La biblioteca incontra – Domenico Luciani 2012-05-24
Time To Lose

Calendario

La biblioteca incontra – Domenico Luciani

La biblioteca incontra– Incontro pubblico con Domenico Luciani, architetto e paesaggista, che parlerà della biblioteca di Ippolito Pizzetti.
martedì 29 maggio 2012 ore 18 alla biblioteca della Fondazione Benetton Studi Ricerche, via Cornarotta 9, Treviso

Si conclude La biblioteca incontra… il ciclo di appuntamenti organizzato per il secondo anno consecutivo dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche per promuovere la conoscenza del suo centro documentazione, che dispone di una ricca collezione di libri e documenti sui temidel paesaggio, della storia veneta e della storia e civiltà del gioco.

Martedì 29 maggio alle ore 18, nella biblioteca della Fondazione, l’architetto e paesaggista Domenico Luciani parlerà della biblioteca di Ippolito Pizzetti (1926-2007) – donata alla Fondazione Benetton Studi Ricerche nel 1992 – ripercorrendone il profilo ed evidenziandone le caratteristiche salienti.

Si tratta di un appuntamento particolarmente significativo perché si indagherà, attraverso i suoi libri, il paesaggista insigne e a lungo partecipe, sin dai primi anni, delle attività scientifiche della Fondazione. Con un gesto di generosità radicale e di raro disinteresse, Ippolito Pizzetti ha voluto lasciare un segno forte del suo rapporto con la Fondazione attraverso il dono della sezione della sua biblioteca scientifica e professionale più attinente ai temi del paesaggio.

È un fondo di particolare valore e rarità, composto di circa 4000 volumi tra libri e riviste, che rispecchia la personalità complessa dello studioso e la sua formazione, insieme letteraria, naturalistica e artistica.
Le pubblicazioni su paesaggio e giardino, ambiente, botanica, etologia – funzionali alla formazione e alla cultura paesaggistica – sono disponibili alla consultazione nella biblioteca della Fondazione e conservate in una sala a esse dedicata. Sono inoltre ordinate con criteri adeguati a restituire l’identità complessiva di una raccolta fortemente connotata dal gusto e dalla biografia intellettuale dello studioso e del professionista.

L’incontro si svolgerà nella biblioteca della Fondazione, in via Cornarotta 9 a Treviso.
Ingresso libero.

Dato il limitato numero di posti, si prega di comunicare la propria presenza.
Per informazioni: Fondazione Benetton Studi Ricerche, tel. 0422.5121, biblioteca@fbsr.it.

Ippolito Pizzetti
Laureato in Letteratura italiana con Natalino Sapegno, ha sempre coltivato una grande passione per il teatro, la musica, la letteratura, il cinema. Tuttavia il suo interesse principale si è ben presto indirizzato verso il mondo del giardino e del paesaggismo, temi attorno ai quali ha lavorato intensamente tutta la vita, dedicandosi alla didattica (ha insegnato Arte dei Giardini e Composizione paesaggistica a Palermo, Roma, Venezia e Ferrara, dove è stato insignito di una laurea honoris causa in Architettura) ma anche alla professione, realizzando molti giardini privati, collaborando per progetti e concorsi nazionali e internazionali con molti fra i più noti architetti italiani del Novecento, quali Costantino Dardi, Ludovico Quaroni, Gino Valle, Aldo Aymonino, Vittorio Gregotti, Luigi Snozzi, partecipando a moltissimi seminari, convegni, laboratori. La sua riflessione e la sua battaglia di idee per il paesaggio e per il giardino si riflettono anche nella fittissima attività pubblicistica. A partire dagli anni settanta ha tenuto rubriche giornalistiche su «L’Espresso», «Il Corriere della Sera», «La Stampa», «L’Europeo», «Epoca», «Il Messaggero», «La Voce» di Indro Montanelli; ha collaborato e pubblicato articoli e saggi su vari periodici, tra cui «Abitare», «Casa Vogue», «Spazio e Società», «Ville e Giardini», «Casabella». Fra i suoi scritti Il libro dei fiori (1968), Robinson in città. Vita privata di un giardiniere matto (1998), l’Enciclopedia dei Fiori e del Giardino (1998) e Naturale inclinazione. Divagazioni coerenti di un paesaggista ribelle (2006, nuova edizione 2011).

Domenico Luciani
Architetto e paesaggista, si è formato nell’Istituto di Architettura di Venezia (oggi Università Iuav di Venezia) della seconda metà degli anni cinquanta, a contatto con le personalità eminenti dell’architettura e dell’urbanistica italiana.
Ha compiuto molteplici esperienze nel campo amministrativo, in particolare della politica culturale e territoriale; ha progettato e realizzato opere di architettura pubblica e privata, e collaborato negli anni sessanta all’elaborazione di alcuni piani urbanistici, tra i quali quelli di Venezia e Treviso. Il suo interesse principale riguarda i beni culturali, soprattutto lo studio e l’applicazione di metodi e strumenti per la conoscenza e la salvaguardia del patrimonio di memoria e di natura dei luoghi e per il governo delle loro trasformazioni.

Ha diretto dalla sua origine (1987) al 2009 la Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso e ne coordina le attività di studi e ricerche per il governo del paesaggio e del giardino.
Ha pubblicato saggi e articoli in varie riviste, italiane e straniere, e in numerosi atti di convegni e curato, tra gli altri, i volumi Paradisi ritrovati, Treviso-Milano 1991 (con Mariapia Cunico); Il governo del paesaggio e del giardino/Garten Landschaft Wahlverwandtschaften. Itinerario nell’area germanica, Treviso-Milano 1993; Scandinavia. Luoghi, figure, gesti di una civiltà del paesaggio, Treviso 1998 (con Luigi Latini), Premio Hanbury 1998; Luoghi, forma e vita di giardini e di paesaggi (Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino, 1990-1999), Treviso 2001, Premio Hanbury 2001; Petrarca e i suoi luoghi, Treviso 2009 (con Monique Mosser), Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” 2010.
Lavora sulle questioni dell’insediamento e della mobilità della “nebulosa insediativa” veneta, con numerose partecipazioni a convegni e pubblicazioni sull’argomento. Esercita la libera professione nel campo del disegno e del governo del paesaggio e del giardino.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply