Teatro Comunale Opera – TOSCA 2008-09-13
Time To Lose

Calendario

Teatro Comunale Opera – TOSCA

Teatro Comunale Opera
Giovedì 6 novembre 2008 (Anteprima Giovani) ore 17.00
Venerdì 7 novembre 2008 ore 20.45
Sabato 8 novembre 2008 ore 20.45
Domenica 9 novembre 2008 ore 16.00
TOSCA
Opera in tre atti
musica di Giacomo Puccini
libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa
maestro concertatore e direttore Giampaolo Bisanti
regia,scene e costumi Massimo Gasparon
Orchestra Filarmonia Veneta
Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini”°Coro dei Pueri Cantores di Macerata
direttore David Crescenzi
con i vincitori del XXXVIII Concorso Internazionale di Cantanti “Toti Dal Monte”2008
Allestimento in coproduzione con Sferisterio Opera Festival di Macerata, Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi

Melodramma in tre atti su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, Tosca prende spunto dal dramma omonimo di Victorien Sardou (rappresentato a Parigi nel 1887) e va in scena per la prima volta al Teatro Costanzi di Roma il 14 gennaio del 1900 dopo solo un anno di lavoro da parte del compositore. Quinta opera di Puccini, segue la Bohème (1896) con la quale si pone in netto contrasto: intima e borghese la prima, ricca di effetti a tinte forti la seconda, dramma in punta di penna la storia di Mimì, opera dalle melodie vigorose ed energiche Tosca. Capolavoro inserito a pieno titolo tra i più rappresentativi e famosi del repertorio verista, Tosca ebbe e continua ad avere un successo e una presa sul pubblico internazionale pari a pochi altri melodrammi.
La vicenda si svolge a Roma, il periodo è quello della battaglia di Marengo: 1800. Tosca, famosa cantante, è l’amante di Cavaradossi, pittore liberale, ed è corteggiata dal barone Scarpia, ministro della polizia pontificia, il quale è convinto che Mario abbia ospitato nella sua casa un evaso da Castel Sant’Angelo. A seguito di qualche reticenza di Tosca, le istilla il tarlo della gelosia e ordina una perquisizione a casa del pittore e l’arresto del medesimo. Poiché l’evaso non si trova, Cavaradossi è sottoposto a torture e Tosca costretta ad ascoltare i suoi lamenti. Inorridita, non reggendo alla disperazione, Tosca rivela il nascondiglio dell’evaso che, scoperto si uccide. Cavaradossi è condannato a morte per alto tradimento, ma riesce a gridare in faccia al perfido Scarpia la sua felicità per la vittoria di Napoleone a Marengo, dileggiandolo poiché poco prima, quando era giunta la falsa notizia della sconfitta di Napoleone, il barone aveva assistito ad un Te Deum di ringraziamento. Per salvare Mario dalla fucilazione, Tosca promette di concedersi a Scarpia, questi finge di dare ordini alla guardia perché la fucilazione sia simulata con armi caricate a salve. Poi, tenta di abbracciare Tosca che, sconvolta dall’odio lo pugnala al petto, uccidendolo. Intanto, Mario aspetta la morte scrivendo una lettera in cui ricorda il suo amore per Tosca. La donna entra e lo avverte che la fucilazione sarà finta. Quando avviene, si accorge che Mario è morto. Lo abbraccia disperata ed ecco che si fanno avanti le guardie per arrestarla: hanno scoperto il cadavere di Scarpia. Tosca si alza e si getta dagli spalti del Castello.

Teatro Comunale Treviso
C.so del Popolo 31 – 31100 Treviso
tel. 0422 540 480 – fax 0422 419 637
Inizio vendita biglietti per tutti gli spettacoli il 23 settembre, dalle ore 15,00 alle ore 18,00
successivamente la biglietteria sarà aperta il giorno dello spettacolo, dalle ore 15,00 alle ore 18,00,
ed un’ora prima dell’inizio dello stesso, esclusivamente per la vendita di quest’ultimo.

ACQUISTO TELEFONICO Teatri s.p.a.(0422 540480) :
Dal martedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle ore 12,30
Pagamento con carta di credito Mastercard e Visa, vaglia, bonifico.
Email: biglietteria@teatrispa.it
Sito: www.teatrispa.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply