Teatro Da Ponte Concerti – ROBY LAKATOS ENSEMBLE 2008-09-14
Time To Lose

Calendario

Teatro Da Ponte Concerti – ROBY LAKATOS ENSEMBLE

Teatro Da Ponte Concerti
Martedì 13 gennaio 2009 ore 20.45
ROBY LAKATOS ENSEMBLE
Roby Lakatos violino
Lászlo Bóni violino
Robert Féhér contrabbasso
László Balogh chitarra
Jenö István Lisztes cimbalom
Frantisek Jánoska pianoforte
József Suha Balogh Fire Dance
József Suha Balogh Gipsy Bolero
Michel Legrand Papa can you hear me?
Roby Lakatos A night in Marrakech
Tradizionale Deux guitars
Vladimir Cosma Le grand Blond avec une chaussure noir
József Suha Balogh Cickom Paraphrase
Franz Liszt / Jeno Lisztes Main Theme Rhapsodie Hongroise
Tradizionale I’ve met you / MamaRussian tango / Konfetki Baranotchki*
Vittorio Monti Csárdas
Teatro Lorenzo Da Ponte
tel. 0438 553836 – via Martiri della Libertà – 31029 Vittorio Veneto (Tv)
Inizio vendita biglietti per tutti gli spettacoli il 23 settembre, dalle ore 15,00 alle ore 18,00
successivamente la biglietteria sarà aperta il giorno dello spettacolo, dalle ore 15,00 alle ore 18,00,
ed un’ora prima dell’inizio dello stesso, esclusivamente per la vendita di quest’ultimo.

ACQUISTO TELEFONICO Teatri s.p.a.(0422 540480) :
Dal martedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle ore 12,30
Pagamento con carta di credito Mastercard e Visa, vaglia, bonifico.
Email: biglietteria@teatrispa.it
Sito: www.teatrispa.it

Roby Lakatos, non è solo un sorprendente virtuoso, ma un musicista di straordinaria versatilità stilistica. Ugualmente a suo agio sia che suoni musica classica, jazz o folk, Lakatos è un raro musicista che non rientra in nessuna definizione specifica. E’ un violinista gitano, un classico virtuoso, un improvvisatore jazz, un compositore e arrangiatore. E’ il tipo di musicista universale che raramente si incontra nei nostri tempi, un musicista la cui forza di interpretazione deriva dalla sua attività di improvvisatore e di compositore. Si è esibito nelle più grandi sale concertistiche in America, in Europa e in Asia. Nato nel 1965 nella leggendaria famiglia di musicisti gitani, discendente da Janos Bihari, Roby Lakatos si è avvicinato alla musica fin da bambino, all’età di nove anni ha fatto il suo primo debutto come primo violino in una band gitana. La sua musicalità si è arricchita non solo grazie alla sua famiglia ma anche grazie agli studi al Béla Bartók Conservatory di Budapest, dove nel 1984 ha vinto il primo premio. Ha collaborato con Vadim Repin e Stéphane Grappelli e il suo talento è stato elogiato da Sir Yehudi Menuhin. Nel 2004, Lakatos è apparso con grande successo insieme alla London Symphony Orchestra al festival per orchestre “Genius of the Violin” accanto a Maxim Vengerov. Quando Roby Lakatos unisce la cosiddetta “musica classica” con la magia della vitalità gitana ungherese, il risultato non è una mancanza di rispetto nei confronti del patrimonio colto elevato, ma piuttosto un avvicinamento alle radici e alla cultura del popolo gitano che offre un rinnovato e fresco piacere agli ascoltatori e agli amanti della musica. Come Liszt, Brahms e altri ha usato i toni ungheresi nelle sue composizioni, dando la possibilità al pubblico di approfittare ed apprendere quanto più possibile dal confronto tra musica classica e musica gitana.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply