Teatro Accademico – Tramonto 2009-09-26
Time To Lose

Calendario

Teatro Accademico – Tramonto

Teatro Accademico Castelfranco Veneto – Spettacoli di Prosa
21 e 22 gennaio 2010 – 20.45
Teatro Stabile Del Veneto – Teatri Spa
La Contrada – Teatro Stabile Di Trieste
con la distribuzione di Arteven
Circuito Teatrale Regionale
Tramonto
di Renato Simoni
regia di Damiano Michieletto
scene e costumi di Paolo Fantin
con (tra gli altri) Dorotea Aslanidis, Nicoletta Maragno,
Giancarlo Previati, Massimo Somaglino e altri sei attori
siamo in un paese del Veneto, di cui è sindaco il conte Cesare, autoritario ed egoista in casa come fuori. La sua volontà è la sola che conti, per cui le sue decisioni non ammettono obiezioni di sorta. Si sente superiore in tutto, anche nell’ambito della morale, motivo per cui rifiuta al povero Marasca il posto di maestro comunale, perché colpevole di aver tollerato troppo a lungo in casa la moglie adultera prima di scacciarla. Allora questi gli rivela che anche lui, vent’anni prima, avrebbe dovuto fare la stessa cosa. La rivelazione lo ferisce nel profondo, distruggendo la sua sicurezza e il suo orgoglio. Comincia allora ad indagare con allusioni e sottintesi per conoscere la verità, finché la moglie Eva, uscendo dal suo stato di soggezione, confessa di aver cercato l’amore in un altro uomo poiché nel marito aveva trovato solo un tiranno. Cesare cerca allora sostegno nella vecchia madre e si sforza di cambiare atteggiamento verso gli altri: ma oramai tutto è inutile, continuare a vivere per lui non ha alcun senso.

Dopo Nina, no far la stupida di Arturo Rossato e Gian Capo prodotto nel 2006, la felice edizione di Quando al paese mezzogiorno sona di Eugenio Ferdinando Palmieri nel 2008 e il riallestimento de La base de tuto di Giacinto Gallina, prosegue dunque l’impegno a ridare voce al migliore repertorio teatrale veneto: nessun intento nostalgico, ma la necessità di valorizzare le punte di eccellenza della drammaturgia veneta per restituire vita sul palcoscenico ai moltissimi testi (poco o mai rappresentati) che costituiscono non solo il patrimonio di una antica tradizione teatrale, ma soprattutto hanno la forza e la vitalità per continuare a parlare, divertire ed emozionare gli spettatori contemporanei.

Damiano Michieletto, veneziano, si è diplomato in regia teatrale presso la Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano e si è laureato in Lettere moderne presso l’Università “Cà Foscari” di Venezia. Le sue esperienze registiche iniziate all’interno della scuola milanese sono continuate sia nella prosa sia nella lirica. Nella prosa ha diretto La Betia di Ruzante per la compagnia Ar.Co di Venezia, I dialoghi ruzantiani per la Compagnia Avogaria, Una ballata del mare salato per la Compagnia Piccionaia-Carrara, il monologo L’ultimo volo interpretato da A. Albertin e il monologo Il Friuli di Pasolini interpretato da L.Altavilla. Ha diretto Amadeus di P. Shaffer presso il Teatro Franco Parenti di Milano. Ha lavorato per il Teatro Stabile del Vento dirigendo Quando al paese mezzogiorno sona di E. F. Palmieri e Nina, no far la stupida assieme a P.Donin. Nella lirica ha debuttato nel 2003 con Svanda Dudak al Wexford Festival Opera (allestimento vincitore dell’Irish Time Award come Best Opera 2003). Nel 2004, per il Rossini Opera Festival, ha firmato la regia de Il trionfo delle belle di S.Pavesi e Il piccolo spazzacamino per il Luglio Musicale di Trapani. Nel 2005 ha firmato la regia de Il barbiere di Siviglia a Firenze (Maggio Formazione) e di Falstaff con l’English Touring Opera. Collabora abitualmente con l’Orchestra Verdi di Milano con la quale ha realizzato numerosi spettacoli per bambini. Per la stagione 2005/6 ha messo in scena il musical di M.Tutino La bella e la bestia al Teatro Comunale di Modena e in estate la produzione Il barbiere di Siviglia è stata in tournée a Shanghai. Ha lavorato negli USA per la Yale Opera presso la Yale University (L’impresario in angustie, Cimarosa) ed ha lavorato in Spagna al Festival Mozart de La Coruña dove ha messo in scena Il dissoluto punito di R.Carnicer. Per l’edizione 2006 del Pergolesi Spontini Festival ha messo in scena Li finti filosofi, farsa musicale di Spontini in ‘prima’ moderna. Nel 2007 ha diretto L’italiana in Algeri al Teatro Olimpico di Vicenza ed è tornato al Rossini Opera Festival con La gazza ladra. Per questa produzione ha vinto il Premio nazionale della critica musicale “Franco Abbiati” 2008. Recentemente ha lavorato al Teatro Carlo Felice di Genova curando la regia de Il cappello paglia di Firenze di Nino Rota, ha diretto il musical Jackie O. di M.Daugherty per il Teatro di Lugo di Romagna e il Comunale di Bologna, Il paese del sorriso al Festival dell’Operetta di Trieste, Lucia di Lammermoor al Teatro dell’Opera di Zurigo, Romeo et Juliette, al Teatro La Fenice, Il ratto del serraglio al Teatro San Carlo di Napoli.
Teatro Accademico Castelfranco Veneto – Spettacoli di Prosa
Segreteria tel. 0423 735660 – Biglietteria tel. 0423 735600
e-mail: teatro@comune.castelfranco-veneto.tv.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply