Raphael Gualazzi inaugura Suoni di Marca Festival 2017 2017-06-06
Time To Lose

Suoni di Marca

Raphael Gualazzi inaugura Suoni di Marca Festival 2017

Raphael Gualazzi inaugura con il concerto del 20 luglio l’Edizione 2017 del Suoni di Marca Festival.  Apertura in grande stile per Suoni di Marca, il festival che animerà l’estate trevigiana. Il 20 luglio, il primo a far ballare e divertire il pubblico della 27 edizione sarà Raphael Gualazzi con un concerto a cui non mancherà nulla, dal soul al blues, dall’r&b alla dance anni ’70 e ’80, dal rockabilly alla bossa nova.

Raphael, che ha pensato e arrangiato le musiche dello spettacolo, sarà al pianoforte e durante il live verrà accompagnato da una speciale band con la quale proporrà i nuovi brani dell’ultimo disco Love Life Peace più i grandi successi contenuti nei precedenti album Reality and Fantasy e Happy Mistake.
L’esibizione di Gualazzi porterà l’essenza dell’estate sul palco: solare, calda, colorata, emozionante, dolce e anche attraente, uno spettacolo che ti porta verso il mare e ti fa sognare. Come afferma lo stesso Gualazzi, la speciale formazione dà il meglio di sé nelle performance live: Diciamo che dal vivo, essendo noi in sette, proporremo le versioni B delle canzoni, e cioè digressioni strumentali, strutture dilatate, variazioni nel ritmo, interplay diverso, frasi aggiunte, com’è naturale per un musicista che ama il jazz. È importante divertirsi sul palco e con il pubblico. Quando accade, la musica prende vita.
Il singolo di Raphael Gualazzi per l’estate 2017 è La Fine Del Mondo. La canzone uscita venerdì 26 maggio ha anticipato la pubblicazione dell’edizione internazionale dell’album Love Life Peace, già disco d’oro in Italia, prevista in autunno.
Dopo lo straordinario successo dello scorso anno de L’estate di John Wayne, per La Fine del Mondo Raphael è il capitano della stessa squadra artistica vincente: Alessandro Raina e Matteo Buzzanca che è anche produttore della canzone.
Il videoclip del nuovo singolo, dal sapore estivo dove protagonista è il mare e il richiamo ipnotizzante della musica, viene presentato così: In un’atmosfera felliniana, le note riescono ad unire tutti, personaggi senza tempo, senza età e senza razza: ed ecco così rispondere alla chiamata delle note un astronauta che danza con una ballerina, una balena ed un panda, due bambine albine ed un ragazzo afro americano che sembra essere uscito dagli anni ’70.

Raphael Gualazzi inizia a studiare pianoforte classico e jazz presso il Conservatorio di Pesaro, e partecipa a moltissimi festival jazz e blues italiani, mentre nel 2005 pubblica il suo primo album Love outside the window per la Edel, e inizia ad essere invitato presso prestigiosi festival jazz internazionali.
Il 2011 è l’anno della consacrazione per Raphael Gualazzi, che vince il Festival di Sanremo con il brano Follia d’amore, contenuto nel disco Reality and Fantasy, pubblicato da Sugar, e rappresenta l’Italia all’Eurovision Song Contest dello stesso anno, per cui Gualazzi presenta una versione in inglese di Follia d’amore, reintitolata Madness of love: con questa rivisitazione del suo successo sanremese porta a casa il secondo posto.
A febbraio 2013 partecipa al Festival di Sanremo nella categoria Big con i brani Sai (ci basta un sogno) e Senza ritegno.

info e fonte; www.suonidimarca.it

CdZ - TTL Founder & CEO.                                                                  Contatta la redazione per richieste e rettifiche in Contact us. TimeToLose non può essere ritenuta responsabile delle eventuali modifiche al programma degli eventi pubblicati in Agenda.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply