Giornate FAI di Primavera 2014 2014-03-14
Time To Lose

Calendario

Giornate FAI di Primavera 2014

Giornate FAI di Primavera 2014 – XXII Edizione. Il programma in provincia di Treviso. Sabato 22 e domenica 23 marzo 2014 avrà luogo la ventiduesima edizione delle Giornate FAI di Primavera, grande festa popolare che dalla sua prima edizione a oggi ha coinvolto oltre 7.000.000 italiani e che quest’anno vedrà l’apertura straordinaria di oltre 750 luoghi in tutte le regioni d’Italia, con visite straordinarie a contributo libero.

Un grande spettacolo di arte e bellezza dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio culturale e ambientale italiano, che avrà come protagonisti centinaia di siti particolari, spesso inaccessibili e che eccezionalmente potranno essere ammirati dal pubblico durante il weekend delle Giornate FAI di Primavera.
Quest’anno le Giornate FAI di Primavera sono dedicate all’imperatore Augusto nel secondo millenario della sua morte. Tra le 750 aperture in tutte le regioni d’Italia, 120 aperture racconteranno la sua storia.

Questo omaggio ad Augusto è a oggi l’unica manifestazione nazionale che avrà al centro l’opera di rifondazione dello stato imperiale nei suoi vari aspetti evitando di ridurre un uomo politico poliedrico a un mero mecenate dell’arte. Una dedica all’uomo che ha segnato una pausa nella vorticosa espansione dell’Impero Romano, pausa che gli ha consentito di ristrutturarlo e di farlo rinascere. E Roma è diventata una grande capitale, posta al centro del cuore dell’Impero. La storia non sempre si ripete, ma da essa possiamo trarre ispirazione per la rinascita del nostro Paese.

Come gli anni scorsi anche in questa edizione gli iscritti e chi si iscriverà durante le Giornate di Primavera potranno godere di visite e corsie esclusive, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un “privilegio”.

In numerose città verranno inoltre riproposte, nell’ambito del progetto “Arte. Un ponte tra culture”, le visite guidate per cittadini di origine straniera, che verranno effettuate in diverse lingue in base alle diverse cittadinanze di stranieri presenti.

Anche quest’anno il FAI propone in tutta Italia curiosità e itinerari culturali: aree archeologiche, percorsi naturalistici, borghi, giardini, chiese, musei, castelli che per due giorni saranno a disposizione di tutti i cittadini che desiderino visitarli, oltre a escursioni e biciclettate. Circa il 40% dei beni aperti sono fruibili da persone con disabilità fisica. I visitatori potranno avvalersi anche quest’anno di guide d’eccezione: saranno, infatti, oltre 22.000 gli Apprendisti Ciceroni®, giovani studenti che illustreranno aspetti storico-artistici dei monumenti.

info e fonte: www.giornatefai.it

Castelfranco Veneto – Villa Bolasco – Le Scuderie Restaurate
Indirizzo: , 31033, Castelfranco Veneto, TV
Sabato: ore 14.30 – 18.00
Domenica: ore 10.00 – 12.30 / 14.30 – 18.00
Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Istituto Rosselli di Castelfranco
Al margine del centro storico di Castelfranco, la lunga fronte affacciata sulla strada per Treviso indica un anonimo palazzo ottocentesco in stile eclettico. La residenza è in realtà formata da un grande corpo a L, la cui fronte orientale è affacciata su un grande parco, che meglio giustifica al complesso la denominazione di villa.

Oderzo – Casa Dei Battuti
Indirizzo: Piazza Grande, 31046, Oderzo , TV
Sabato: ore 14.30 – 18.00
Domenica: ore 10.00 – 12.30 / 14.30 – 18.00
L’edificio conserva molti degli elementi architettonici appartenenti alla sua prima fase costruttiva (sec. XV), pareti affrescate di cui una in particolare è caratterizzata da un ciclo pittorico del 1472 (datato). Al piano terra, durante i lavori del recente restauro, dagli scavi archeologici è emerso un reperto musivo, consistente in un lacerto di pavimentazione romana ben conservato.

Oderzo – Museo Archeologico Eno Bellis
Indirizzo: c/o Palazzo Foscolo, Via Garibaldi, 63, 31046, Oderzo , TV
Bene fruibile a persone con disabilità fisica Bene fruibile a persone con disabilità fisica
Sabato: ore 14.30 – 18.00
Domenica: ore 10.00 – 12.30 / 14.30 – 18.00
Il museo raccoglie le testimonianze dell’antica Opitergium, importante centro economico e amministrativo durante l’età veneta antica e romana. Notevoli sono in due elementi decorativi zoomorfi in terracotta, i bronzetti di guerrieri in assalto e le testimonianze di scrittura venetica. Dell’epoca romana sono: stele funerarie, manufatti riferibili alla vita quotidiana, monete e statuine in bronzo e famosi mosaici di età tardoantica, chiamati “della caccia”, “di Romanus” e “del coppiere”.

Treviso – ITIS “Enrico Fermi”
Legni dal mondo: la collezione Velo della Xiloteca Trevigiana
Indirizzo: Via San Pelajo, 37, 31100, Treviso, TV
Bene fruibile a persone con disabilità fisica Bene fruibile a persone con disabilità fisica
Domenica: ore 10.00 – 12.30 / 14.30 – 18.00
Si tratta di una raccolta di oltre 300 tavole di specie legnose provenienti da tutti i continenti unica nel suo genere, e probabilmente unica in Europa. Sono tavole vere e proprie quasi sempre lunghe qualche metro, dove il legno appare in tutta la sua bellezza e in ogni sua peculiarità. Ogni tavola è accompagnata da una scheda botanica predisposta in collaborazione con l’Orto Botanico di Bergamo

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply