Vascon – Festa d’Estate 2010 23^ Ed. 2010-04-30
Time To Lose

Calendario

Vascon – Festa d’Estate 2010 23^ Ed.

18/27 giugno 2010 – La Festa d’Estate di Vascon di Carbonera è arrivata nel 2010 alla 23^ edizione, sempre con proposte artistiche di grande qualità e fruibili a tutti. Anche quest’anno, per una settimana, ogni sera stands musica Artisti e Concerti di altissimo livello, tra gli altri : Giuliano Palma & The Bluebeaters, Nina Zilli, Paolo Migone, Marta Sui Tubi. Stands enogastronomici, ingresso libero.

Scarica la Brochure .pdf

Venerdì 18 giugno
ore 21.00 : concerto con Giuliano Palma & The Bluebeaters
Un mix di pop e musica d’autore italiana, un sottile filo rosso che lega insieme Jannacci ai Casino Royale, Mina e Neffa. Suoni meticci quelli in arrivo a Vascon sul palco della Festa d’Estate con la musica di Giuliano Palma & The Bluebeaters.
Questa grande formazione nasce dall’incontro di alcuni membri degli Africa Unite e dei Fratelli di Soledad insieme a Giuliano Palma, ex leader dei Casino Royale. Insieme danno vita ai Bluebeaters, improvvisata formazione dalle intenzioni retrò che, attraverso il codice dello ska, del reggae e del R&B, rende omaggio alle varie sorgenti musicali che hanno influenzato lo sviluppo artistico dei vari componenti che soprattutto suonano con passione, una passione che rende non essenziale tutto il resto, dove rimane solo la musica e l’energia galvanizzante che riesce a trasmettere.

Sabato 19 giugno

ore 21.00 : concerto con Kalweit and The Spokes + Nina Zilli

Kalweit and The Spokes è il nome del nuovo progetto della ex cantante dei Delta V, Georgeanne Kalweit, che propone una sorprendente ricerca del diamante grezzo dei generi musicali, dall’ “old school blues” al folk, dall’alt-country al post-punk caratterizzati dal suono creato attorno ad voce così intensa e inusualmente profonda come quella di Georgeanne.

Arriva alla Festa d’Estate una grande artista esplosa in questa stagione, Nina Zilli che ha partecipato al festival di Sanremo 2010 dove ha presentato la canzone “L’Uomo che Amava le Donne”.
Con il brano sanremese si è aggiudicata il Premio della Critica “Mia Martini”, quello “Sala Stampa Radio Tv” e il “Premio Assomusica 2010” per la migliore esibizione dal vivo ed ha conquistato anche le classifiche di vendita grazie alla sua incredibile, sensuale voce. E qui a Vascon proporrà le sue canzoni in un concerto che si preannuncia affascinante come la sua interprete.

Domenica 20 giugno

ore 21.00 : concerto con Funk Off + Statuto

Si esibiscono a Vascon i Funk Off, la più famosa ed instancabile marching band italiana che con il suo irresistibile funk ha fatto vibrare e riempito di energia i più prestigiosi palchi sia in Italia che all’estero. Uno scatenatissimo gruppo di 11 fiati e 4 percussioni che rilegge ed ammoderna la lezione di New Orleans e delle bande folkloristiche italiane e dove l’originalità della musica, interamente composta e arrangiata dal band, è un tutt’uno con il movimento, l’energia e la coreografia.

Nati nel 1983, gli Statuto prendono nome dalla piazza dove si ritrovavano i Mods a Torino, dei quali sono diventati l’espressione musicale anche a livello nazionale.
Gli Statuto sono una realtà unica nel panorama della musica italiana, perché con il loro immutato ma non per questo mai evoluto stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi, spesso i ronici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica che non si limita al solo ska, ma passa anche per il soul e il beat, senza mai aver assunto i panni delle “star”, senza essersi mai allontanati da piazza statuto, luogo di partenza e di creazione culturale, ideologica e musicale del gruppo, sono arrivati dove tanti artisti vorrebbero arrivare provando soluzioni o invenzioni studiate a tavolino
e rincorrendo il “successo” senza mai toccarlo.

Lunedì 21 giugno
ore 21.00 : cabaret con Paolo Migone

Forte di un’esperienza teatrale che dura da anni, come pure la sua presenza allo Zelig, PAOLO MIGONE sul palco ha la capacità di raccontare, attraverso una gestualità essenziale, situazioni ed immagini dalla comicità corrosiva, attraverso la sua inimitabile corrosività toscana che lo caratterizza con uno stile inconfondibile. Il suo argomento preferito è l’eterno gioco tra uomini e donne, con un occhio sempre attento ai costumi contemporanei e le sue verità passano attraverso il clima surreale che Migone riesce magicamente a ricreare in ogni situazione.

Martedì 22 giugno
ore 21.00 : concerto conLike a Rolling Stone

Uno spettacolo/concerto musicale che racconta la nascita del grande rock attraverso storie, aneddoti, immagini proiettate su schermo gigante e musica eseguita dal vivo dalla MR.ANTONDJANGO’S BAND . Il tutto si sviluppa attorno alla vita, musicale e non, di Bob Dylan, soffermandosi sugli anni sessanta, periodo d’oro del rock e su tutti quegli artisti che, assieme a Dylan, hanno contribuito all’affermazione di questo genere quali Rolling Stones e Beatles, Jimi Hendrix ed Eric Clapton, Chuck Berry ed Elvis, ‘Creedence , Animals, Deep Purple…

Mercoledì 23 giugno

ore 21.00 : concerto con Premio Lorenzo Vecchiato a Kenny Neal Band

Quattro anni fa il giornalista blues Lorenzo Vecchiato ci ha lasciato e il premio a lui dedicato vuole dare forza ed energia a chi ama e suona il Blues. Vuole incoraggiare i giovani affinché perseverino nella loro scelta e rafforzino questa passione tanto da farla diventare il motore della loro vita. Quest’anno il premio è stato assegnato alla Dave Moretti Blues Revue, una band di giovani musicisti torinesi, tutti intorno ai vent’anni, nata nel 2005, che ripropone l’atmosfera dei club della west coast americana degli anni ’60-’70, dove la cultura del jazz si univa alla tradizione afro-americana del blues.

Giovedì 24 giugno

ore 21.00 : concerto con Zen Circus + Marta Sui Tubi

Gli Zen Circus sono tra le realtà musicali più creative e di spicco del panorama indipendente italiano e sono anche una certezza del rock indipendente italiano. Nelle loro canzoni non c’è solo il punk, l’energia vitale del rock per necessità, ci sono la poesia con gli occhi lucidi, le città troppo ubriache di notte e troppo serie di giorno, la sconfitta di un paese che prende a calci in faccia i propri pregi.
I Marta Sui Tubi propongono uno stile del tutto particolare, fatto di poesia ermetica e di melodie avvolgenti adagiate su ricercati fraseggi di chitarra e ritmi di batteria di estrazione jazzistica.
Una soffusa componente folk fa capolino in ogni brano, dimostrando che questi musicisti non dimenticano le radici della propria terra e che da queste radici sviluppano un albero singolare pieno di foglie
e frutti diversi, invisibili, che assumono la forma delle sensazioni. Parecchi accorgimenti stilistici sotto forma di componenti rumoristiche si affacciano tra le loro canzoni, conferendo un senso
di ricercatezza ad uno stile già di per sé singolare.

Venerdì 25 giugno

ore 21.00 : concerto con Pan del Diavolo + Après La Classe

Chitarre acustiche, grancassa e sonagli, i Pan Del Diavolo sono in due, vengono dalla Sicilia, ma le loro chitarre si fanno sentire in tutta l’Italia. Sfrontatezza, irruenza comunicativa e una miscela di ironia e serietà fanno sì che i Pan del Diavolo sembrino dieci, hanno carica, energia, ironia, sensibilità e attingono a piene mani dall’America più profonda e dalla tradizione cantautorale dell’Italia.

Ritornano alla Festa d’Estate i salentini Après La Classe, con un nuovo disco tra pop’n’roll, ragamuffin, elettronica, raggae e… canzone d’autore. Le tematiche passano attraverso la riflessione a 360° del momento storico in cui stiamo vivendo, dalla politica, al sociale, alla fede, all’amore e all’arte intesa come musica. un mix di rock, ska e reggae nato per far ballare e sudare, una danza tarantolata e liberatoria come questa musica, figlia di una cultura variegata e colorata.

Sabato 26 giugno

ore 21.00 : concerto con Bud Spencer Blues Explosion +Eric Sardinas

Vincitori del concorso “Primo Maggio tutto l’anno” I Bud Spencer Blues Explosion hanno partecipato alle edizioni 2009 e 2010del Concerto del Primo Maggio a Roma. Sul palco i due musicisti sprigionano un’energia contagiosa e coinvolgente, di grande impatto, grazie a uno stile potente che sintetizza l’immediatezza del blues con la tensione del rock attuale.

Eric Sardinas è un artista in grado di rompere qualunque barriera, un autentico bluesman. Il giovane chitarrista californiano suona esclusivamente una Dobro elettrificata e customizzata, con lo slide tra le dita, con abilità e padronanza tecnica straordinarie e con un sound dirompente. Ha definito così uno suo stile chitarristico personale ed incisivo dove riesce a coniugare la tradizione del Delta blues con il potente e moderno impatto sonoro del rock. Energia, carisma, passione per il blues più sporco e viscerale fanno dei suoi concerti un’esperienza unica e da non perdere.
Domenica 27 giugno
ore 21.00 : concerto con Braido Plays Hendrix Music

Andrea Braido è un chitarrista che non ha bisogno di presentazioni, ispirato e versatile, nel suo modo di suonare Hendrix rappresenta una vera e propria reinterpretazione di questo grande mito della musica contemporanea, senza il solito approccio da tribute band. Ed è per questo che il concerto di stasera, nato per celebrare i quarant’anni dalla scomparsa dell’indimenticabile Jimi,vuole cogliere, attraverso il modo mai prevedibile di Braido di suonare la chitarra, la massima libertà espressiva cui lo stesso Hendrix non avrebbe mai potuto fare a meno.
fonte: gr86.it
FESTA D’ESTATE 23^ EDIZIONE dal 18 al 27 giugno 2010
Vascon di Carbonera (TV) uscita autostradale Treviso nord
Teatro tenda – ingresso libero

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply