Salotto Musicale 2013 – Concerto 2013-03-01
Time To Lose

Calendario

Salotto Musicale 2013 – Concerto

Salotto Musicale 2013; Dalla “Celeste Aida” del soprano Maria Chiara alle confessioni tra musica e amori di Stefano D’Orazio. Da venedì 8 marzo torna all’auditorium Stefanini di Treviso la rassegna di concerti-incontro sotto il segno dell’A.Gi.Mus. Entra nel terzo anno di attività il Salotto Musicale di Treviso, concerti-incontro ideati e organizzati dal direttore d’orchestra Stefano Mazzoleni con la collaborazione della giornalista Cristiana Sparvoli in cui i protagonisti si raccontano al pubblico.

Anno che segna una svolta per la rassegna, con il passaggio di mano nell’organizzazione da Dolomiti Symphonia all’A.Gi.Mus (Associazione giovanile musicale), realtà nazionale ora rappresentatain provincia di Treviso dal maestro Mazzoleni. Dopo il prologo rossiniano a gennaio, al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto, il Salotto riapre le porte ai suoi ospiti all’auditorium Stefanini di Treviso da venerdì 8 marzo e per altri sei appuntamenti (con inizio alle 21, eccetto la domenica 21 aprile) fino a giovedì 9 maggio.

La festa della donna è stata scelta non a caso per l’inaugurazione della nuova stagione, poichè il grande talento femminile nella musica sarà celebrato con un omaggio al soprano Maria Chiara.
Nata ad Oderzo nel 1939, la grande cantante ha avuto come partner artistici i più importanti protagonisti della scena lirica mondiale: dalla Desdemona di “Otello” al fianco di Mario De Monaco all’Aida che nel 1985 inaugurò la stagione del Teatro alla Scala con la direzione di Maazel e Luciano Pavarotti nel cast.

Maria Chiara è stata per ben sette stagioni (fino al 1992) la “Celeste Aida” dell’Arena di Verona. Solitamemente schiva e lontana dalle scene da anni, Maria Chiara ha eccezionalmente accettato di ritornare, per una sera, sotto i riflettori per ripercorrere la sua straordinaria carriera artistica, lasciata per intraprendere l’insegnamento del canto e formare nuove generazioni di talenti lirici, e sarà intervistata da Cristiana Sparvoli. La conversazione sarà preceduta e seguita da celebri arie verdiane (nel bicentenario della nascita del maestro di Busseto), eseguite dal soprano Sandra Foschiato e dal baritono Eugenio Leggiadri, accompagnati al pianoforte dal maestro Gianni Cappelletto.

Si prosegue venerdì 22 marzo con “Di addii e lontananze. Viaggio sentimentale nella musica vocale russa tra ‘800 e ‘900”.
Una serata con Rubinstein, Cajkovskij, Rimski-Korsakov, Rachmaninov e Shostakovich eseguiti al pianoforte da Guido Galterio e dalla voce del soprano Jolanta Stanelyte.

Il Salotto cambia completamente registro venerdì 29 marzo, per confermare la sua vocazione all’eclettismo musicale, con il concerto-incontro “Broken Poets. Per chi scrivono i poeti”. Una riflessione sullo stato della produzione poetica in Italia anche come espressione della realtà sociale e collettiva.
Le note di celeberrimi songwriter come Tom Waits e Lou Reed – proposte da Ricky Bizzarro chitarra e voce, Edu Hebling contrabbasso, Riccardo Grosso armoniche blues, Moreno Marchesin batteria e percussioni – si alterneranno alla conversazione con i poeti Lello Voce, Paolo Ruffilli, Gigi Miracol e altri autori.

Venerdì 5 aprile l’appuntameno è con “Hariclea Darclée. Lirica dal “Belcanto” al moderno”Verismo””. Sul palco Antonia Emanuela Maria Palazzo, soprano, e Paolo Scibilia al pianoforte, componenti del Duo Darclée, dedicato al soprano rumeno (1860-1939) noto quale primo interprete di “Tosca”.

Il 12 aprile altro cambio di genere con “Duke Ellington, tributo ad un protagonista del grande jazz”. A ripercorrere le atmosfere del “Duca” ci sarà un sestetto: Piergiorgio Caverzan alto sax e clarinetto; Alberto Vianello sax tenore; Maurizio Scomparin tromba; Nicola Dal Bo pianoforte; Nicola Bortolanza contrabbasso; Francesco Franzoi batteria. Il ruolo di Ellington nella storia del jazz sarà affrontato nella conversazione con Francesco Sorrenti. “All’operetta!”, selezione di arie e duetti dai più famosi titoli della “piccola lirica” è il tema proposto domenica 12 aprile alle 17 con Andrea Binetti comico e tenore, Annalisa Massarotto soprano e Federico Brunello al pianoforte.

Per chiudere la rassegna di primavera, Cristiana Sparvoli e Stefano Mazzoleni hanno scelto di invitare un protagonista della canzone italiana: Stefano D’Orazio ex batterista dei Pooh, autore di un’autobiografia che racconta quarant’anni di carriera, una vita decisamemte eccezionale sul palco e dietro alle quinte. Uscito lo scorso dicembre (a febbraio è già stata pubblicata la seconda ristampa dall’editore Kowalski) il libro “Confesso che ho stonato. Una vita da Pooh” giovedì 9 maggio diventa il concerto-incontro “Dal Beat al Pop”, in cui D’Orazio si racconta intervistato da Giò Alajmo e Cristiana Sparvoli, con la partecipazione di Paolo Baruzzo di Radio Bella & Monella, alternando le parole alle canzoni del cuore del musicista romano, eseguite unplugged dal trio Massimo Fantinelli (basso), Gigi Tempesta (chitarra) ed Enzo Di Staso (chitarra).

Come è buona abitudine del Salotto Musicale, al termine di ogni serata gli artisti, gli ospiti e il pubblico brinderanno con il Prosecco Doc di Viticoltori Ponte, la storica cantina di Ponte di Piave impegnata a sostenere le iniziative culturali del territorio e “mecenate” della rassegna, a cui offrono il loro contributo anche Piola Pizzeria, Ristorante Colombo Cafè e Fabio Marcon global family banker di Banca Mediolanum.
Il biglietto d’ingresso resta immutato: 10,00 euro intero e 7,00 ridotto; la prevendita è aperta a “La Musicale” di via Toniolo 35 a Treviso (tel. 0422.591886).
Informazioni e prenotazioni tel. 392.5206701; e-mail treviso@salottomusicale.it; www.salottomusicale.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply