

– Preludio, Allemanda, Corrente, Sarabanda, Minuetto I, Minuetto II, Giga

Suite in Fa maggiore basata sulla versione per violoncello solo, BWV 1009

– Preludio, Allemanda, Corrente, Sarabanda, Minuetto I, Minuetto II, Giga

 

Auditorium della Chiesa di Santa Croce

Quartiere Latino Teatro Eden

via Monterumici

Biglietti:

Intero 5 Euro

Ridotto (studenti di musica) 1 Euro

acquistabili la sera del concerto

Informazioni:

www.guitarfestival.it Associazione Amici del Teatro

0422 235743 / amiciteatro@virgilio.it

Asolo Musica 0423 950150 / info@asolomusica.com

 

Info e fonti:

Associazione Amici del Teatro

Viale Montegrappa, 34/F

31100 Treviso

Telefono e telefax 0422/235743

amiciteatro@virgilio.it

www.guitarfestival.it

 

Asolo Musica Veneto Musica

Via Browning, 141

31011 Asolo (TV)

Telefono 0423/950150

Telefax 0423/529890

info@asolomusica.com

www.asolomusica.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply