Phada Murgania ’08- personale di ANNALÙ 2008-03-19
Time To Lose

Calendario

Phada Murgania ’08- personale di ANNALÙ

Phada Murgania 2008 Mostra personale di ANNALÙ – “Ascension”
Ex Chiesetta di Sant’Antonio – Spazio Culturale, Badoere (TV) / Dal 5 al 27 aprile 2008
Autore: Annalù
Titolo: Ascension
Sede: Ex Chiesetta Sant’Antonio – Spazio Culturale Badoere di Morgano (TV)
Date: dal 5 al 27 aprile 2008 / Vernice: sabato 5 aprile 2008, ore 18.00
Curatore: Carlo Sala Assistente curatore: Mafalda Susin
Testi Catalogo: Mafalda Susin, Carlo Sala
Orari: il sabato dalle 15 alle 19; la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.
Evento promosso da: Pro Loco del Comune di Morgano, con il patrocinio del Comune di Morgano e il sostegno di Tecnogamma

Info: 389/0547459
phadamurgania@prolocomorgano.it;
www.prolocomorgano.it

La mostra personale di Annalù, intitolata “Ascension”, è il primo appuntamento dell’edizione 2008 della manifestazione “Phada Murgania” che sarà di scena presso l’Ex Chiesetta di Sant’Antonio a Badoere (TV), a cura di Carlo Sala. Una serie di appuntamenti che vedono alcuni artisti contemporanei dialogare con la location settecentesca in un percorso espositivo che vuole creare suggestioni tramite l’incontro tra i loro lavori e gli spazi della chiesa sconsacrata.
Gli altri appuntamenti successivi vedranno la mostra personale di Dania Zanotto (dal 31 maggio al 15 giugno) e quella di Emilio Pian (dal 20 settembre al 5 ottobre).

Annalù è un’artista eclettica sia nei mezzi espressivi, che nelle poetiche trattate. Nella mostra di Badoere si possono vedere opere legate a esigenze installative unite a lavori ancora dal sapore pittorico.
In esse comunque vi sono dei punti di unione netti, specie sul piano contenutistico. Annalù con il suo sguardo d’artista pone attenzione alle trasformazioni, mutazioni ed ai percorsi in genere.
Anche nel ciclo di lavori di matrice mitologica, esposti nella rassegna, la figura di Icaro è rappresentata in un istante in cui non vi è una stabilità accentuata, ma un continuo senso di divenire. Tutti i suoi lavori hanno una sorta di dinamismo sia visivo che ideale che sottende le opere. Varie le versioni di Icaro in cui si può notare la trasposizione della sembianze dell’autrice, in un rapporto empatico con il personaggio mitologico.
In mostra installazioni dotate di grande leggerezza, che bene si inseriscono nel contesto storico. Alcune hanno una componente culturale, con chiari rimandi e valori simbolici. In altre, come Fun-go, fin dal titolo stesso si evince il senso ludico dell’opera.
Nel lavoro di Annalù per tecnica e tematiche si fondono culture e pensieri che esulano dalle sole arti visive, mediante una sensibilità aperta alle varie contaminazioni. L’interesse per discipline antiche si fondono ad una concezione del presente per giungere ad una raffinata sensibilità contemporanea che guarda all’oggi senza paura degli echi del passato.

Pagine: 1 2

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply