Mistici Arpeggi – Concerto dei Solisti Veneti 2014-05-09
Time To Lose

Calendario

Mistici Arpeggi – Concerto dei Solisti Veneti

Veneto Festival 2014 – 44° Festival Internazionale G. Tartini. Mistici Arpeggi – Concerto de “i Solisti VenetiEnsemble Vivaldi” che si terrà venerdi 16 maggio 2014 alle ore 21 a Roncadelle nella Chiesa Di Santa Fosca. L’evento artistico rientra nell’ampio calendario del “Veneto Festival 2014” e vedrà protagonisti i bravi solisti dell’”Ensemble Vivaldi” de “I Solisti Veneti”, tradizionalmente composto dalle prime parti della celebre orchestra padovana. In tanti anni di attività – e proprio quest’anno si celebrano i cinquantacinque anni dalla loro fondazione.

Programma
ANONIMO “Christus vincit”
IBERT Due Interludi per flauto, violino e arpa
PARISH ALVARS Introduzione e Variazioni sulla “Norma” di Bellini per arpa sola
SPOHR Sonata in si bemolle maggiore op. 16 per violino e arpa
DONIZETTI Sonata in sol minore per flauto e arpa
SAINT-SAËNS da “Le Carnaval des animaux” “Il Cigno” per violoncello e arpa
FAURÉ “Impromptu” op. 86 per arpa sola
IBERT Trio per violino, violoncello e arpa

I Solisti Veneti” si sono infatti impegnati a diffondere la musica non solo attraverso le tanto celebri esecuzioni orchestrali che li hanno resi famosi in tutto il mondo ma anche attraverso selezionatissimi gruppi strumentali – ensembles appunto – specializzati in tutta quella musica che lungo i secoli è stata scritta per le più diverse combinazioni di strumenti. È proprio il caso del concerto di Roncadelle, ove a violino, violoncello e flauto si unisce un’arpa, per presentare un programma di autentiche rarità musicali. Ecco così che la sera del 16 maggio, dopo un raccolto omaggio alla sacralità del luogo che ospiterà il concerto – il Christus vincit che aprirà la serata – saranno eseguiti due Interludi per flauto, violino e arpa di Jaques Ibert, mentre l’arpa solista sarà protagonista delle brillanti Introduzione e Variazioni sulla “Norma” di Bellini che Elias Parish Alvars scrisse proprio per lo strumento del quale egli era grande virtuoso: l’arpa. Altro grande nome del Romanticismo mitteleuropeo (e qui si osserverà che Parish Alvars era inglese… vero che egli nacque in Inghilterra, ma pressoché tutta la sua carriera musicale si svolse nella mitteleuropa con fulcro in Vienna, dove egli era “virtuoso dell’Imperatore”!) sarà l’autore del brano successivo, Louis Spohr, del quale sarà proposta la Sonata in si bemolle maggiore op. 16 per violino e arpa poi seguita da altra sonata della stessa epoca, ma italiana, questa volta: la Sonata in sol minore per flauto e arpa di Gaetano Donizetti. Sempre ottocenteschi ma francesi furono invece Camille Saint-Saëns e Gabriel Fauré, dei quali la sera del 16 maggio verranno eseguiti rispettivamente il celebre Cigno per violoncello e arpa, tratto da quel capolavoro di ironia musicale che è Le Carnaval des animaux e l’Impromptu (Improvviso) op. 86 per arpa sola. Sarà nuovamente il genio di Ibert a concludere la serata con il vivace Trio per violino, violoncello e arpa. Un programma decisamente particolare e accattivante che sottolinea la vocazione de “I Solisti Veneti” e dell’intero “Veneto Festival” a non limitare la propria offerta culturale alle poche, famose pagine che tutti conoscono quanto invece a contemplare panorami artistici sempre più vasti e diversi, con quel profondo, vivace, creativo senso dell’arte e della cultura – ma anche dello spettacolo e del divertimento – che è proprio solo dei veri grandi artisti.

Il “Veneto Festival”, spettacolare evoluzione artistica del Festival Tartiniano, giunge quest’anno alla sua quarantaquattresima edizione, confermando la propria vocazione all’esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Nel corso dei prossimi mesi infatti il Festival presenterà al pubblico un vasto e multiforme calendario di concerti, itinerando nei luoghi artisticamente più interessanti del Veneto e delle regioni limitrofe. Le numerose manifestazioni del Festival, caratterizzate dall’esecuzione di opere celebri e amate ma anche di pagine musicali bellissime e talvolta meno note, si arricchiranno della presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati ad interpretarle per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti già di per sè eccezionale e a consolidare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, sin dalla sua fondazione ha oltrepassato le soglie del Veneto e dell’Italia per conquistarsi la più meritata considerazione fra i più prestigiosi e qualificati Festival Internazionali d’Europa.

Ingresso
Per informazioni rivolgersi a Oderzo presso Libreria Becco Giallo
(Via Umberto I,29 – tel. 0422 712472)
a Ormelle presso la Biblioteca Comunale
(Via Romana, 2 – tel. 0422 745056)
a Conegliano presso Libreria Quartiere Latino
(Via XI Febbraio, 34 – tel. 0438 411989)
e Libreria Canova (Via Cavour, 6 – tel. 0438 22680)
a Padova presso Ente Veneto Festival
(Piazzale Pontecorvo, 4/A – tel. 049 666128; info@solistiveneti.it)

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply