Open Day al Conservatorio Steffani – Castelfranco 2012-05-07
Time To Lose

Calendario

Open Day al Conservatorio Steffani – Castelfranco

Open Day al ConservatorioSteffani” di Castelfranco Veneto. Sabato 19 maggio 2011 dalle 10 alle 23. Il conservatorio Agostino Steffani apre per la prima volta le porte alla città; musica, conferenze, visite, approfondimenti. Free entrance. Non una maratona. Non una kermesse. Non solo musica, soprattutto. L’Open Day al Conservatorio Agostino Steffani, programmato per il prossimo 19 maggio, è una festa soprattutto.
Della musica e delle persone, dei musicisti, degli studenti e di tutti gli appassionati che avranno modo di conoscere l’offerta musicale del Conservatorio, visitare la sede di Villa Barbarella dopo il recente restauro, ascoltare performance musicali dal reeprtorio antico sino al jazz, parlare con insegnanti, studenti,capire anche le ragioni della musica ma anche alleggerire il tradizionale concetto di repertorio classico declinandolo attraverso i diversi generi, ma anche aprendolo a repertori altri.
Le scuole, durante la mattina di sabato 19 maggio saranno coinvolte, nella sede del Chiostro dei Serviti, in laboratori e performance alla scoperta degli strumenti musicali.
Il pomeriggio invece, dalle ore 14, tutti gli happening si svolgeranno a villa Barbarella con performance in giardino ( concerti spot da 10 minuti nei diversi luoghi e maratorne strumentali nelle diverse aule) e il tradizionale concerto dei Sabati in Villa alle 17. Importante momento d’incontro sui temi della riforma dell’educazione musicale alle 16 con il Question time, confronto pubblico tra il direttore Paolo Troncon e studenti e docenti privatisti.
Alle ore 18.45 si avrà il momento ufficiale in cui il Conservatorio incontrerà la città e le autorità; con l’occasione verrà presentato anche un libro su Agostino Steffani, il compositore italiano della seconda metà del XVII secolo cui il Conservatorio castellano è intitolato.
Al tradizionale contenitore di concerti, lezioni aperte, mostre, eventi culturali, il Conservatorio affianca quest’anno un’inedita conclusione in jazz. Protagonista il nuovo dipartimento del Conservatorio, che concluderà la giornata con una jam session serale in giardino.

Info ufficio stampa: Otiumpress

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply