Musei d’estate 2010 – El día que me quieras 2010-06-27
Time To Lose

Calendario

Musei d’estate 2010 – El día que me quieras

Giovedì 29 luglio 2010 “El día que me quieras” (Quando mi amerai…)
Mirko Satto, bandoneón
Alberto Mesirca, chitarra
Inizio concerti ore 21,00

Ingresso Euro 5,00 gratuito fino ai 14 anni

Ingresso dalle ore 20,30 fino ad esaurimento posti

Info: Musei d’estate 2010 – Museo di S. Caterina

MUSEI CIVICI DI TREVISO

0422 658442 – 0422 544864

Asolo Musica Veneto Musica

Tel. 0423 950150 – Fax 0423 529890

e-mail:info@asolomusica.com

Astor Piazzolla , Joseph M. Lacalle , Mariano Mores , Astor Piazzolla , Carlos Gardel , Ángel Villoldo , Agustin Bardi , Astor Piazzolla
Tzigane Tango, Chiquilin de Bachin, Amapola, El Firulete , Milonga de l’Angel, María de Buenos Aires , El día que me quieras , Por una cabeza , El choclo , Gallo ciego , Oblivion , Nightclub 1960 , Libertango
***********************
Fisarmonicista e bandoneonista, MIRKO SATTO ha studiato fisarmonica presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto (TV) diplomandosi con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore al merito e meritando due borse di studio come miglior allievo del Conservatorio. Si è perfezionato con i maestri Sergio Scappini, Hugo Noth e Wladimir Zubitsky ed ha partecipato a numerosi seminari tenuti a Talla (Argentina) dal celebre fisarmonicista Salvatore di Gesualdo meritando il “Premio Speciale del Docente” e la borsa di studio. Inoltre si è brillantemente diplomato in oboe sotto la guida del prof. Paolo Brunello. Fisarmonicista eclettico Mirko Satto spazia con disinvoltura dal “barocco” al contemporaneo, dal varietèe francese al tango argentino adattando lui stesso pagine di autori importanti per il suo strumento.
Affianca ad una intensa attività concertistica da solista importanti collaborazioni cameristiche. Attualmente è bandoneonista del Trio de l’Angel formazione che si dedica al Tango di Astor Piazzolla e celebri autori argentini. Collabora inoltre, sempre come fisarmonicista, con l’Orchestra “Filarmonia Veneta” di Treviso con l’Orchestra “Malipiero” di Asolo (TV), con l’orchestra del Veneto Orientale, con l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza e con l’Orchestra dell’Arena di Verona. Ha inciso nel 2006 il disco Mirko Satto Classic Accordion. Ha vinto numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali di Fisarmonica tra i quali si ricordano per la loro importanza: Camalò (TV) dove la giuria gli assegna un premio speciale per la migliore esecuzione di un brano di autore italiano; Vercelli; – Erbezzo (VR); – Laives (BZ) Primo Premio Assoluto; – Camaiore (LU) Primo Premio Assoluto; – Barga (LU) vince il Premio Assoluto “La Nazione” e la giuria, inoltre, gli assegna un premio straordinario per la migliore esecuzione di un brano polifonico; – Verzuolo (CN) Primo Assoluto Trofeo Memorial “S. Seimandi”, Rassegna “I Nuovi Talenti” organizzata dal Rotary Club di Cittadella (PD). Nel 1999 è uno dei tre vincitori del Concorso “Progetto Musica” indetto dal Soroptimist International svolto tra i migliori neo-diplomati d’Italia. Ha suonato in tutta Europa, Australia e Sud America (Teatro Amazon di Manaus Brasile, International Summer Music Festival e Moreland Festival di Melbourne, The Organ of Ballarat Festival, Bendigo Festival, Murray River International Music festival Australia, ACM “Giulio Rospigliosi” (PT), Agon e Diapason di Cremona, Dietro le Quinte di Reggio Emilia, Agimus di Firenze, Asolo Musica (TV), Società del Quartetto e Amici della Musica di Vicenza, Festival di Benevento, Festival di musica da camera di Chioggia (VE), Società dei Concerti di Milano, Collegium Musicum di Latina, APT di Venezia, Amici della Musica di Messina, Ass. Musicale Melos di Ragusa, Circolo della Musica di Bologna.
ALBERTO MESIRCA si è diplomato al Biennio Esecutivo Specialistico presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto con 110, lode e menzione speciale d’onore, sotto la guida di Volpato. Ha compiuto il Konzert Examen presso la Musikakademie di Kassel, con W. Lendle, con menzione d’onore. Masterclasses con M. Barrueco, A. Diaz, A. Pierri, J. Vieaux. È stato nominato “Young Artist of the Year” ai Festival di Aalborg, Danimarca, e di Enschede, Olanda e “Rising Star” al Festival Gitarre Wien 2009. Vincitore del “Peredur Preis fuer Junge Kuenstler”, della prestigiosa “Chitarra D’oro” al Convegno di Alessandria membro del WFIMC), del Premio “Giovani talenti italiani” e della borsa di studio “D. Zambon”.
Oltre alle centinaia di concerti come solista in tutta Europa (Concertgebouw di Amsterdam, Rundetaarn di Copenhagen, Auditorium di Valencia, Teatro Regio di Parma, Palazzina Liberty di Milano, Barocksaal des Alten Rathauses di Vienna, Monastero di San Cugat di Barcellona), ha suonato con Dimitri Ashkenazy, Vladimir Mendelssohn, Martin Rummel, Marco De Santi, Matthias Schulz (Wiener Philharmoniker), Peter Giger, Winfried Rademacher, Barbara Doll, Acies Quartet.
Collabora dal 2006 con la Louis Spohr Stiftung, con il Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards e agli incontri di arte e filosofia del monastero di Camaldoli. Si è esibito per RAI, Radio3, Hessisches Rundfunk HR2, ORF, AVRO4, la televisione nazionale ungherese. Ha inciso due dischi per chitarra sola (Ikonostas e Lejanias, includendo prime assolute di pezzi scritti per lui o trovati nell’archivio di Andrès Segovia (Errimina di Padre Donostia). Ha curato la revisione e la diteggiatura di opere pubblicate da Rai- Trade, Curci, Bèrben, Musique Fabrique. Le sue incisioni delle Sonate di Domenico Scarlatti (da lui News” e “Seicorde”: per la prima volta in entrambe le collane, di cui Alberto Mesirca è tutt’ora il più giovane artista. Angelo Gilardino gli ha dedicato la Sonata Cantico di Gubbio. È in corso di pubblicazione il volume (da lui curato, con introduzione di Hopkinson Smith) contenente le Fantasie inedite di Francesco da Milano trovate nel manoscritto del 1565 di Castelfranco Veneto. È stato nominato, a gennaio 2009, assistente della cattedra di chitarra al Conservatorio di Castelfranco. È stato recentemente insignito della Chitarra d’oro 2009 come miglior giovane chitarrista dell’anno.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply