I martedì al Cinema – Edizione 2013 a Treviso e provincia 2013-11-22
Time To Lose

Eventi

I martedì al Cinema – Edizione 2013 a Treviso e provincia

La Regione Veneto per il Cinema di Qualità. I martedì al Cinema edizione 2013 a Treviso e provincia. Martedì 26 novembre ultimo appuntamento di novembre a Treviso e Provincia. La rassegna “La Regione Veneto per il Cinema di Qualità. I martedì al Cinema” riprenderà a marzo 2014. Il costo del biglietto è di 3 euro. Per informazioni www.spettacoloveneto.it.

Ripartono, martedì 5 novembre i “martedì al Cinema” con in programma, al costo di 3 euro, “Vado a scuola” di Pascal Plisson, “L’intrepido” di Gianni Amelio, e “Una fragile armonia” di Yaron Zilberman. La rassegna riprenderà il suo percorso attraverso il cinema d’autore con un’edizione rinnovata e ampliata che coinvolgerà23 sale d’essai distribuite nelle sette province venete, sia nel mese di novembre 2013 che a marzo e, novità di quest’anno, maggio 2014.

Il Multisala Corso  di Treviso propone per il primo appuntamento con la rassegna alle 17.00, 20.00  e 22.00,“L’intrepido” di Gianni Amelio (Italia, 2013, 104′), Premio Rotella alla 70^ Mostra del Cinema di Venezia. Immaginiamo che esista un nuovo mestiere e che si chiami “rimpiazzo”. Immaginiamo che un uomo senza lavoro lo pratichi ogni giorno, questo mestiere. E dunque che lavori davvero oltre misura e che sia un uomo a suo modo felice. Immaginiamo poi che esista un ragazzo di vent’anni, suo figlio, che suona il sax come un dio e dunque è fortunato perché fa l’artista. E immaginiamo Lucia, inquieta e guardinga, che nasconde un segreto dietro la sua voglia di farsi avanti nella vita. Ce la faranno ad arrivare sani e salvi alla prossima puntata?

A Oderzo, il Cinema Cristallo, alle 20.00 e alle 22.00, racconta le vite di quattro bambini desiderosi di andare a scuola e imparare. Sono i protagonisti del film “Vado a scuola” (Documentario, durata Francia, Cina, Sudafrica, Brasile, Colombia 2013, 75’) di Pascal Plisson.  Jackson 10 anni, che abita in Kenya e percorre, mattina e sera, quindici chilometri in mezzo alla savana e agli animali selvaggi; Zahira 11 anni, che vive nelle aspre montagne dell’Atlante marocchino e che percorre una giornata di faticoso cammino per raggiungere la scuola con le sue due amiche; Samuel, 11 anni, che ogni giorno viaggia in India per otto chilometri, anche se non ha l’uso delle gambe, spinto nella sua carrozzina.

Al Multisala Italia di Montebelluna, infine, al costo di 3 euro si potrà assistere, alle 15.30, 17.35, 19.35 e 22.10 alla proiezione del film “Una fragile armonia” di Yaron Zilberman. Quando un apprezzato violoncellista riceve una diagnosi che cambia radicalmente la sua vita, il futuro del quartetto d’archi di cui fa parte diviene incerto: emozioni represse, rivalità personali e passioni incontrollabili minacciano, infatti, di far deragliare anni di amicizia e collaborazione. Mentre si preparano al concerto per l’anniversario dei loro 25 anni, molto probabilmente l’ultimo insieme, a preservare ciò che hanno costruito saranno solo gli stretti legami intimi e il potere della musica.

Secondo appuntamento a Treviso e Provincia con i Martedì al Cinema
Secondo appuntamento, martedì 12 novembre, nelle sale d’essai di Treviso e Provincia con “La Regione Veneto per il Cinema di Qualità. I martedì al Cinema”. In programma, al costo di 3 euro, “Infanzia clandestina” di Benjamín Ávila; “Che strano chiamarsi Federico”di Ettore Scola; e “Vado a scuola” di Pascal Plisson.

A Treviso, il Multisala Corso propone, al costo di 3 euro, il film “Che strano chiamarsi Federico” (Italia, 2013, 90’) del regista Ettore Scola, presentato alla 70^ Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker. Il film è un ricordo/ritratto di Federico Fellini, raccontato da Scola in occasione del ventennale della morte del regista. Oltre alla ricchezza del cinema di un ineguagliabile Maestro – patrimonio comune al pubblico di tutto il mondo – un ammiratore devoto rievoca il privilegio di averlo conosciuto e le emozioni che suscitava in chi lo ascoltava, con l’ironia e le riflessioni su “la vita che è una festa”. Dal suo debutto nel 1939 come giovane disegnatore, al suo quinto Oscar nel 1993, anno del suo settantatreesimo e ultimo compleanno, Federico viene ricordato dall’amico Ettore come un grande Pinocchio che, per fortuna, non è mai diventato “un bambino perbene” (alle 17.00, 20.00 e 22.00).

In provincia, il Cinema Cristallo di Oderzo ha selezionato per la rassegna il film “Infanzia clandestina” (Spagna, Argentina, Brasile, 2012, 112’) di Benjamín Ávila, selezionato alla Quinzaine des Réalisateurs, Cannes 2012. In programma alle 20.00 e alle 22.00, l’opera racconta la vita di Juan, dodici anni, che ha condotto una parte della sua vita in esilio. Nel 1979 torna, con i genitori e la sorellina di un anno, nel suo paese, l’Argentina. Il ragazzino è stato costretto a vivere lontano da casa per la condizione di clandestinità dei genitori, guerriglieri peronisti dell’organizzazione dei Montoneros, oppositori della dittatura militare di Videla, che ha rovesciato con un golpe il governo Peron nel 1976. Il padre e la madre di Juan sono adesso convinti che sia giunto il momento di alzare il tiro e portare la resistenza nel cuore dell’Argentina. Il ritorno in patria è, però, rischioso: sono latitanti ricercati dalle autorità e devono, quindi, vivere nascosti, sotto falsa identità. Anche Juan ha un nuovo nome. Per i suoi compagni di scuola e per la ragazzina di cui si innamorerà, si chiamerà Ernesto, come il Che.

A Montebelluna, il Multisala Italia, alle 15.40, 17.35, 19.30 e 21.25, racconta le vite di quattro bambini desiderosi di andare a scuola e imparare. Sono i protagonisti del documentario “Vado a scuola” (Francia, Cina, Sudafrica, Brasile, Colombia 2013, 75’) di Pascal Plisson. Jackson 10 anni, che abita in Kenya e percorre, mattina e sera, quindici chilometri in mezzo alla savana e agli animali selvaggi; Zahira 11 anni, che vive nelle aspre montagne dell’Atlante marocchino e che percorre una giornata di faticoso cammino per raggiungere la scuola con le sue due amiche; Samuel, 11 anni, che ogni giorno viaggia in India per otto chilometri, anche se non ha l’uso delle gambe, spinto nella sua carrozzina.

Martedì 26 novembre ultimo appuntamento di novembre a Treviso e Provincia.
Il Multisala Corso di Treviso propone, alle 17.00, 20.00 e 22.00 la nuova commedia di Agnés Jaoui “Quando meno te lo aspetti” (Francia, 2013, 112’). C’era una volta una ragazzina romantica di nome Laura, che una sera ballò a una festa con un principe azzurro di nome Sandro, il quale scappò a mezzanotte lasciando una scarpa sulle scale. E c’era una volta il padre di Sandro, Pierre, a cui tanti anni prima una donna aveva predetto la data della morte, che ora si è fatta imminente. E poi Maxime, affascinante lupo solitario, affamato di giovinette, e la sua vicina di casa Marianne, aspirante attrice, impegnata nell’allestimento di una recita di bambini, dentro la scenografia cartonata di un bosco incantato.

Sempre di genere commedia è l’opera proposta martedì 26 novembre, alle 20.00 e alle 22.00, dal Cinema Cristallo di Oderzo. Al costo di 3 euro si potrà assistere al film “Dream team” (Francia 2012, 97’) del regista francese Olivier Dahan. Patrick Orbéra è un ex campione di calcio che non è riuscito a rifarsi una vita e si ritrova alla soglia dei cinquant’anni alcolizzato, senza casa né lavoro. Per non perdere il diritto giuridico a frequentare l’adorata figlia Laura, non ha altra scelta che accettare di trasferirsi per tre mesi a Molène, isoletta della Bretagna, per allenare la squadra locale. Se riuscirà a vincere tre incontri, il presidente avrà finalmente la quantità di denaro di cui ha bisogno per riscattare la fabbrica di sardine che dà lavoro agli abitanti dell’isola, finita sotto minaccia di sequestro. Orbéra, però, si rende presto conto che i pescatori in tuta non hanno chances e si mette alla ricerca di una serie di amici, ex fuoriclasse, da convincere o ricattare.

Tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore Daniel Pennac, è la pellicola in programma, alle 15.40, 17.45, 19.40 e 21.40 al Multisala Italia di Montebelluna: “Il paradiso degli orchi” (Francia, 2013) di Nicolas Bary. Benjamin Malaussène lavora in un centro commerciale come capro espiatorio, quando qualche cliente insoddisfatto vuole far causa al centro lui se ne assume la responsabilità, prendendosi gli insulti fino ad intenerirlo e convincerlo a non procedere legalmente. Nel centro tuttavia si susseguono esplosioni che mietono vittime e Malaussène è sempre vicino al luogo del delitto, finendo per rischiare di fare da capro espiatorio anche per questi eventi. Ad indagare, oltre alla polizia, c’è anche una giornalista di cui Benjamin si è subito innamorato ma che ancora non ha presentato alla sua numerosa e disordinata famiglia.

La rassegna “La Regione Veneto per il Cinema di Qualità. I martedì al Cinema” riprenderà a marzo 2014.

Ogni settimana gli appassionati di cinema potranno verificare quali sono i film in programmazione, sul sito internet www.spettacoloveneto.it.

Il costo del biglietto è di 3 euro. Nel caso di Multisala verificare preventivamente quali proiezioni sono a 3 euro. La prenotazione dei posti è facoltà riservata alla gestione della sala. 

Per informazioni:
Fice Tre Venezie

Tel. 049 8750851
fice3ve@agistriveneto.it
www.spettacoloveneto.it
Ufficio Stampa www.studiopierrepi.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply