Filarmonia Veneta:Ferragosto a Treviso – Concerto lirico a “Madona Granda” 2009-08-11
Time To Lose

Eventi

Filarmonia Veneta:Ferragosto a Treviso – Concerto lirico a “Madona Granda”

Filarmonia Veneta: appuntamento di ferragosto a treviso il concerto lirico a “Madona Granda” con Sabrina Vianello, Antonella Trevisan E Francesco Grollo.
Ferragosto a Treviso significa “Concerto Lirico dell’Assunta”, ossia la tradizionale serata di  grande musica in piazza Santa Maria Maggiore (“Madona Grada”)…
E anche quest’anno la Filarmonia Veneta non mancherà al tradizionale appuntamento, realizzato in collaborazione con il Comune di Treviso e la Provincia di Treviso, invitando quindi i trevigiani a festeggiare la sera del 15 agosto all’insegna dell’opera lirica e del belcanto (inizio alle ore 21 – in caso di maltempo tutto spostato alla palestra del Centro Natatorio di Viale Europa).

Come di consueto, il concerto valorizzerà le straordinarie risorse musicali locali, sotto l’infaticabile bacchietta del maestro rodigino (ma oramai “naturalizzato” trevigiano) Stefano Romani che dirigerà la Filarmonia Veneta impegnata ad accompagnare le voci del soprano trevigiano Sabrina Vianello, del mezzosoprano mestrino Antonella Trevisan e del tenore villorbese Francesco Grollo: tre artisti che hanno raggiunto succcesso e notorietà internazionali ma che sono sempre felici di tornare a cantare davanti al pubblico trevigiano.

Il programma alternerà alcune delle preziose pagine sinfoniche del grande repertorio operistico (Ouverture da “Norma”, Suites da “Carmen” e Intermezzo da “Manon Lescaut”) ad arie e duetti di grande notorietà e suggestione, come “Casta Diva” affidata alla trasparente voce di Sabrina Vianello, la Seguidilla e la Habanera di “Carmen” interpretate da Antonella Trevisan, l’aria di Don José in “Carmen”, proposta da Francesco Grollo, e poi celebri duetti e altre pagine indimenticabili per una serata da non dimenticare.

Per tutti coloro che intendessero non perdere questa attesissima serata di lirica sotto le stelle d’agosto comodamente seduti sulle pur numerose poltroncine a disposizione del pubblico, sarà vivamente consigliato giungere in piazza Santa Maria Maggiore in considerevole anticipo sull’orario del concerto. Si tratta, come detto, di un evento molto atteso e molto affollato.

L’appuntamento rientra nei cartelloni di RetEventi cultura della Provincia di Treviso e in quello dell’Estate Trevigiana del Comune di Treviso, ed è realizzato anche grazie al sostegno del 1° Club della Lirica “Francesco Grollo”, Confartigianato Treviso e Corriere del Veneto.

IL PROGRAMMA

Vincenzo Bellini da “Norma”:  “Ouverture” (orchestrale) e “Casta Diva” (aria per soprano)

Georges Bizet da “Carmen”: “Suite n.1” (orchestrale) e “Pres des remparts de Seville” (seguidilla per mezzosoprano)

Giacomo Puccini    da “Manon Lescaut”: “Intermezzo” (orchestrale)

Charles Gounod    da “Roméo et Juliette”: “Ah! Je veux vivre dans le rêve” (aria per soprano)

Georges. Bizet         da “Carmen” : Suite n. 2 (orchestrale); “L’amour est un oiseau rebelle” (habanera per mezzosoprano) e “La fleur que tu m’avais jetée” (aria per tenore)

Jacques Offenbach   da “Les Contes d’Hoffmann”: “Belle nuit, o nuit d’amour” (barcarola per soprano e mezzosoprano)

Giuseppe Verdi       da “La Traviata”:     “Parigi o cara” (duetto per soprano e tenore)

Ingresso libero – Info 0422.658653 – 348.7390072
In caso di maltempo presso la palestra del Centro Sportivo Natatorio di Viale Europa

I PROTAGONISTI

SABRINA VIANELLO, soprano

Debutta a Treviso nel 1999 nella Medium di G. Menotti, vestendo i panni di Monica.Nello stesso anno vince il premio Soroptimist al concorso Viotti di Vercelli.

Nel 2000 vince il Concorso As.Li.Co. di Milano, debuttando le opere Il Flauto magico; La Boheme; Le Comte Ory di G.Rossini; La clemenza di Tito di W.A.Mozart ; Les Contes d’Hoffmann di J.Offenbach; I due timidi; La notte di un nevrastenico di Nino Rota.Nel 2003 e’ stata Serpina ne La serva padrona di G.B.Pergolesi e ne Il servo padrone di Aldo Tarabella, con la regia dello stesso Tarabella; ed e’ stata Musetta in La Boheme al Teatro Massimo Bellini di Catania; questa produzione e’ proseguita in Giappone.

Nello stesso anno ha collaborato con l’orchestra Verdi di Milano, diretta dal M. Chailly, che l’ha impegnata nell’esecuzione de Il Tabarro pucciniano. E’ stata di nuovo in tournée’ in Giappone e in Corea, impersonando Susanna ne Le nozze di Figaro e Corilla ne La prova di un’opera seria di F.Gnecco. In seguito e’ stata impegnata nei teatri di Padova, Catania, Palermo e Fano, dove ha interpretato di nuovo Musetta in La Boheme, con la regia di Luciano Pavarotti.

Tra il 2005 e il 2006 ha debuttato:  Cleopatra di D.Cimarosa, in prima esecuzione assoluta, al teatro Caio Melisso di Spoleto; La Cenerentola e Don Giovanni al teatro Bellini di Catania; La sonnambula in tournée’ in Giappone con il teatro Bellini ;Lucia di Lammermoor a Spoleto . Ha debuttato con successo al teatro La Fenice di Venezia ne I quatro rusteghi e  ne La vedova scaltra di E.Wolf-Ferrari.

Ha lavorato con direttori come: Riccardo Chailly, Donato Renzetti, Ottavio Dantone, Enrique Mazzola, Stefano Ranzani, Tiziano Severini, Massimiliano Caldi, Giampaolo Bisanti, Paolo Arrivabeni.

ANTONELLA TREVISAN, mezzosoprano

Nata a Mestre (Venezia) si è diplomata in Pianoforte al Conservatorio “Rossini” di Pesaro ed in Canto al Conservatorio “Marcello” di Venezia. Finalista in numerosi concorsi internazionali di canto, ha vinto il Primo Premio al Concorso Gigli di Sirmione, al Borgatti di Cento e al Corradetti di Padova.

Ha debuttato a Bologna ne “La gatta inglese” di Henze, prima rappresentazione italiana e si è esibita in seguito in numerosi teatri tra cui il Teatro alla Scala di Milano, il Comunale di Firenze, il San Carlo di Napoli, il Petruzzelli  di Bari, La Fenice di Venezia, il Massimo di Palermo, il Comunale di Bologna, il Teatro Bellini di Catania, l’Arena di Verona, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Carlo Felice di Genova.

Numerose le collaborazioni con direttori d’orchestra come Abbado, Accardo, Ahronovich, Arena, Campori, Chailly, De Bernard, Gatti, Gavazzeni, Humburg, Mehta, Muti, Oren, Palumbo, Pesko, Pidò, Santi, Scimone, Soudant, Sutej, Temirkanov, Ranzani, Renzetti, Rizzi .

Ha partecipato a diverse tournée all’estero esibendosi a Siviglia, Tokyo, Amsterdam, Dortmund, Norimberga, Zurigo e inciso per Sony, Decca, Tdk, Bongiovanni.

D’interesse anche il repertorio della musica sacra che vede “Messia” di Haendel”, “Stabat Mater” di Pergolesi, “Messa di Requiem” di Verdi, “Rapsodia per contralto e coro maschile” di Brahms, varie Messe di Mozart e di Haydn, la “Pétite Messe Solennelle” di Rossini, “Juditha Triumphans” di Vivaldi. Attiva anche nella musica contemporanea, ha partecipato a produzioni di “La visita meravigliosa” di N. Rota, prima mondiale Teatro alla Scala di Milano di “Tatjana” di A.Corghi, “Divara” di A. Corghi, “Unreported inbound Palermo” di Melchiorre, “Cordovano” di Petrassi, “Job” di Dallapiccola, prima mondiale Roma “Re nudo” di Luca Lombardi.

FRANCESCO GROLLO, tenore

Nato a Treviso, inizia lo studio del canto lirico con Renato Bardi Barbon perfezionandosi, in seguito, con il grande tenore Franco Corelli. Nel 1996, viene scoperto da  Francesco Siciliani che, in qualità di direttore artistico del “Gran Teatro La Fenice” di Venezia, lo farà debuttare, con il ruolo di “F. B. Pinkerton”, nella “Madama Butterfly” di G. Puccini allestita al “PalaFenice” di Venezia per la regia di Stefano Vizzioli e la direzione d’orchestra di Tiziano Severini.

Dal 1996, Francesco Grollo, nel repertorio*operistico e concertistico, ha collaborato con direttori d’orchestra quali:  Angelo Campori, Nello Santi, Maurizio Arena, Massimo De Bernard, Gianluigi Gelmetti, Donato Renzetti, Paolo Carignani, Michel Corboz, Antonio Pirolli, Renato Palumbo, Alain Guingal, Roberto Tolomelli, Marcello Rota, Nino Lepore, Dietfried Bernet, Steven Mercurio, Fabrizio Maria Carminati, Daniel Lipton, Lorin Maazel.

Ospite in varie trasmissioni  televisive e radiofoniche, al noto programma “uno mattina” di Rai 1, ha presentato “La Musica Sacra di Tito Schipa e Ruggero Leoncavallo”; programma musicale eseguito per la prima volta in assoluto, con il  Gruppo d’Archi del Teatro dell’Opera di Roma, nella Basilica di San Pietro in Vaticano.

Il 24 Novembre 2007 al Teatro Amedeo Roldan di L’Avana (Cuba) è stato l’unico tenore ospite al concerto evento “100 Años Compay”, accompagnato dall’ Orchestra sinfonica Nacional de Cuba e il Grupo Compay Segundo.

Ha fatto parte, per due edizioni consecutive, della commissione giudicatrice nel  “Concorso Nazionale di Musica Vocale da Camera Città di Conegliano”. Il “1° Club della Lirica Francesco Grollo”, costituito dai suoi più affezionati sostenitori, conta più di settecentocinquanta iscritti.

STEFANO ROMANI; direttore

Si è diplomato in oboe presso il Conservatorio “F.Venezze” di Rovigo con il massimo dei voli e la lode sotto la guida dei Prof. Franco Volpe e ha seguito i corsi di direzione d’orchestra del Maestro L.Descev. Ha fatto parte dell’Orchestra Giovanile Veneta diretta dal Maestro Ettore Gracis e negli anni 1986 e 1987 è stato primo oboe dell’Orchestra Giovanile Italiana, nonché vincitore del secondo premio alla Rassegna giovani oboisti “Premio Manta” Cuneo. Ha collaborato con l’Orchestra dei Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra Regionale Toscana, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra da Camera di Padova, I Filarmonici di Verona, l’Orchestra Filarmonica di Udine, l’Orchestra da Camera di Bologna, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia e l’Orchestra “A. Toscanini” di Parma.

Dal 1988 è primo oboe della Filarmonia Veneta e dal 2003 anni ricopre all’interno della stessa il ruolo di segretario artistico.

Svolge inoltre intensa attività di direttore d’orchestra sia nel repertorio sinfonico sia in quello lirico, collaborando con solisti e cantanti di fama internazionale. Oltre al grande repertorio, negli anni ha diretto moltissimi concerti sinfonici alla testa della Filarmonia Veneta ed ha affrontato anche il repertorio di musica leggera accompagnando la nota star americana Amii Stewart e il cantante italiano Alessandro Safina.

Dal 1999 è ideatore e direttore di una fortunata serie di appuntamenti annuali in ambito regionale, che vedono la Filarmonia Veneta protagonista di applauditissimi concerti di Capodanno. E’ docente di oboe presso il Conservatorio “F.Venezze” di Rovigo e Direttore Artistico del Teatro Sociale di Rovigo.

ORCHESTRA FILARMONIA VENETA

Nata nel 1980 per supplire alla mancanza di un’Orchestra al servizio del Teatro Comunale di Treviso, oltre ad essere stata protagonista di tutte le stagioni liriche e sinfoniche del teatro trevigiano fino al 1999, è anche stata – e continua a essere – al servizio delle esigenze produttive teatrali e delle stagioni liriche del Teatro Sociale di Rovigo e di Operafestival di Bassano del Grappa, invitata anche al Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, ai Teatri di Modena, Ravenna, Pisa, Bolzano, Trento, Vercelli e Ferrara.

E’ stata lo strumento principale della Bottega – laboratorio internazionale per giovani cantanti e musicisti diretto da Peter Maag, e ha pubblicato per RivoAlto e Bongiovanni numerosi CD, tra i quali la prima registrazione assoluta dell’oratorio “Jephte et Helcana” di B.Galuppi e dell’opera “I due timidi” di Nino Rota. Sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dalla Regione del Veneto e dalla Provincia di Treviso, dal 2000 ha avviato con quest’ultima un innovativo progetto di circuitazione concertistica che ha consentito di realizzare già circa mille manifestazioni tra appuntamenti sinfonici, musica da camera e lezioni concerto.

Attualmente costituisce il terzo polo lirico-sinfonico della Regione Veneto, ma è anche e soprattutto una compagine immersa nel proprio ruolo di divulgatrice della cultura musicale, grazie a professori di indubbio spessore artistico che hanno saputo adattarsi alle situazioni più disparate per esprimere il loro talento e la loro professionalità sia nei grandi teatri di tradizione e in blasonate sale da concerto, sia nei piccoli centri dove suonano in sedi inusuali quali palestre, scuole, piazze e strutture pubbliche e private, organizzate ma a volte anche improvvisate… La duttilità artistica dimostrata fin dai suoi esordi si è così rivelata anche duttilità professionale e umana, facendo della Filarmonia un’Orchestra familiare al suo pubblico: una compagine che ha consentito a molte persone di “incontrare” la grande musica pur senza frequentarne i luoghi deputati; che ha permesso tanto a neofiti quanto ad appassionati di vivere l’esperienza di un concerto di qualità anche in ambienti informali.

La stagione operistica 2008-2009 sta impegnando l’orchestra in “Aida” (a Padova e Livorno), “Tosca” (a Treviso), “Turandot” (a Rovigo, a Vicenza e a Rimini) “Macbeth” (a Pisa), “Traviata” (a Bassano del Grappa e a Vicenza). Tra i numerosi impegni sinfonici, ricordiamo la grande serata benefica a favore dell’Abruzzo, intitolata “Un concerto per ricordare” dedicata Luciano Pavarotti e svoltasi il 21 maggio nella Basilica di San Marco a Milano.


TAMBURINO EVENTO

Treviso, Piazza Santa Maria Maggiore

Sabato 15 agosto, ore 21

“CONCERTO LIRICO DELL’ASSUNTA”

Sabrina Vianello, soprano

Antonella Trevisan, mezzosoprano

Francesco Grollo, tenore

Orchestra Filarmonia Veneta

Stefano Romani, direttore

Musiche di Verdi, Bellini, Puccini, Gounod, Bizet, Offebach

Presenta Marina Grasso

Marina Grasso
Stampa e Comunicazione
Orchestra Filarmonia Veneta


You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply