Le Donne Saccenti di Moliere al Don Bosco di San Polo 2014-03-05
Time To Lose

Eventi

Le Donne Saccenti di Moliere al Don Bosco di San Polo

Prosegue la stagione teatrale della Sala Don Bosco di San Polo di Piave con le Donne Saccenti sabato 8 marzo 2014 alle ore 21:00. Il Canovaccio; Le donne saccenti – les femmes savantes – dattamento in due atti Moliere. Regia di Antonello Pagotto. Saccenti, Intellettuali, Sapienti. Queste le differenti aggettivazioni attribuite al genere femminile del testo originale di Molierè, la penultima delle sue commedie, scritta un anno prima della sua scomparsa, al termine di una lunga e sofferta carriera di commediografo, attore, impresario teatrale.

Pur ricalcando la partitura farsesca, quest’ Opera inaugura il passaggio dalla vecchia farsa medievale alla moderna commedia di costume ed il tema dominante senza dubbio è il ruolo della donna nella famiglia e nella società, alla luce delle sue emergenti pretese culturali da procacciarsi se necessario anche all’ interno delle mura domestiche.
In aggiunta, l’idea in del matrimonio in se stessa, scatena una sorta di conflitto fra mondo maschile e mondo femminile ed il fronte delle donne saccenti proclama apertamente la guerra e lo scontro sulla base delle citazioni.

A prima vista sembrerebbe che l’ Autore voglia privilegiare le ragioni dell’ ignoranza contro i feticismi del sapere, ma così non è.
In realtà da questo chiaro esempio di teatro nel teatro non si salva nessuno e nulla.

Note di regìa
Teatro nel teatro che non si arresta mai.
Un “teatrino” improvvisato, una sorta di scatola magica che scaglia all’esterno per il tempo di una rappresentazione una saga di personaggi quasi onirici, senza tempo, vincitori e vittime dello scontro tra diverse specie e di differente estrazione.
La compagine borghese delle donne saccenti (una sorta di fedeli telespettatrici di alcuni programmi d’oggi) in virtù della discriminante sociale fanno della conoscenza un principio di distinzione snobistica che ricorda molto l’apprendimento enciclopedico, forte nella divulgazione, ma scarso nell’approfondimento.
Paranoia, civetteria, manipolazione, pragmatismo, mistificazione sono alcuni dei “caratteri” impressi nel testo, in costante e aperto dissidio tra convivialità e erudizione, tra impulsi umani e atteggiamenti di casta capaci di tracciare un filo rosso persino di fronte ad una normale storia d’amore.
L’elemento farsesco sottolinea come la comicità sia abile nell’esorcizzare anche le malattie sociali più acute, ma allo tesso tempo ci ammonisce e ci invita a riflettere sul dissesto sociale che una distorta coscienza spesso provoca irrimediabilmente, condannando i protagonisti a rientrare nel limbo, lasciando nell’aria per qualche istante un alone di mistero per confluire alla costruzione di un finale che sembra contraddire tenuemente la regola del lieto fine, tipico della commedia convenzionale.

Biglietti
intero € 8,00 | ridotto € 6,00
Le riduzioni sono valide per i ragazzi e i giovani dai 9 fino ai 18 anni e studenti fino ai 25 anni. I biglietti dei singoli spettacoli saranno in vendita la sera dello spettacolo presso il botteghino del Teatro.
Per Informazioni
Biblioteca Comunale Di San Polo Di Piave
dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 martedì e giovedi anche dalle 8.30 alle 12.30 tel. 0422/206078
Ufficio Segreteria Del Comune Di Ormelle
dal lunedì al giovedì dalle 17.00 alle 19.00 tel. 0422/745017
info e fonte; www.arteven.it

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply