OasiEstate 2012 – Evento 2012-06-13
Time To Lose

Calendario

OasiEstate 2012 – Evento

Oasi Cervara presenta la stagione OasiEstate 2012: teatro e musica nella natura dal 15 giugno al 15 agosto. Da Parise a Camon, da Cibotto a Meneghello, da M.R. Stern a Zanzotto, da Pascutto a Saviane fino ad arrivare alla nuova generazione: Carlotto, Bettin, Malagutti, Trevisan, Scarpa. Sono gli scrittori veneti a dar voce a questa Terra fatta di storie, persone e luoghi.
E sono gli scrittori veneti, nel loro mettere al centro la terra delle loro radici a ispirare la rassegna di Oasi Notte, descrivendone il luogo dell’essere con un passato e un quotidiano e molti dubbi di futuro. Se lo scritto alimenta nuovo senso di appartenenza, l’arte scenica rappresenta l’occasione di conoscenza dei racconti di chi legge e scrive la comunità, disegna una mappa di scoperte e relazioni.
Attraverso la rilettura, o meglio il riascolto del rapporto tra uomo e luogo, testimonianze appartenenti ad una tradizione letteraria che ha lasciato in eredità alle generazioni successive un “tesoro” culturale di una certa importanza, la proposta artistica di Oasi Notte, può aiutarci a capire come si deve o per meglio dire, dovrebbe rapportare l’uomo d’oggi con il territorio in cui vive in cui sono avvenuti e analizzare questi mutamenti attraverso la lettura delle opere. è giusto dunque non stancarsi mai di sottolineare il prezioso contributo offerto dal connubio instaurato tra geografia e letteratura.

Cartellone 2012 di Oasi Cervara

Venerdì 15 Giugno ore 21.00, Contrappunti con Andrea Lombarini trio in collaborazione con Silejazz
E’ uno degli spazi naturali più emozionanti dell’Oasi quello che ospita Andrea Lombardini, bassista elettrico trevigiano, distintosi come uno dei più interessanti solisti a livello nazionale. Vanta collaborazioni con musicisti importanti come Gianluca Petrella, Steve Cardenas, Pietro Tonolo, Dan Kinzelman e Bob Bonisolo. Compagni di viaggio nel nuovo progetto sono il giovane batterista Emanuele Maniscalco, già affermato in ambito nazionale, e il torinese Paolo Porta, uno dei tenoristi più interessanti della nuova generazione.

Venerdì 23 giugno alle 21.00
Birt All’inferno di Romano Pascutto con Sandro Buzzati
Raccolti fra la sponda accogliente del Sile e l’edificio della vecchia centrale idrica, fra lucciole e voli di aironi, una storia inusuale, affidata all’amara ironia di Romano Pascutto e raccontata magistralmente da Sandro Buzzati.
Birt, nella vita passatore lungo la Livenza sonnolenta, aiuta Caronte a traghettare le anime nell’aldilà; lo inizia all’ebbrezza del tocai, lo provoca e lo sfida, prima di passare all’altra riva come ogni mortale: su quel confine di barche e parole passano conoscenti ed estranei che della vita portano i segni.

I barcaioli aspettano il pubblico, si sale in barca Venerdì 29 e sabato 30 giugno 02 Luglio alle ore 20.45 chiamati a vivere un’esperienza di immersione nella natura della palude dell’oasi e di scoperta delle arti sceniche: la danza, la narrazione, la musica.

Il Bacio: nell’acqua virgole di fuoco da Sillabari di Goffredo Parise di FUCINA DEL CORAGO con Viviana Ferruzzi -Marco Fornaia- Riccardo Carli – Marta Frigo
“Un giorno d’estate una donna di cinquant’anni con un bellissimo nome greco passò accanto a un fiume e guardando un prato di erba alta con pioppi di là dell’acqua ricordò un bacio”.
E’ Parise a guidare i passi dell’allestimento, con i suoi personaggi, luoghi e situazioni che potrebbero vivere ovunque, tanto universale è il loro esistere, tanto indefiniti e vaghi appaiono nella loro pur minuziosa descrizione e nel loro passaggio attraverso il racconto.
Lo spettacolo è riservato a 20 persone per ciascuna serata.
“Lasciamo che siano le terre i campi le cave le case a guardarci, a raccontare chi eravamo e come siamo diventati” (G. Mazzotti). Ispirato dagli scritti e dalla caparbietà di Giuseppe Mazzotti nella difesa del territorio Sabato 7 luglio ore 21.00 Lo Stivale Di Cemento di Alessandro Franceschini con Valentina Baronetto e Dante Bottega.
Lo spettacolo, portato in giro negli ultimi anni con il titolo CAVE! indaga i danni provocati a un territorio sfruttato e parcellizzato da costruzioni, capannoni, cementificazioni. Un territorio dove c’erano prati, campagna e natura e dove adesso, invece, troneggiano le cave, buchi nel suolo che sembrano tanti occhi azzurri se visti dall’alto perchè, una volta esauriti, vengono riutilizzati e trasformati in laghetti.

Il palco dell’Oasi si sposta per una sera nel laghetto in riva al Sile nella zona del Piazzale degli Alpini di Quinto
Sabato 14 luglio ore 21.00 con E’ Arrivato Un Bastimento dei Barbapedana
Uno sguardo sulle musiche e le culture che hanno popolato l’America nel secolo scorso, immaginando una nave, anzi è forse più appropriato chiamarlo un “bastimento” carico di umanità varia che sbarca a New York: veneti, italiani, irlandesi, scandinavi, ebrei, slavi, russi, spagnoli, greci, turchi… che si incontrano e si incrociano per la prima volta, tra paure e diffidenze reciproche, tra speranze e solidarietà.
Arrivati negli States si mescolano alle etnie di altri continenti: africani, latinoamericani, armeni, caucasici, cinesi… Musiche venete, italiane, slave, russe, ebraiche, greche, armene, ma anche latinoamericane ed infine il blues dei neri americani, proposte in forma libera, a volte mescolate anche liberamente tra loro, in una specie di juke-box multiculturale…

Sabato 21 luglio ore 21.00 è La Piccionaia con Titino Carrara e per la regia di Laura Curino che presenta La terra della mia anima di Massimo Carlotto
La storia romantica e commovente di Beniamino Rossini, gentiluomo di malavita: il carissimo amico che Massimo Carlotto aveva già trasformato in uno dei protagonisti della serie l’Alligatore. Una storia di contrabbando e rapine, dal Libano a Malta, da Venezia alla Spagna, alla Croazia, amicizie e amori, tradimenti e passioni politiche come in una sequenza da film. Dura: perchè la vita del criminale è dura. Divertente: perchè Beniamino Rossini è uomo di estro e coraggio che dalla passione trae il gusto e l’arte di inventare la vita.

Una produzione realizzata esclusivamente per l’Oasi Cervara Sabato 28 luglio ore 21.00 UN Violino Nella Notte ispirato a Stabat Mater di Tiziano Scarpa recitato da Carla Manzon accompagnata dal violino di Francesca Zanatta.
Di giorno Cecilia suona il violino nell’orchestra dell’orfanotrofio, anonima creatura invisibile dietro le grate metalliche della chiesa. Di notte scrive lettere alla madre
che non ha mai conosciuto. Ma un vento primaverile potrebbe scompaginare la sua vita, e i polverosi spartiti delle giovani musiciste: è arrivato un nuovo insegnante di violino e maestro compositore. Ha i capelli colore del rame, il suo nome è Antonio Vivaldi.

E infine la Festa Di Ferragosto lunedì 15 Agosto che tradizionalmente chiude la programmazione serale dell’Oasi con una originale cena in riva al fiume.

Saranno le parole di Vasco Mirandola e le musiche di Flavio Costa usando storie, poesie, racconti di “scrittori con la passione per il cibo” a mettere in scena RISI & CIBI – Divertissement letterario sul cibo …il riso è un cibo ma anche un modo per divertirsi, quel che hanno in comune è che entrambi nutrono.
Il pubblico è il cliente, l’attore lo chef e il musicista…è il musicista…. Mescolando sapientemente il nutrimento per il corpo e per l’anima, la cena in riva al Sile si propone come una serata di buon gusto, raffinata, appetibile, di facile digestione… alle 20.00 un aperitivo per il palato e uno per l’udito alle 20.30 una cena di parole e alle 21.30 il risotto finalmente!

Tutti gli spettacoli in Oasi Cervara sono riservati ad un pubblico ridotto, per consentire di condurlo a ritrovare un pensiero, un modo di stare insieme, un luogo dell’ascolto e dell’attenzione, lontano dai centri abitati, lontano dalle luci cittadine, lontano dagli schermi usuali ma anche e soprattutto per consentire a Martino e agli altri abitanti di Oasi di sentirsi in accolti, non spodestati.

Le Favole a Merenda della domenica pomeriggio iniziano alle 16.30 e propongono, oltre alle storie, una merenda in compagnia organizzata con “La Casa di Michela”, cooperativa sociale di Santa Cristina di Quinto.

Domenica 22 luglio ORE 16.30 Aria Di Storie con IL Libro Con Gli Stivali
Due simpatici imbonitori di piazza, presentano l’ultimo ritrovato della scienza: delle “bottigliette piene d’aria”… Ma mica aria qualsiasi! Ogni bottiglietta contiene un’aria speciale che porta con sé storie d’uomini coraggiosi, giganti, animali parlanti e paesi lontani. Ci sono bottigliette di misure diverse, colori diversi e le storie che contengono potranno sorprendere, emozionare e divertire. L’aria c’è ma non si vede e queste storie vivono nel momento in cui vengono raccontate e continueranno ad esistere finchè qualcuno darà loro voce. Saprai resistere o comprerai anche tu una delle loro “bottigliette piene d’aria”?

Domenica 29 luglio ore 16.30 La Ballata Del Pesciolino D’oro La decrescita raccontata ai bambini con Codice A Curve
Una casetta piccina piccina sorge davanti all’Oceano. Dentro ci abitano un uomo, Giobbe, e una donna, Casimira, né vecchi né giovani, marito e moglie. Una mattina, dopo aver come al solito impugnata la canna da pesca Giobbe, pesca un pesce! Un pesce davvero molto piccolo, quasi minuscolo, ma tutto d’oro! Però questa non è l’unica particolarità di quel pesciolino speciale: sa anche parlare e fa le magie. E così la casetta diventa una villa e poi un palazzo. ma davani alla casa che cresce Giobbe e Casimira smettono di parlarsi e di volersi bene. Le cose e le case valgono forse più delle persone? Scopriamolo insieme…

Domenica 5 agosto ore 16.30 Sorsi Di Fiaba di Maga Camaja
Fiabe, favole, filastrocche, racconti e chi più ne ha, più ne metta! Una maratona emozionante per tutti coloro che hanno ancora voglia di volare con la fantasia. Un incantevole girotondo di racconti, fiabe e leggende per far sognare grandi e piccini. Un narratore racconta brevi e divertenti filastrocche, fiabe e leggende utilizzando diverse tecniche teatrali che vanno dal micro teatro, al teatro di figura (pupazzi, burattini), al teatro d’attore. Lo spettacolo è ricco di ritmo e poesia. Il magico susseguirsi di personaggi ed oggetti scenici, nati e usciti dai libri, colpisce non solo l’immaginario dei bambini, ma anche degli adulti.

Domenica 12 agosto ore 16.30 Il Cammino Del Mondo delle Pagine Randagie
Lettura di storie da tante parti del mondo,
storie di cammini e di giardini,
di risate e animali.
Storie di qui e là,
di ora e di altrove
Storie nate da un’emozione
e cresciute con la libertà
Storie con note e strumenti
che raccontano vite vicine e lontane.
Pagine Randagie è il lato vagabondo della Libreria dei ragazzi Il treno di Bogotà,. Prima e unica libreria specializzata della provincia di Treviso, il treno di Bogotà è stata insignita del Premio Andersen 2008 come miglior Libreria per Ragazzi d’Italia.

Per informazioni tel. 0422 23 815 www.oasicervara.it eventi@oasicervara.it
informazioni per la stampa Antonella Della Giustina
eventi@oasicervara.it – Tel 335 1248514

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply