Festival Organistico Città di Treviso – Santa Caterina 2010-09-05
Time To Lose

Calendario

Festival Organistico Città di Treviso – Santa Caterina

XXIII Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso”:I concerti domenicali inizieranno alle ore 16.30. Tutti gli altri alle ore 20.45.
Il Programma

Venerdì 1 ottobre ore 20.45
Ponzano Veneto – Chiesa di Paderno (Org. Bazzani, 1845 – Aletti, 1903 – Zanin, 1997)
SAKI AOKI (Giappone): BAROCCHI
Musiche di Louis-Nicolas Clérambault; Jan Pieterszoon Sweelinck; John Stanley; Dietrich Buxtehude
La giovane organista giapponese che ha completato i suoi studi in Francia e che ha trionfato in numerosi concorsi organistici europei, concertista apprezzata in Oriente e in Europa, sarà all’organo ristrutturato dall’organaro Francesco Zanin di Codroipo valorizzando il materiale fonico degli strumenti realizzati precedentemente. In programma alcuni momenti importanti della letteratura organistica europea fra Sei e Settecento:

Sabato 2 ottobre – echo day
Treviso – CONCERTO PROMENADE
MAGDALENA HASIBEDER (Austria)
MAGDALENA MALEC (Polonia)
Ore 15,00: Chiesa di Sant’Andrea (Organo Veneto del ‘700)
Musiche di Johann Jakob Froberger; Johann Kaspar Kerll; Georg Muffat
Ore 15,45: Chiesa di San Leonardo (Organo Gaetano Callido, 1787)
Musiche di Adam da Wagrowiec; dalla Intavolatura di Johannes da Lublino; Dietrich Buxtehude
Ore 16,30: Chiesa/Auditorium Santa Croce (Organo Pietro Nacchini, 1750)
Musiche di Girolamo Frescobaldi; Andrea Gabrieli; Domenico Scarlatti
Ore 17,45: Chiesa Sant’Agostino (Organo Fratelli Serassi, 1858)
Musiche di Henry Purcell; Matthew Locke; John Blow; Georg Friedrich Händel
Uno degli appuntamenti più attesi del Festival: la passeggiata organistica che consente di ascoltare in un breve lasso di tempo alcuni dei ben nove organi antichi custoditi nel cuore della Città e perfettamente funzionanti. Un concerto itinerante ideato dal Festival trevigiano e proposto da oltre una decina d’anni, oggi imitato da altre città europee che con questa formula “made in Treviso” nobilitano il loro patrimonio organistico. Protagoniste di questa edizione della “promenade” saranno due giovani e già affermate concertiste, che eseguiranno opere selezionate per dare il maggior risalto alle straordinarie peculiarità degli strumenti.

Sabato 2 ottobre ore 20.45
Motta di Livenza – Santuario della Madonna dei Miracoli
in collaborazione con il Comitato per le Celebrazioni del Giubileo Mariano 1510-2010,
con il Patrocinio della Diocesi di Vittorio Veneto
ORCHESTRA BAROCCA E CORO DEL LABORATORIO DEL CONSORZIO TRA I CONSERVATORI DEL VENETO
ROY GOODMAN, direttore: MUSICA PER L’APPARIZIONE
Musiche di Johann Sebastian Bach; Marin Marais; Antonio Vivaldi
Musiche festose dal Settecento, per il Giubileo Mariano nel Santuario della Madonna dei Miracoli, con i più talentuosi studenti dei sette Conservatori del Veneto che hanno seguito i seminari internazionali di musica antica di Villa Contarini di Piazzola sul Brenta. Sul podio, Roy Goodman, definito “probabilmente il più attivo direttore indipendente di musica antica in Europa.”

Domenica 3 ottobre ore 16.30
Treviso – Tempio monumentale di San Nicolò (Organo Gaetano Callido, 1778)
Dedicato ad Arnaldo Compiano
JEAN JAQUENOD (Francia): DEDICATO AD ARNALDO
Musiche di Heinrich Scheidemann, Georg Böhm, Francois Roberday, Francois Couperin, Domenico Zipoli, Johann Pachelbel
Appuntamento dedicato ad Arnaldo Compiano, amico del Festival e sostenitore appassionato di molte iniziative collaterali dello stesso. Ma soprattutto amico della città di Treviso e di chi, come lui, la ama. Il Comitato Promotore del Festival gli dedica questo concerto nella sede più prestigiosa e più capiente per ospitare i moltissimi – trevigiani e non – che continueranno a sentire vicina la garbata ironia e la dinamicità di Arnaldo Compiano, a due mesi dalla sua scomparsa. Prestigioso anche l’organista che lo omaggerà con un programma raffinatissimo che farà risuonare il preziosissimo organo Callido del Tempio.

Domenica 3 ottobre ore 20.45
Treviso – Chiesa di Santa Bona (Organo Franz Zanin, 1988)
KAY JOHANSSEN (Germania): L’ARTE ASSOLUTA DI JOHANN SEBASTIAN BACH
Musiche di Johann Sebastian Bach
Il Festival Organistico è nato proprio attorno alla costruzione dell’organo Zanin di Santa Bona, la sera stessa della sua inaugurazione, avvenuta con un concerto interamente dedicato all’opera di J.S. Bach. Il progetto di realizzare un Festival Internazionale capace di portare a Treviso il modello dell’organista conosciuto in Europa, nacque proprio subito dopo quel concerto. E da ventidue anni il Festival è presente nella chiesa di Santa Bona con un concerto dedicato a Bach, quest’anno proposto da uno dei suoi più autorevoli interpreti contemporanei.
Venerdì 8 Ottobre Ore 20.45
Silea – Chiesa di San Michele Arcangelo (Organo Pietro Bazzani, 1881)
ANTONIA NARDONE (Italia): SONATE ITALIANE
Musiche di Benedetto Marcello; Domenico Scarlatti; Niccolò Piccinni; Baldassarre Galuppi; Padre Davide da Bergamo; Giovanni Paisiello; Giovanni Morandi
L’organista barese oggi titolare presso Chiesa riformata di Hittnau e presso la chiesa di S. Benigno di Pfäffikon (Zurigo), presenterà un programma che comprende sonate di autori vissuti nel periodo tardo Barocco e nel primo Ottocento in area italiana, ossia dall’epoca dello “stile galante” a quella delle influenze operistiche nel repertorio organistico, passando per proposte strumentali che vengono dalla tastiera cembalistica, sottolineando l’interscambiabilità dello stesso repertorio fra i due strumenti.

Sabato 9 Ottobre Ore 20.45
Quinto di Treviso – Chiesa di San Cassiano (Organo Giambattista De Lorenzi, 1865)
ESTEBAN ELIZONDO (Spagna): DALLA SPAGNA
Musiche di Antonio de Cabezón; Francisco Correa de Arauxo; Juan Bautista Cabanilles; Domenico Zipoli; Felipe Gorriti; Tomás de Elduayen; Eduardo Torres; Anonimo sec. XVIII
Un musicista e musicologo attivissimo in Europa, America e Oriente con la proposta di programmi di musica spagnola sia antica sia di influenza romantica e uno strumento singolare dalle sonorità affascinanti, per un programma che prende l’avvio dal Cinque-Seicento, il periodo di maggior splendore della letteratura organistica spagnola, per concludersi con autori dell’Ottocento e del Novecento, nelle cui opere rivivono i modi tradizionali accompagnati da innovazioni linguistiche.
Domenica 10 Ottobre Ore 16.30
Conegliano – Chiesa dei SS. Martino e Rosa (Organo Giambattista De Lorenzi, 1862)
GILLES LEYERS (Lussemburgo): CIACCONE, PASSACAGLIE E ALTRE PARTITE
Musiche di Jan Pieterszoon Sweelinck; Girolamo Frescobaldi; Samuel Scheidt; Dietrich Buxtehude; Bernardo Pasquini; Johann Pachelbel; Alessandro Scarlatti
Appuntamento con colui che l’ECHO, il Comitato Europeo Città d’organi storici, ha eletto giovane organista europeo dell’anno 2009, ma anche con l’organo De Lorenzi per anni inaccessibile per restauri, che ora torna a far sentire la sua originale tavolozza sonora, sintesi di elementi veneti e lombardi, particolarmente adatta a dar voce alle antiche forme proposte dal suggestivo programma.
Venerdì 15 Ottobre Ore 20.45
Preganziol – Chiesa di San Trovaso (Organo Giacomo Bazzani, 1843)
MARTIN BÖCKER (Germania): TRANSALPINI
Musiche di Georg Friedrich Händel; Johann Adolph Hasse; Johann Christian Bach; Wolfgang A.Mozart; Martin Böcker
Le opere nate per il teatro o per il clavicembalo di celeberrimi autori settecenteschi d’area tedesca e una improvvisazione dedicata a Mendelssohn: è questo il programma del recital dell’attivissimo organista tedesco, impegnato in un intensa attività concertistica sugli organi storici di tutta Europa, che siederà ad uno strumento realizzato dagli organari che succedettero ai Callido facendosi continuatori della settecentesca Scuola Veneta.

Sabato 16 ottobre ore 20.45
Roncade –Chiesa parrocchiale di Biancade (Organo N. Moscatelli, 1758 – A. Agostini, 1876)
NICOLA CITTADIN (Italia), organo
STEFANO LAI (Italia), flauto dolce: GALANTERIE MUSICALI
Musiche di Georg Philipp Telemann; Tommaso Albinoni; Antonio Vivaldi; Giuseppe Sammartini
Le galanterie in musica hanno espresso un’esplicita contrapposizione alla gravità dello stile ecclesiastico, che a sua volta doveva escludere qualsiasi sentore di profanità. L’inconfondibile voce del flauto dolce s’intreccia con le molteplici voci dell’organo per un programma di grande raffinatezza proposto da due brillanti concertisti italiani che operano in Svizzera e collaborano con istituzioni culturali di rilevanza internazionale.

Domenica 17 ottobre ore 16.30
Treviso – Chiesa Auditorium Santa Caterina (Organo in Stile Rinascimentale F. Zanin, 1998)
WOLFGANG ZERER (Germania): CANZONI E TOCCATE
Musiche di Christian Erbach; Heinrich Scheidemann; Samuel Scheidt; Johann Kaspar Kerll;
Johann Jakob Froberger; Matthias Weckmann; Georg Muffat
Per il concerto conclusivo il Festival ritrova un organo particolarmente importante per la sua storia e I suoi successi: quello in stile rinascimentale che la Fondazione Cassamarca ha donato alla città di Treviso nel 1998 e costruito da Francesco Zanin con la consulenza dei più autorevoli organisti e musicologi italiani. Il programma, dedicato agli autori del Seicento, di area tedesca, è affidato a un brillante organista tedesco applaudito in tutta Europa, Israele, USA Giappone e Corea del Sud, a ribadire il respiro internazionale del Festival e l’eccellenza dei suoi interpreti.
Comitato Promotore Festival Organistico “Città di Treviso e della Marca trevigiana”
Palazzo Umanesimo Latino – Riviera Garibaldi 13 – 31100 TREVISO
Tel. 0422.545895 – festorganisticotv@tin.it – www.organidimarca.it

Ufficio Stampa: Marina Grasso, cell. 335.8223010 – info@marinagrasso.com

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply