Sillabari – Castrum di Serravalle 2012-09-25
Time To Lose

Calendario

Sillabari – Castrum di Serravalle

Sillabari; dentro la poesia di Goffredo Parise con Gianluca Jean Cerioni, Egon Gorghetto, Michela Pontello, Claudia Rinaldi, Stefano Vazzola e Livio Vianello. L’Accademia del teatro in lingua veneta, diretta da Luisa Baldi, presenta sabato 29 settembre alle ore 21.00 presso la Sala Verde del Castrum di Serravalle a Vittorio Veneto in via Roma 21 la rappresentazione finale del 16° master tenutosi dal 24 al 29 settembre e dedicato alla poesia e in particolar modo alla lettura dei “Sillabari” di Goffredo Parise, scrittore, giornalista giramondo, sceneggiatore, saggista e poeta veneto.

“Nella vita gli uomini fanno dei programmi perché sanno che, una volta scomparso l’autore, essi possono essere continuati da altri. In poesia è impossibile, non ci sono eredi. Così è toccato a me con questo libro: dodici anni fa giurai a me stesso, preso dalla mano della poesia, di scrivere tanti racconti sui sentimenti umani, così labili, partendo dalla A. e arrivando alla Z. Sono poesie in prosa. Ma alla lettera S, nonostante i programmi, la poesia mi ha abbandonato. E a questa lettera ho dovuto fermarmi. La poesia va e viene, vive e muore quando vuole lei, non quando vogliamo noi non ha discendenti. Mi dispiace ma è così. Un poco come la vita, soprattutto come l’amore”. (Goffredo Parise – I Sillabari – Gennaio 1982)

Il master è stato tenuto da Carla Stella, nota attrice di teatro, cinema e televisione, con l’intervento anche di Luciano Cecchinel, il poeta di Revine Lago che Andrea Zanzotto considerava il suo erede poetico.
Sabato sera Gianluca Jean Cerioni, Egon Gorghetto, Michela Pontello, Claudia Rinaldi, Stefano Vazzola e Livio Vianello si esibiranno in una serie di letture tratte dai “Sillabari” di Goffredo Parise. Insieme a loro verranno presentate le riprese cinematografiche di attori e personaggi importanti della cultura (Milena Vukotic, Antonia Arslan, Vasco Mirandola, Giorgio Marchesi, ecc) che leggono estratti dai “Sillabari”, parte di un progetto promosso e realizzato qualche tempo fa da Carla Stella.

“La poesia spesso non si legge perché non si comprende, perché è complessa o troppo elevata per la nostra cultura. Quello che conta è riuscire ad avvicinarsi alla tradizione della poesia, come ci si avvicina ad uno strumento riconoscendo le note, le chiavi, le tonalità.
Si inizia a leggere ad alta voce per vedere in che modo le parole fanno effetto, non solo su di noi, ma anche sugli altri; come nella musica, gli altri diventano una cassa di risonanza di quello che suoniamo. Così nella lettura ad alta voce gli altri diventano una cassa di risonanza delle parole che leggiamo. “ (Carla Stella)

Ingresso libero
Prenotazione consigliata

Info e prenotazioni:
Amici del Castrum
Accademia del teatro in lingua veneta
tel 0438/57179 cell. 348/4238334 – 347/9756989
infoe fonte: www.accademiateatroveneto.it direzione@accademiateatroveneto.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply