Nu fest 2009 – Padova 2009-01-17
Time To Lose

Calendario

Nu fest 2009 – Padova

NU FEST 2009 – 27 febbraio / 6 marzo / 13 marzo 2009 – Padova

Ritorna a Padova NU FEST, l’innovativo festival di Veneto Jazz dedicato alla musica elettronica. In tre giornate si schiera il meglio della scena internazionale, con djs che presentano i loro progetti a teatro e nei club, live show di musica e video, workshop dedicati al videomaking e alla storia dell’elettronica. Ospiti speciali del festival Plaid e  Mouse On Mars, i quali proporranno un progetto speciale pensato appositamente per il festival padovano.

La rassegna si articola in tre giornate (il venerdì) secondo un calendario articolato di eventi, ospitati al Teatro MPX e all’Unwound Club e, per quanto riguarda i workshop, al Palazzo Maldura dell’Università degli studi di Padova.

Venerdì 13 marzo

Palazzo Maldura, Università di Padova – ore 15.00

Workshop: “Il Moog, dagli anni ‘50 al nuovo millennio. Un viaggio in cinquant’anni  di  storia,                            dalla nascita del synth agli sviluppi più attuali.”

A cura di Enrico Cosimi

Il Moog è stato uno dei primi sintetizzatori ad essere messo in commercio. La sua importanza è assolutamente indiscussa ma spesso le nuove tecnologie ci allontanano dalle radici dei suoni che hanno reso possibile lo sviluppo di tutta la musica dei nostri tempi.

Il workshop, condotto da Enrico Cosimi, sarà un viaggio nella storia del Moog dai più vecchi modelli agli odierni sviluppi delle macchine Moog, capaci ancora oggi di competere con tanti software ed emulazioni che in molti hanno provato a mettere in commercio.

Il workshop prevede anche lo studio del funzionamento dei sintetizzatori e in aula sarà possibile sentire ed osservare il funzionamento di alcuni vecchi Moog degli anni ‘70.

Ingresso gratuito con iscrizione obbligatoria.

Teatro MPX – ore 21.00

EIVIND AARSET “SONIC CODEX” Live band (Jazzland Records – Oslo NOR)
+ opening act GIULIO ESCALONA + F.INK live & visual set (Abusers Collective – Padova IT)

Considerato uno dei più creativi rappresentanti del jazz underground scandinavo, la musica di Eivind Aarset è piena di energia ma allo stesso tempo misteriosa e decisamente contemporanea, tanto che il suo album di debutto come bandleader, Électronique Noire,  è stato descritto come “uno dei miglior album del jazz elettronico dell’era post milesiana”.  Nel disco, oltre alla chitarra, lo strumento più usato è il computer, e la gran parte dei pezzi consiste in improvvisazioni digitalizzate messi in ordine soltanto in seguito: una miscela di musica da film, musica di meditazione, moods malinconici e suoni elettronici. Nel 2001 esce Light Extracts: jazz contemporaneo, improvvisazioni audaci e ritmi della club culture europea, con suoni ipnotici e decisamente nuovi.  Sarà Connected invece a consacrarlo come una delle voci-chiave del nu-jazz europeo.

Eivind Aarset è oggi uno dei chitarristi più richiesti della Norvegia. Da anni è membro fisso del gruppo di Nils Petter Molvær, il primo a porre nella scena europea il jazz underground norvegese. Ha collaborato a molte registrazioni e con musicisti diversi come Ray Charles, Dee Dee Bridgewater, Ute Lemper, Ketil Bjornstad, Mike Mainieri, Arild Andersen, Abraham Laboriel e Django Bates, oltre che con il guru delle tastiere Bugge Wesseltoft e il nostro Paolo Fresu.  Presenta Sonic Codex, quarto lavoro da solista.

www.alwaysontherun.net/eivind.htm

www.myspace.com/eivindaarset

Ingresso: intero E13,00 – ridotto E.10,00

Unwound Club –  ore 24.00

FRANK SENT US Live set (SystemError + Clichevideo – Roma IT)

+ DEGADA SAF live set (Treviso IT)

+ IDGA live set (Abusers Collective – Padova IT)

+ ISKO dj set (Abusers Collective – Padova IT)

visuals set by BNTMRC77 (Abusers Collective – Padova IT)

Un progetto audio visivo dall’approccio multisensoriale. Musica e immagini si fondono nel live show di Frank Sent Us dove estratti di video vengono “suonati dal vivo” elaborando la sonorizzazione originale del filmato in una serie di loop ipnotici, armonizzati da tappeti sonori perfettamente in sintonia con l’immagine. I temi possono essere infiniti. Ogni sequenza video dotata di una forte musicalità può essere destrutturata e ricomposta secondo un approccio orchestrale. In particolare, l’espressività delle sequenze tratte da film culto caratterizzano e diventano le note stesse della composizione, creando un’atmosfera unica. Uno show dove si ascoltano le immagini e si guarda il suono.

Gruppo storico dell’elettronica italiana degli anni ‘80, i Degada Saf sono ritornati sulle scene nel 2006 con album e live. Il duo formato da Fausto Crocetta e Michele Piovesan riportano alla ribalta l’elettronica new wave, ambient e dance, della quale in Italia sono considerati dei precursori.

www.myspace.com/frankaudiovideo

www.myspace.com/degadasaf

www.myspace.com/abusers

Ingresso: intero E8,00, ridotto E5,00 per chi esibisce il biglietto del teatro MPX

Venues:

PALAZZO MALDURA

Via Beato Pellegrino, 1 – Padova

TEATRO MPX

Via Bonporti, 22 (zona Duomo) – Padova

UNWOUND CLUB

Via Fowst 1/3 Padova

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply