Sapore e suggestioni del Rum al ristorante Busatto di Quinto 2009-01-28
Time To Lose

Calendario

Sapore e suggestioni del Rum al ristorante Busatto di Quinto

La Distilleria Bonaventura Maschio di Gaiarine (Tv), nota per l’acquavite d’uva Prime Uve, organizza una ricercata degustazione di rum c/o il ristorante Busatto , condotta dal “filosofo del gusto” Michele di Carlo

Alcuni rum di fama mondiale, tra cui anche il Rum Cubaney, importato dalla Bonaventura Maschio, saranno al centro di un’affascinante analisi sensoriale questa sera al Ristorante Busatto di Quinto di Treviso che rievocherà la memoria e le atmosfere dei luoghi dove nasce il rum, aprirà le porte della fantasia e dell’immaginazione, ma anche dei ricordi e delle passioni, grazie ai raffinati sapori del prezioso distillato, leggermente abboccato e setoso, che si concede affascinante a chi ha la pazienza di volerlo conoscere e gustare fino in fondo.

Complice e veicolo di questa esperienza la musica della polistrumentista  Maria Giovanna Argento, che accompagnerà e guiderà la degustazione, aiutando a far emergere le peculiarità di ogni singolo rum, suscitando o rafforzando emozioni e percezioni, provocando reazioni nell’anima, per un’esperienza indimenticabile.

A far da contorno l’avventuroso racconto della storia della bevanda, fatta di viaggi, di conquiste e scoperte.


Il primo uomo che legò il suo nome al rum fu Cristoforo Colombo. Sappiamo infatti che durante il suo secondo viaggio, nel 1493, la flotta aveva a bordo coltivatori di canna da zucchero provenienti dalle Canarie: proprio loro, dopo lo sbarco, ne piantarono alcuni ceppi nell’isola di Hispaniola. Da qui iniziò il lungo percorso della bevanda, ottenuta proprio dalla fermentazione della canna da zucchero, che si diffuse tra le popolazioni delle colonie con diversi nomi.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – Cell. 335.62.600.31

Come Arrivare:
da Treviso, montate sulla Noalese in direzione del paese di Quinto, superato l’aereoporto Canova di Treviso scorgerete il ristorante Busatto alla sinistra

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply