Veneto Festival 2013 – Santa Caterina 2013-06-11
Time To Lose

Calendario

Veneto Festival 2013 – Santa Caterina

Veneto Festival 2013 (43° Festival Internazionale G. Tartini)I Solisti Veneti” ed “I Musici Veneti” a Treviso martedi 25 giugno 2013 alle ore 21 nella storica Chiesa di Santa Caterina di Treviso. Protagonisti della serata gli eccellenti solisti de “I Musici Veneti” de “I Solisti Veneti”, tutte prime parti della celebre orchestra padovana, impegnate come sempre in un programma di alto profilo culturale ma anche di straordinaria spettacolarità. Lo spettacolo – si sa – fa parte della musica, e se di certo non ne esaurisce gli infiniti valori culturali ne costituisce un elemento di primaria importanza, spesso sottolineato da quel virtuosismo che tutti si ama vedere quando i grandi artisti suonano.

Programma
Albinoni – Concerto in re minore op. 9 n. 2 Rossi.I.9.2.per oboe e archi
Corelli – (nel 300.mo anniversario della morte)
Sonata in re minore op. 5 n. 12 “La Follia” per violino e violoncello
Mozart – “Eine kleine Nachtmusik” K 525
Paganini – Variazioni sul “Carnevale di Venezia” op. 10 per violino e archi
Rossini – Quarto Quartetto per archi in mi bemolle maggiore”
Ponchielli – “Capriccio” per oboe e archi

E di grandi artisti si tratta senza dubbio quando si parla de “I Musici Veneti” , da decenni celebri ovunque nel mondo per le proprie spettacolari esibizioni, nelle quali il gusto e l’ispirazione si sposano prodigiosamente con una perfezione tecnica ed un’abilità che hanno pochi eguali al mondo. Così sarà anche a Treviso la sera del 25 giugno, quando un ricco programma musicale spiccherà il volo sulle note del Concerto in re minore op. 9 n. 2 per oboe e archi di Tomaso Albinoni, compositore geniale al quale le aristocratiche origini non permisero – nella società veneziana del suo tempo – di presentarsi come professionista della musica (egli si definiva patrizio e dilettante veneto) ma che invero per ispirazione e sapienza compositiva, come anche per la quantità delle sue opere, ancora non tutte conosciute, costituisce a buon diritto uno dei massimi nomi della cultura musicale veneziana del Settecento.

Settecentesco anche Arcangelo Corelli, del quale quest’anno si celebra il trecentesimo anniversario della nascita, che sarà rappresentato la sera del 25 giugno da una delle sue pagine più popolari: la Sonata in re minore op. 5 n. 12 per violino e violoncello, quella che il Compositore pose a chiusura della sua Opera Quinta, dodici sonate per violino e violoncello, come anche Vivaldi avrebbe fatto suggellando la sua prima opera a stampa – dodici sonate per due violini e basso continuo – con una serie mirabile di variazioni sul medesimo tema, assai popolare nel Settecento. Il genio di Mozart brilla al centro della serata trevigiana con quella serenata K 525 che al Compositore di Salisburgo piacque definire piccola “Eine kleine Nachmusik” (“Una piccola serenata nottuna”) ma che in verità costituisce uno dei più grandi capolavori del suo genio.

E di certo uno dei più amati! Di squisito sapore veneziano le brillanti variazioni per violino e archi che Niccolò Paganini scrisse sul tema del “Carnevale di Venezia” e che tutt’oggi costituiscono uno dei suoi brani più celebri, scintilla di virtuosismo strumentale sulla quale si accenderà l’irresistibile finale della serata: il “Capriccio” per oboe e archi di Amilcare Ponchielli, autore ben noto al grande pubblico per i suoi lavori teatrali e purtroppo meno per l’altrettanto geniale musica strumentale che egli compose, tra le quali questo “Capriccio” per oboe spicca per l’esigente abilità che richiede all’esecutore: una terribile prova di tecnica strumentale che tutti gli oboisti amano, ma che pochi sanno affrontare con perfezione. Ebbene proprio a Treviso, i solisti de “I Musici Veneti” dimostreranno come il vero virtuosismo sia ancora oggi uno dei tratti insuperabili dell’autentica, gloriosa tradizione musicale italiana!

Il “Veneto Festival”, spettacolare evoluzione artistica del Festival Tartiniano, giunge quest’anno alla sua quarantatreesima edizione, confermando la propria vocazione all’esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Nel corso dei prossimi mesi infatti il Festival presenterà al pubblico un vasto e multiforme calendario di concerti, itinerando nei luoghi artisticamente più interessanti del Veneto e delle regioni limitrofe. Le numerose manifestazioni del Festival, caratterizzate dall’esecuzione di opere celebri e amate ma anche di pagine musicali bellissime e talvolta meno note, si arricchiranno della presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati ad interpretarle per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti già di per sè eccezionale e a consolidare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, sin dalla sua fondazione ha oltrepassato le soglie del Veneto e dell’Italia per conquistarsi la più meritata considerazione fra i più prestigiosi e qualificati Festival Internazionali d’Europa.

Biglietti: Prezzo Unico € 10,00. Biglietti a Treviso presso Mezzoforte (Via Pascoli, 11 – tel. 0422 540365); a Conegliano presso Libreria Quartiere Latino (Via XI Febbraio, 34 – tel. 0438 411989) e Libreria Canova (Via Cavour, 6 – tel. 0438 22680) e a Padova presso Ente Veneto Festival (Piazzale Pontecorvo, 4/A – tel. 049 666128)

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply