Il bevitore di Arturo Martini a Santa Caterina 2014-11-20
Time To Lose

Calendario

Il bevitore di Arturo Martini a Santa Caterina

Dal 27 novembre al 15 febbraio a Santa Caterina: Il bevitore di Arturo Martini, concesso dalla GNAM di Roma. Inaugurazione mercoledì 26 novembre – ore 18 con l’illustrazione di Nico Stringa. La potenza espressiva della pietra. I molteplici significati di un semplice gesto visto attraverso il gusto arcaicizzante di uno straordinario artista. E, ancora, un’immobilità percorsa da milioni di fremiti di vita impressi sulla sua superficie da un atto creativo intenso e crudo.

Questo a molto di più è La sete/Il bevitore, opera in pietra di Finale con la quale Arturo Martini sperimentò la lavorazione diretta della materia senza bozzetto preparatorio. Una grande figura in pietra di Finale (76,5x222x95 cm) che impegnò l’artista trevigiano dal 1933 al 1936 e che fu esposta a Torino nel 1937 e acquisita dalla Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma (GNAM) all’Esposizione quadriennale del 1951.
E proprio dalla GNAM è arrivata nei giorni scorsi a Treviso questa monumentale opera che ritorna al Museo di Santa Caterina – dove fu già esposta nel 1967 in occasione della mostra monografica curata da Bepi Mazzoni nell’occasione dei vent’anni dalla scomparsa di Martini – dove sarà ammirabile dal 27 novembre al 15 febbraio 2015.
L’occasione di ammirare nuovamente a Treviso Il bevitore nasce dal prestito alla mostra Secessione e Avanguardia – L’arte in Italia prima della Grande Guerra 1905 – 1915, allestita presso la Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma, di due gessi di Arturo Martini del 1913, di proprietà dei Musei civici trevigiani. Stefania Frezzotti, curatrice della mostra stessa, con Maria Vittoria Marini Clarelli soprintendente della GNAM hanno quindi inteso contraccambiare – nell’ambito di un’idea di collaborazione e sostegno fra istituzioni museali pubbliche – concedendo a Treviso il prestito di un’opera GNAM.

Mercoledì 26 novembre alle 18, inaugurazione dell’esposizione con l’illustrazione dell’opera a cura di Nico Stringa, tra i massimi esperti dell’opera di Arturo Martini, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università Ca’ Foscari (ingresso libero e gratuito).
Per evidenziare al meglio la sconvolgente originalità dell’opera, i Musei Civici hanno allestito un’apposita area al primo piano del complesso museale: uno spazio nel quale sarà immediato e suggestivo leggere tra le pieghe di questa figura umana travolgentemente impressionista, nella quale la sete non è condizione fisica ma esistenziale. In cui l’acqua verso cui l’uomo si protende non è elemento naturale ma metaforico, e la posa sottolinea la sofferenza che spinge alla ricerca.

Nel panorama della scultura italiana contemporanea nessuna opera della prima metà del Novecento dà un’interpretazione così espressionista della figura umana: una caratteristica poco rilevata all’epoca, sia perché erano note le libertà formali dell’artista, sia perché il paragone con i calchi pompeiani che molto lo suggestionarono apparve subito evidente, fino a neutralizzarne in parte la dirompente singolarità.
Alla stessa poetica, concezione scultorea, materiale e periodo de La sete/Il bevitore risale anche la vera da pozzo con Adamo ed Eva, opera dello stesso Arturo Martini del 1931: opera acquisita dai Musei civici di Treviso nel 1992 tramite pubblica sottoscrizione ed oggi emblema fisico e simbolico del nuovo allestimento del Museo Bailo. E proprio all’inizio del conto alla rovescia per l’apertura del rinnovato Bailo quale museo civico del Novecento, i Musei Civici Trevigiani accolgono, quindi, un altro grande tassello dell’arte del Secolo breve. Un’occasione per ricordare anche che le collezioni civiche sono ricche di circa 200 pezzi, fra bozzetti, gessi, sculture, pitture e grafiche di Arturo Martini, così come di molta arte del Novecento che a breve sarà nuovamente patrimonio aperto al pubblico a Treviso.

Museo di Santa Caterina – Treviso
Dal 27 novembre 2014 al 15 febbraio 2015
Orari: da martedi a domenica 9.00-12.30; 14.30-18.00
Chiuso lunedì e le festività
Info: info@museicivicitreviso.it www.muesicivicitreviso.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply