Filarmonia Veneta: Requiem di Cherubini -0001-11-30
Time To Lose

Calendario

Filarmonia Veneta: Requiem di Cherubini

Il Requiem di Cherubini a Castelfranco  con l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Marco Titotto – mercoledì 31 marzo alle 20,45

Mercoledì 31 marzo alle 20.45 il Duomo di Castelfranco Veneto ospita un grande concerto pasquale. L’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e il Coro Polifonico di Salvarosa eseguiranno il Requiem in do minore per coro misto e orchestra di Luigi Cherubini (1760-1842), con la direzione di Marco Titotto (Ingresso libero e gratuito).

Commissionata al compositore toscano da LUIGI XVIII re di Francia nel 1817 per commemorare la memoria del fratello Luigi XVI decapitato dai rivoluzionari ventiquattro anni prima, l’opera venne eseguita per la prima volta nella chiesa di Saint Denis, tra i resti dei reali e in pieno clima di restaurazione postnapoleonico.

Anche per compiacere l’intento commemorativo dettato dal re (su invito del quale, poco prima, Cherubini era stato chiamato a dirigere la Cappella Musicale) e assecondarne la volontà di riconciliazione suggerita dal momento storico, il compositore toscano sceglie di ricavare un lavoro di compostezza solenne e quasi distaccata, evitando soluzioni formali di sapore pur vagamente teatrale e accedendo, invece, ad atmosfere di oggettività spirituale lontane da ogni seduzione mondana. In quest’ottica si spiega pure la rinuncia alle voci soliste, quasi a esaltare un senso di collettività alieno da privilegi. Forse è anche per questo che Beethoven espresse la volontà di far eseguire questo requiem al proprio funerale, anche se poi le contingenze non lo resero possibile e l’esecuzione avvenne solamente in una messa commemorativa successiva alla sepoltura del compositore.

In seguito, la pagina avrebbe trovato vari estimatori illustri, come Schumann e, soprattutto, Berlioz, che vi rilevava «straordinaria abbondanza di idee, pienezza di forme e stile sublime». Il coro, diversamente da quanto avviene nel Requiem che Cherubini comporrà nel 1836 (in re minore) è a voci miste. La scelta di non includere violini in orchestra regala al racconto una tinta scura e connotante: qualcosa del genere farà Stravinskij, un secolo più tardi, nella Sinfonia dei Salmi.

ORCHESTRA  REGIONALE FILARMONIA VENETA

sede legale c/o Teatro Sociale di Rovigo

sede operativa via Isonzo 10  31100 Treviso

tel. 0422 433761 fax 0422 296399

info@filarmoniaveneta.it

www.filarmoniaveneta.it

Ufficio Stampa Orchestra Regionale Filarmonia Veneta

Marina Grasso, cell. 335.8223010 –  marinagrasso@iol.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply