Teatro – Arti Inferiori al MPX: Padova 2014-11-03
Time To Lose

Calendario

Teatro – Arti Inferiori al MPX: Padova

Programma della rassegna Arti Inferiori 2014/2015 Rassegna teatrale al MPX Multisala Pio X di Padova.

Sono molti e interessanti i protagonisti di questa tappa 2014/15 di Arti Inferiori. Un mito musicale, un grande pittore italiano, un reduce della Prima guerra mondiale, una giovane partigiana morta per la libertà, una metafora della vita, un poetico rifiuto del denaro che fa girare il mondo, il sogno americano con le sue contraddizioni, un’umanità che attende la propria occasione di vita. Fili che si intrecciano a restituire uno sguardo sulla migliore produzione teatrale contemporanea che trova casa al Teatro Mpx.
Il calendario degli spettacoli è arricchito da Palcoscenico Cinema che comprende proiezioni di film con incontri con protagonisti della rassegna, dagli incontri con gli artisti presso la Feltrinelli nell’ambito di Palcoscenico Libri e da Contropalco, una serie di incontri, attività e dibattiti a corollario degli spettacoli teatrali. Inoltre, torna anche in questa edizione Swaparty Inferiori scambio di idee, libri, cd e vestiti, in collaborazione con Swap Padova e Progetto Giovani: appuntamento dedito al sociale, all’etica e alla buona pratica! MPX è fucina di idee e scambi, diventa luogo ideale e di riferimento per tutti coloro che vogliono reinventarsi… e riciclarsi!

spettacoli: ore 21.00

6 novembre 2014
Fondazione Teatro dell’Archivolto
Beatles Submarine

Con: Neri Marcorè e la Banda Osiris (Carlo Macrì, Gianluigi Carlone, Roberto Carlone, Sandro Berti)
Uno spettacolo/concerto che esplora l’universo della più leggendaria band beat/pop/rock di sempre. Un Magical mystery tour che raccoglie e reinventa suggestioni, musiche, frammenti biografici, canzoni e racconti dei favolosi Beatles.

27 novembre 2014
Teatro dell’Argine
Un Bés – Antonio Ligabue

Con: Mario Perrotta
Progetto Ligabue primo movimento
Premio Ubu miglior attore protagonista 2013
Premio Hystrio-Twister 2014
Primo di tre movimenti che ruotano intorno alla figura di Antonio Ligabue e al suo rapporto con i luoghi che segnarono la sua esistenza e la sua creazione artistica: la Svizzera, dove nacque e visse fino ai 18 anni; il territorio di Gualtieri (RE), sulle rive del Po; le sponde reggiane e mantovane dello stesso fiume Po, dove produsse gran parte dei suoi quadri e delle sue sculture. Il racconto del conflitto a tre tra lo svizzero Antonio Ligabue, il suo paesaggio interiore e il paese di Gualtieri sulle rive del Po. Una riflessione sulla solitudine dell’uomo Ligabue, sul suo stare al margine, anzi, oltre il confine. Sulla lacerazione di un’anima consapevole di essere un rifiuto della società e al contempo un artista.

prima dello spettacolo
Palcoscenico Libri ore 17.30 (Libreria Feltrinelli – via San Francesco, 7)
Mario Perrotta incontra il pubblico
Interviene un redattore de Il Tamburo di Kattrin, webmagazine di critica teatrale.
Info: ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

11 dicembre 2014
Giorgio Lupano-Cristian Giammarini
Maratona Di New York di Edoardo Erba

Uno dei testi teatrali contemporanei più rappresentati al mondo.
Una sfida fisica (oltre che verbale) per tutti gli attori che l’hanno portata in scena, impegnati a correre per l’intera durata della pièce. Il testo racconta la storia dell’amicizia fra due personaggi, il forte e il debole, uniti dalla fatica. I due personaggi, Mario e Steve, sostenuti dalla leggerezza e dalla vivacità dei dialoghi, dipanano le loro esistenze scanditi da un tempo sospeso, che senza obbedire alle regole consuete ci mette di fronte alla precarietà dell’essere umano.

13 gennaio 2015
Marco Baliani-Roberto Recchia-Eleni Molos
E Johnny Prese Il Fucile

dal romanzo di Dalton Trumbo
adattamento e regia di Sergio Ferrentino
musiche originali di Gianluigi Carlone
Fonderia Mercury Audiodrammi in teatro
E Johnny prese il fucile è uno spettacolo da ascoltare prima ancora che da vedere.
Al pubblico, all’ingresso, vengono consegnate delle cuffie che consentono un’esperienza di ascolto di straordinaria suggestione: l’uso, in scena, di un microfono binaurale dalla forma di testa umana, permette di recuperare e riprodurre i suoni con un effetto tridimensionale. La percezione in cuffia diventa a 360°, riuscendo anche a captare la dimensione ambientale della scena.
Trumbo rielaborò nel suo romanzo del 1938 – uscito non a caso alla vigilia del Secondo conflitto – il dramma della Prima Guerra Mondiale, dando vita al flusso di pensieri di un soldato, un reduce, che si ritrovava in ospedale, mentalmente vivo ma in un corpo immobile e devastato. Nonostante la vita di Johnny sia stata stravolta dalla Grande Guerra però la sua mente non si era arresa.

prima dello spettacolo
Palcoscenico Libri ore 17.30 (Libreria Feltrinelli – via San Francesco, 7)
Marco Baliani incontra il pubblico
Interviene Caterina Barone
Info: ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

28 gennaio 2015
Marta Cuscunà
E’ Bello Vivere Liberi

Un progetto di teatro civile per un’attrice, 5 burattini e un pupazzo
ispirato alla biografia di Ondina Peteani prima Staffetta Partigiana d’Italia deportata ad Auschwitz N. 81 672
ideazione, drammaturgia, regia e interpretazione di Marta Cuscunà
oggetti di scena di Belinda De Vito
luci e audio di Marco Rogante
disegno luci di Claudio Poldo Parrino
Premio Scenario per Ustica (2009), finalista al Premio Virginia Reiter (2011), menzione d’onore come attrice emergente alla 27ª edizione del Premio Teatrale Eleonora Duse (2012), Premio Città Impresa (2013).
È bello vivere liberi! è uno spettacolo per riappropriaci della gioia, delle risate, delle speranze dei partigiani che sono state soffocate dallo sterile nozionismo. È uno spettacolo per riscoprire l’atmosfera vitale e vertiginosa di quel periodo della nostra storia in cui tutto sembrava possibile.

5 febbraio 2015
Claudio Santamaria
Gospodin di Philipp Löhle

e con Valentina Picello e Marcello Prayer
regia di Giorgio Barberio Corsetti
Fattore K. / L’uovo Teatro Stabile di Innovazione
in collaborazione con Immagini Audio srl Romaeuropa Festival
Genannt Gospodin è un testo il cui protagonista è un anti-eroe tragicomico che si ribella al capitalismo e cerca di vivere senza soldi trovando finalmente la sua libertà solo in prigione. È una visione spietata dell’umanità sia inquadrata che alternativa che comunque inevitabilmente dipende dai soldi e dal consumo. La scrittura è graffiante, acuta, ironica e pungente. Una galleria di personaggi comici strampalati, miserabili ed idealisti, che raccontano il nostro mondo con grande poesia e feroce malinconia.

19 febbraio 2015
Atir / La Ringhiera
Il Giardino Delle Ciliegie

étude pour un vaudeville en travesti plein de paillettes
Da Anton Cechov
Con Donata Alessio Calciolari, Desirée Gianluca Di Lauro, Dee Dee La Cruche Sax Nicosia, Dina Stefano Orlandi, Dora Lorenzo Piccolo, Demetra Ulisse Romanò
Regia di Francesco Micheli
Il Giardino dei Ciliegi è una terra di confine, un confine spaziotemporale. Il Giardino dei Ciliegi è crocevia di mondi lontani, irriducibili. Il Giardino dei Ciliegi è una storia che annoda mille vicende irrilevanti intorno a una piccola grande tragedia familiare. Il Giardino dei Ciliegi è una sinfonia in cui ritmi, timbri e armonie lontane convivono in un contrappunto sghembo, sincopato. Il Giardino dei Ciliegi è un testo dove si ride con le lacrime agli occhi. Il Giardino dei Ciliegi è una drag queen.

10 marzo 2015
Compagnia Gli Ipocriti
Amerika di Franza Kafka

Giovanni Anzaldo-Ugo Maria Morosi-Carla Ferraro
Lo spettacolo vuol far riflettere proprio sul presunto sogno americano e sul futuro del vecchio continente, in un’epoca difficile in cui non sono più gli europei a emigrare, ma altri popoli a coltivare il presunto sogno europeo (Maurizio Scaparro).
Al ritmo della musica jazz di Scott Joplin, lo spettacolo ripercorre la storia dell’emigrante Rossmann, del suo viaggio, della sua vita errante in cerca di un benessere (il sogno americano?) che sembra sempre a portata di mano ma che rimane inafferrabile.

10 marzo 2015
Fuorivia produzioni
Gente In Attesa

Il precario e il professore
di Piero Sidoti e Giuseppe Battiston
musiche originali eseguite dal vivo di Piero Sidoti – chitarra e voce
regia di Giuseppe Battiston
Una serata di cinismo e canzone per parlare di gente in attesa: un’umanità che aspetta la propria occasione di vita, perché dimenticata dalla vita.
prima dello spettacolo

Palcoscenico Cinema ore 18.00 Mpx – Padova
Zoran il mio nipote scemo

un film di Matteo Oleotto
con Giuseppe Battiston, Teco Celio, Rok Prašnikar, Roberto Ciyran, Marjuta Slamic e la partecipazione di Sylvain Chomet
ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

26 marzo 2014
Side-show vzw
Wonders. Circus Performance

Idea e realizzazione di Aline Breucker e Quintijn Ketels
Con: Aline Breucker, Elsa Bouchez, Philippe Droz, Quintijn Ketels
Move – A è uno strumento per giovani artisti e promotori di teatro visuale per essere sempre in rete. Ogni anno, un team internazionale di professionisti di questo genere teatrale, seleziona le tre migliori produzioni presentate a Move-A. Le produzioni scelte vengono poi programmate e promosse all’interno di diversi festival e rassegne in tutta Europa, e proposte a condizioni vantaggiose agli organizzatori di tutto il mondo, interessati a programmare quest’eccitante e immaginifica disciplina che è il teatro visuale.

dalle ore 18.00
Swapparty Inferiori
scambio di idee, libri, cd e vestiti

Il teatro è un luogo di scambio di idee, di cultura, di stili di vita.
Lo scambio diventa esso stesso idea, cultura e stile di vita. Portate un libro, un cd e/o un vestito che avete vissuto ma che non utilizzate e lasciatelo agli addetti swap; in rapporto a ciò che portate potrete prendere ciò che più vi piace ed acquistare, se volete, il biglietto dello spettacolo teatrale della serata a prezzo ridotto (fino ad esaurimento dei posti disponibili).

Informazioni e fonti;
Biglietti e abbonamenti
Abbonamenti
Abbonamento intero: € 90,00; abbonamento ridotto (studenti): € 70,00
Vendita abbonamenti: rinnovi dal 13 al 17 ottobre; cambio posto 20 e 21 ottobre; nuovi abbonamenti dal 23 ottobre al 6 novembre (con diritto di prevendita on-line su www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita autorizzati vivaticket by Charta), presso l’MPX Multisala Pio X, dal lunedì al giovedì (dalle ore 18.30 alle ore 20.30), venerdì (dalle 16.30 alle 20.30).
Biglietti
Biglietto intero € 12,00; ridotto € 10,00 (studenti tessere Studiare a Padova card 2013-14 e Carta Giovani, e possessori Carta Più e MultiPiù Feltrinelli)
Prevendita
Presso l’MPX Multisala Pio X prevendita il giorno precedente ogni spettacolo dalle 18 alle 20.00 e vendita il giorno dello spettacolo dalle 18 ad inizio spettacolo.
Tutti i biglietti saranno in prevendita anche dal 14 novembre – con diritto di prevendita on-line su www.vivaticket.it e in tutti i punti vendita vivaticket by Charta
vendita autorizzato vivaticket by Charta a Padova:
Ruzante Viaggi in Via Santa Sofia, 88, dal lunedì al venerdì ore 9.30-13 /15.30-19 e sabato ore 9.30-13
tel. 049 8750091 – fax 049 8752358 infopd@ruzanteviaggi.it
Arteven
tel. 041 5074711 – info@arteven.it
www.arteven.it – www.youteatro.it
Comune Di Padova
Servizio Manifestazioni e Spettacolo
tel. 049 8205623 – 5624
http://padovacultura.padovanet.it
MPX Multisala Pio X
Via Bonporti, 22 (zona Duomo) – Padova Tel. 049 8774325
teatrompx@multisalampx.it www.multisalampx.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply