Jambusco Festival 2016 2016-06-02
Time To Lose

Calendario

Jambusco Festival 2016

Jambusco Festival 2016 è il festival dell’improvvisazione musicale che si terrà il 18 e 19 giugno a Caerano di San Marco nella bellissima Villa Benzi Zecchini. Jambusco è una parola nuova che contiene al suo interno le due essenze dell’evento: la jam session ovvero l’improvvisazione musicale e il busking cioè il mondo dei suonatori di strada, Il festival infatti ospiterà musicisti ed artisti locali ed internazionali per una due giorni di intrattenimento a 360°.

La Location
Villa Benzi Zecchini è un complesso storico del XVI secolo, appartenuta storicamente a grandi famiglie veneziane ed utilizzato per scopi sociali dal più recente passato ad oggi. Un edificio su più piani contenente un teatro da 300 spettatori intitolato a Giuseppe Maffioli ed un grande giardino esterno sono una perfetta cornice per ospitare eventi culturali di ogni genere.
Il 18 e 19 Giugno Villa Benzi Zecchini sarà sfondo della prima edizione di Jambusco Festival.

La Musica
Jambusco nasce dalla passione degli organizzatori per la musica, vera protagonista dell’evento. Nello splendido giardino della villa saranno disposti 5 palchi: un Main Stage in cui nelle ore conclusive di
ogni serata si esibiranno band locali ed internazionali e 4 spots sui quali invece saliranno, durante il pomeriggio, i musicisti di strada ad improvvisare con le loro performances. Nella serata di Sabato ad inaugurare il Main Stage sarà una Battle of the bands, in cui 5 gruppi diversi tra loro, si sfideranno per aggiudicarsi un premio di in denaro, assegnato da una giuria interna all’organizzazione.
A chiudere la giornata Slick Steve & The Gangsters, una delle band più scatenate della scena rock’n roll Italiana. Domenica invece, grande protagonista sarà l’ex busker norvegese Terje Nordgarden, artista di grande personalità e capacità interpretative.

I Buskers
Durante le due giornate del festival a farci ballare saranno diversi busker, che per la prima volta sposteranno la loro arte dalla strada ad un vero e proprio palco.
Per un busker suonare su un vero palco è un traguardo incredibile, solitamente l’unica cosa che separa musicista e pubblico sulla strada è una custodia di chitarra o quando va male un solo cappello, da riprendere la sera sperando in qualche buon gesto dei passanti e guadagnarsi la giornata. Jambusco vuole mantenere a suo modo questa tradizione: per ogni birra acquistata all’interno del festival infatti, verrà consegnato un gettone che lo spettatore potrà consegnare al musicista che più lo attira in quel momento, andando così a costruire un piccolo guadagno che l’organizzazione provvederà a fine festival a tramutare in reale compenso.

L’arte
La musica non sarà protagonista solo attraverso il semplice palcoscenico, saranno presenti, dislocate tra l’interno e l’esterno della villa, installazioni e performances di arte musicale e grafica a cura di associazioni culturali e sigoli artisti provenienti da tutta la Regione, oltre che ad una mostra di street art all’interno del Teatro Maffioli. Saranno presenti anche giocolieri, ed artisti di strada.

Bambini
Nel parco di Jambusco ci sarà Jamkids, un’area attrezzata esclusivamente per i più piccoli con gonfiabili, giochi e zucchero filato. Ad intrattenere i bimbi ci sarà inoltre Teone il Clown con le sue sculture di palloncini. Nel corso delle due giornate fin dalle ore 14.00 sarà possibile partecipare a lezioni interattive di percussioni grazie all’associazione LaMusicaNonHaConfini di Belluno.

Bere, Mangiare, Comprare
Cibo da strada su caratteristici truckfood e stand di birra e cocktails saranno dislocati nel parco della villa per rinfocillare e dissetare chiunque lo chieda!
Nel parco di Jambusco è la creatività ad essere protagonista: sarà allestito un mercatino in cui artisti dell’hand made proporranno le proprie creazioni, per acquisti imprevisti ma di qualità.

Il Programma
Sabato 18 Giugno

Main Stage (dalle ore 19.00)
Slick Steve & The Gangsters (Italia – Rockabilly)
Dal 2011 una delle band più scatenate della scena rock’n roll italiana. Suonano la musica del diavolo con un approccio prettamente old school e dal vivo esprimono al meglio le loro qualità di performers facendo scatenare il pubblico come se gli anni ’50 non fossero mai finiti.
Opening Act – Battle of the bands
No Panic Monamour (alt-rock, post-punk)
Bazinga Attack (punk, rock)
Muttley and the Lost Whhels (rock, country, punky blues)
Rolling Carpets (alt-rock)
E-scape aka Ergot Method (drum n bass, breaks, dubstep)
Spots Stages (dalle ore 14.00 alle 19.00) – Buskers
Dance Performance – Momento di street dance hip-hop con U.G. Crew
Writers – Mike 128, Bacon, Skaione, Schil
Mostra Di Street Art con Associazione Colors e altri artisti.
Davide Geo Quagliotto – giocoleria ed intrattenimento

Domenica 19 Giugno
Main Stage (dalle ore 19.00)

Terje Nordgarden (Norvegia – folk, pop)
Comincia la sua attività come busker, ma nel corso di uno dei suoi numerosi viaggi viene notato da Paolo Benevegnù e nel 2003 pubblica il suo primo disco ispirato ai cantautori come Nick Drake o Jeff Buckley. L’esperienza italiana, fatta di incontri con tanti musicisti della scena indie, diventa un disco. Nel 2013, infatti, sotto la supervisione di Cesare Basile, dà vita a Dieci, un disco di cover di cantautori italiani che ha amato o incontrato (da Paolo Benvegnù a Iacampo, dai Marta Sui Tubi a Marco Parente, da Cristina Donà a Grazia Di Michele). La critica è unanime nel riconoscergli grande personalità e capacità interpretative.
Opening Act
Ginah (psichedelia, progressive, space)
I portoghese (rock synth-pop)
Flavio Costa (chitarra flamenco)
Spots Stages (dalle ore 14.00 alle 19.00) – Buskers
Live Performance
Mattia Gardenal (Beat engine) – come le macchine più incredibili possono produrre suono Federico Marcon (Fab Lab Vittorio Veneto) – alla scoperta dell’elettronica applicata alla musica, saranno esposti macchinari prodotti per generare musica in maniera alternativa Writers E Mostra Di Street Art – Associazione Colors ed altri artisti

Finalità
Jambusco vuole dare a tutti coloro che coltivano la passione della musica l’opportunità di suonare dal vivo in una giornata a loro dedicata in cui vi sia un pubblico vero ad ascoltarli. Dare a chi intende esprimere le proprie forme d’arte, la libertà di crescere, di mettersi alla prova e dimostrare che attraverso le proprie capacità può dare un contributo alla comunità.
Sarà un festival No Profit ad entrata libera, tutto il ricavato dalle offerte verrà devoluto ad associazioni di volontariato da designare di concerto con gli sponsor.

Jambusco Festival – Da un’idea di Andy McCrimmon
Info e fonte; Jambusco Festival 2016
Villa Benzi Zecchini, Via Montello, 61, 31031 Caerano di San Marco (TV)
jambuscofestival@gmail.com
Jambusco Festival Pagina Facebook

TimeToLose non può essere ritenuta responsabile delle eventuali modifiche al programma degli eventi pubblicati in Agenda.
Per richieste, rettifiche o segnalazioni contattaci in Contact us

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply